Corso Salani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Corso Salani a destra insieme a David Zard in una scena del film Il muro di gomma.

Corso Salani (Firenze, 9 settembre 1961Roma, 16 giugno 2010) è stato un regista, sceneggiatore e attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatosi presso l'Istituto di Scienze Cinematografiche di Firenze nel 1984, si occupò di vari aspetti della produzione, facendo persino l'autista[1]. Dopo essere stato aiuto regista di Carlo Mazzacurati sul set del suo primo lungometraggio Notte italiana (1987), si trasferì a Roma ove realizzò il suo primo film, Voci d'Europa (1989), che gli permise di intraprendere anche la carriera di attore, rimasta però sempre secondaria, rispetto a quella privilegiata di regista.

Ciononostante è ricordato per il ruolo del giornalista Rocco Ferrante nel Muro di gomma (1991) di Marco Risi, sulla strage di Ustica[2].

Nei film sceneggiati insieme a Monica Rametta, Salani interpreta sempre una sorta di alter ego di nome Alberto, che rappresenta il suo punto di vista sulla storia: nel mockumentary Gli occhi stanchi, tuttavia, uno degli attori a un certo punto si rivolge a lui come «Corso» invece che «Alberto» e successivamente l'errore fu volutamente non corretto e inserito in produzione. Morì a 48 anni la sera del 16 giugno 2010 sul lungomare del quartiere romano di Ostia a causa di un infarto cardiaco[3]. Nel 2011 il festival Alabarda d'oro gli conferì un premio alla memoria[4]. Nel 2014 fu pubblicato postumo il romanzo/diario scritto da Salani durante la lunga lavorazione del suo ultimo film, Mirna.

L'associazione Corso Salani[modifica | modifica wikitesto]

A novembre 2010 si costituì l'associazione Corso Salani, con il compito di restaurare e divulgare l'opera del regista toscano. A gennaio 2011 l'associazione istituì il premio omonimo per il miglior progetto indipendente[5] Da novembre 2011 l'Associazione Corso Salani ha il suo sito ufficiale.[6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio a Corso Salani, l'attore del Muro di gomma, in la Repubblica, 18 giugno 2010. URL consultato il 22 agosto 2017.
  2. ^ Lutto nel cinema, morto Corso Salani, in La Stampa, 17 giugno 2010. URL consultato il 22 agosto 2017.
    «La cifra stilistica del suo cinema è la commistione fra documentario e finzione, osservazione della realtà e rielaborazione poetica, reportage d'autore e cinema narrativo: temi centrali sono il viaggio come mezzo programmatico di spaesamento e l'incomunicabilità, resa attraverso lo straniamento linguistico fra i personaggi di nazionalità diverse».
  3. ^ Un malore stronca Corso Salani, in Corriere della Sera, 17 giugno 2010. URL consultato il 22 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2011).
  4. ^ Grande successo per la 5ª edizione del Premio Alabarda d’oro, in Giornale Metropolitano (Sesto San Giovanni), 28 giugno 2011. URL consultato il 22 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2017).
  5. ^ Lo Spettacolo - Cinema.
  6. ^ Welcome to the Frontpage.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN81443793 · ISNI: (EN0000 0000 7882 9477 · SBN: IT\ICCU\RAVV\097393 · GND: (DE137222777