Sara Serraiocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sara Serraiocco al Festival del film di Berlino nel 2016

Sara Serraiocco (Pescara, 13 agosto 1990) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Pescara e cresciuta nella vicina Francavilla al Mare[1] fin da piccola appassionata per la danza e per il cinema, si trasferisce a Roma, dove frequenta il Centro sperimentale di cinematografia. Dopo aver partecipato a una puntata della serie televisiva R.I.S. Roma - Delitti imperfetti 3[2], ottiene il ruolo di protagonista in Salvo, film vincitore del Grand Prix de la Semaine de la Critique-Festival del film di Cannes 2013 dove interpreta il ruolo Rita, ragazza non vedente, che le ha fatto guadagnare diversi e importanti riconoscimenti tra cui il Globo d'oro alla miglior attrice e il Premio Guglielmo Biraghi come attrice esordiente.

Nel 2014 è stata scelta dalla regista Liliana Cavani per interpretare il ruolo di Chiara d'Assisi nella miniserie Francesco[3].

Nel 2015 partecipa al film Cloro, diretto da Lamberto Sanfelice, presentato in concorso ufficiale al Sundance Film Festival di Robert Redford e alla 65ª Berlinale, nella sezione Generation. Per questo ruolo viene candidata in cinquina come migliore attrice protagonista al premio Globo d'oro 2015. Inoltre è co-protagonista femminile al fianco di Donatella Finocchiaro e Barry Ward nel film L'Accabadora, diretto da Enrico Pau.

Sempre nello stesso anno gira il film La ragazza del mondo, opera prima di Marco Danieli presentato alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia nella sezione "Giornata degli autori", dove le viene assegnato dal sindacato nazionale giornalisti cinematografici il "Premio Pasinetti" come migliore attrice. Sempre per questo ruolo ottiene la candidatura come migliore attrice per il premio Globo d'oro 2017 e la candidatura come migliore attrice ai Nastri d'argento 2017, oltre a vincere il Ciak d'oro con Michele Riondino come miglior coppia dell'anno. Sempre nel 2016 è componente della giuria del Festival del cinema di Roma.

Nel 2017 è protagonista del film Non è un paese per giovani diretto da Giovanni Veronesi. Per questo ruolo ottiene la candidatura ai Nastri d'Argento 2017 come migliore attrice protagonista. Sempre nel 2017 ottiene il ruolo da protagonista nel film "Brutti e cattivi", opera prima del regista Cosimo Gomez, presentato alla Mostra d'arte cinematografica di Venezia 2017 nella sezione "Orizzonti", per il quale ottiene la candidatura ai nastri d'argento 2018 come miglior attrice di commedia. Viene poi scritturata per interpretare il ruolo di Baldwin nella serie TV statunitense Counterpart, diretta dal regista Morten Tyldum.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Counterpart 2 - serie TV, 9 episodi (2018-2019)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'argento
Anno Titolo Categoria Risultato
2014 Salvo Premio Guglielmo Biraghi Vincitore/trice
2017 La ragazza del mondo e Non è un paese per giovani Migliore attrice protagonista Candidato/a
2018 Brutti e cattivi Migliore attrice in un film commedia In attesa
Globi d'oro
Anno Titolo Categoria Risultato
2014 Salvo Migliore attrice Vincitore/trice
2015 Cloro Migliore attrice Candidato/a
2017 La ragazza del mondo Migliore attrice Candidato/a
Festival di Berlino
Anno Titolo Categoria Risultato
2016 Cloro Best European talent Vincitore/trice
Festival di Venezia
Anno Titolo Categoria Risultato
2014 Salvo Premio Kineo alla migliore attrice Vincitore/trice
2016 La ragazza del mondo Premio Pasinetti alla miglire attrice Vincitore/trice
Ciak d'oro
Anno Titolo Categoria Risultato
2017 La ragazza del mondo Migliore coppia dell’anno (con Michele Riondino) Vincitore/trice
Festival du film d'Annecy
Anno Titolo Categoria Risultato
2015 Cloro Migliore attrice Vincitore/trice
2016 La ragazza del mondo Migliore attrice Vincitore/trice

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311838880 · ISNI (EN0000 0004 4395 4701 · LCCN (ENno2015001871 · GND (DE1078746737 · BNF (FRcb16923063k (data)