Anni felici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anni felici
Anni felici (film 2013).JPG
Micaela Ramazzotti e Kim Rossi Stuart
Titolo originaleAnni felici
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno2013
Durata106 minuti
Rapporto1.85 : 1
Generecommedia
RegiaDaniele Luchetti
SoggettoDaniele Luchetti
SceneggiaturaDaniele Luchetti, Sandro Petraglia, Stefano Rulli e Caterina Venturini
ProduttoreMarco Chimenz, Giovanni Stabilini e Riccardo Tozzi
Produttore esecutivoMatteo De Laurentiis e Gina Gardini
Casa di produzioneBabe Film, Rai Cinema, Toscana Film Commission e Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC)
Distribuzione (Italia)01 Distribution
FotografiaClaudio Collepiccolo
MontaggioFrancesco Garrone e Mirco Garrone
MusicheFranco Piersanti
ScenografiaGiancarlo Basili
CostumiMaria Rita Barbera
TruccoElisabetta Flotta, Massimo Gattabrusi e Chiara Ugolini
Interpreti e personaggi

Anni felici è un film del 2013 diretto da Daniele Luchetti che ha come protagonisti Kim Rossi Stuart e Micaela Ramazzotti. Il film, ispirato all'infanzia del regista[1], è stato presentato in anteprima all'edizione 2013 del Toronto International Film Festival.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Guido e Serena sono una coppia tormentata che consuma la propria relazione nella Roma del 1974. Aspirante artista d'avanguardia, Guido si sente imprigionato in una famiglia che definisce borghese, mentre la moglie Serena lo ama appassionatamente.

I due figli si trovano così a fare i conti con i continui alti e bassi di una famiglia tutto sommato felice nella sua instabilità. In seguito all'ennesimo fallimento artistico di Guido e ad un viaggio di evasione in Francia di Serena si giunge ad un momento di rottura. La coppia si separa e Guido sembra risentirne maggiormente. Ma il raggiungimento, improvviso quanto inaspettato, di un successo artistico, sembra aprirlo verso un periodo di serenità.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel film sono presenti: opere artistiche di Romeo e Luca Luchetti, rispettivamente nonno[2] e padre del regista; lampade scultura realizzate da Domenico Annicchiarico; scultura di donna ideata da Alessandro Ferretti.[3]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 luglio è stato diffuso online il poster ufficiale del film, seguito, a pochi giorni di distanza, dal primo trailer.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita nelle sale italiane è avvenuta il 3 ottobre 2013.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Anni felici", Daniele Luchetti si racconta: "Io, piccolo testimone di un folle amore", su repubblica.it, 27 settembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2016.
  2. ^ Fabiola Brugiamolini (a cura di), Luca Luchetti, catalogo mostra antologica (PDF), su lamemoriadeiluoghi.it, p. 73 (Giuseppe Barbone, biografia ).
  3. ^ Dai titoli di coda.
  4. ^ Anni Felici di Daniele Luchetti, ecco il primo emozionante trailer!, ScreenWeek Blog.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema