Non odiare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Non odiare
Non odiare film.png
Luka Zunic in una scena del film
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia, Polonia
Anno2020
Durata96 min
Rapporto2,39:1
Generedrammatico
RegiaMauro Mancini
SoggettoDavide Lisino, Mauro Mancini
SceneggiaturaDavide Lisino, Mauro Mancini
ProduttoreMario Mazzarotto
Casa di produzioneMovimento Film, Agresywna Banda, Rai Cinema
Distribuzione in italianoNotorious Pictures
FotografiaMike Stern Sterzyński
MontaggioPaola Freddi
MusichePivio e Aldo De Scalzi
ScenografiaCarlo Aloisio
CostumiCatia Dottori
Interpreti e personaggi

Non odiare è un film del 2020 diretto da Mauro Mancini, al suo esordio alla regia di un lungometraggio.

Il film, con protagonisti Alessandro Gassmann, Sara Serraiocco e Luka Zunic, è ispirato ad un fatto di cronaca accaduto in Germania.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Simone Segre è uno stimato chirurgo di origine ebraica, figlio di un superstite dell'Olocausto, che conduce una vita tranquilla nel Borgo Teresiano di Trieste. Un giorno si trova a soccorrere per strada un uomo, vittima di un incidente stradale, ma, una volta scoperta sul petto di quest'ultimo tatuata una svastica, decide di non prestargli soccorso. L'uomo muore senza che nessun altro assista all'accaduto. Roso dai sensi di colpa, Simone finisce per rintracciare la famiglia dell'uomo, composta dalla figlia maggiore Marica, il piccolo Paolo e l'adolescente Marcello, un fervente neonazista.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Davide Lisino e Mauro Mancini hanno preso spunto da un fatto di cronaca avvenuto nel 2010 a Paderborn, in Germania, dove un chirurgo ebreo si è rifiutato di operare un uomo con un tatuaggio nazista, facendosi sostituire da un collega.[2][3]

Le riprese sono cominciate nel settembre 2019 a Trieste, rendendo il film il primo ad essere mai stato girato all'interno della sinagoga di Trieste.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima il 7 settembre 2020 nel corso della Settimana internazionale della critica alla 77ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[5][6] È stato distribuito dal 10 settembre seguente nelle sale cinematografiche italiane da Notorious Pictures.[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Festival del Cinema Italiano di San Vito Lo Capo[8]
    • Stella d'argento per Miglior attore protagonista a Alessandro Gassmann
    • Stella d'argento per Miglior attrice protagonista a Sara Serraiocco
    • Stella d'argento per Miglior attore non protagonista a Luca Zunic (ex-aequo con Giovanni Calcagno per Paradise - Una nuova vita)
    • Stella d'argento per Miglior Opera Prima a Mauro Mancini
  • Fabrique du Cinema Awards[9]
    • Miglior opera prima

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elisa Grando, Festival di Venezia 2020, Alessandro Gassmann in Non odiare: «Non restiamo indifferenti al razzismo», su Best Movie, 6 settembre 2020. URL consultato il 6 settembre 2020.
  2. ^ a b Karin Ebnet, Non odiare, esce a settembre il nuovo film con Alessandro Gassmann, su Best Movie, 21 luglio 2020. URL consultato il 21 luglio 2020.
  3. ^ (EN) Matthew Day, Jewish surgeon refuses to operate on patient with Nazi tattoo, su The Telegraph, 13 dicembre 2010. URL consultato il 21 luglio 2020.
  4. ^ Antonella Silvestri, Al via le riprese di “Non odiare”, con Alessandro Gassmann, su TV Sorrisi e Canzoni, 11 settembre 2019. URL consultato il 21 luglio 2020.
  5. ^ Venezia 2020: Non odiare di Mauro Mancini è il film italiano della Settimana della critica, su Movieplayer.it, 21 luglio 2020. URL consultato il 21 luglio 2020.
  6. ^ Dal Festival di Venezia Notturno e Non odiare al cinema, su ilfriuli.it, 7 settembre 2020. URL consultato il 12 settembre 2020.
  7. ^ Premi collaterali della 77ª Mostra, su labiennale.org, Biennale di Venezia, 11 settembre 2020. URL consultato il 13 settembre 2020.
  8. ^ Non odiare' trionfa al Festival del Cinema Italiano
  9. ^ Non odiare, migliore opera prima ai Fabrique du Cinema Awards, su Sky dal 24 dicembre

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema