Antonella Attili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Antonella Attili (Roma, 3 aprile 1963) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 il suo esordio al cinema. È la mamma del piccolo Totò in Nuovo Cinema Paradiso, per la regia di Giuseppe Tornatore. Il film vince il Gran premio della giuria al Festival di Cannes e si aggiudicherà anche l'oscar come miglior film straniero. Lavorerà ancora con Giuseppe Tornatore in Stanno tutti bene e L'uomo delle stelle. La ritroviamo come amica di Sandrine Bonnaire in Verso sera di Francesca Archibugi. Partecipa anche al Il lungo silenzio unico film italiano di Margarethe von Trotta. Il 1994 è l'anno di Dichiarazioni d'amore di Pupi Avati, dove compare tra i protagonisti accanto a Angiola Baggi e Delia Boccardo. Anche Anthony Minghella la vuole per un piccolo ruolo nel suo Il paziente inglese. Il film di Stefano Incerti, Prima del tramonto le vale la candidatura al nastro d'argento come attrice non protagonista.

Nel 2001 Scola la dirige come moglie di Castellitto in Concorrenza sleale. Ritorna a recitare per Scola in Che strano chiamarsi Federico dove interpreta la prostituta Wanda. È protagonista, nel 2001, del film Quello che cerchi di Marco Simon Puccioni. Ma il 2001 è anche l'anno di Solino, il film di Fatih Akın dove interpreta Eosa. Ha all'attivo svariate partecipazioni in film di giovani registi italiani come Ivano De Matteo (Gli equilibristi), Francesco Lagi (Missione di pace), Michele Rho (Cavalli) e Giorgia Farina (Amiche da morire), dimostrando di poter passare agilmente dal dramma alla commedia. Fra il 2008 e il 2010 interpreta la madre del Libanese nella serie televisiva Romanzo criminale per la regia di Stefano Sollima. Tra febbraio e marzo 2011 è al Teatro Vascello di Roma con Marble dell'autrice irlandese Marina Carr, in cui interpreta il ruolo di Anne, per la Regia di Paolo Zuccari, regista con il quale collabora ancora ne Le muse orfane. Con Marco Ponti gira due commedie Io che amo solo te e la cena di Natale dove dando sfoggio del suo talento per i dialetti interpreta la spassosissima Matilde Scagliusi in un barese perfetto. Nel 2016 altro ruolo intenso di madre è Angela in Cuori puri di Roberto De Paolis e nello stesso anno sorprende in un ruolo da cattivissima “villain” nei Peggiori di Vincenzi Alfieri. Michel Radford la sceglie per interpretare la maestra cieca di Bocelli nel biopic la musica del silenzio. Nel 2017 torna a teatro con Terror di Ferdinand von schirac regia di Kami Manns.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64317281 · ISNI (EN0000 0001 1930 4862 · LCCN (ENno2009150659 · GND (DE173061621 · BNF (FRcb15537781s (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie