Don Matteo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio, vedi Don Matteo (personaggio).
Don Matteo
Logo Don Matteo 10.jpg
Screenshot della 10ª stagione della serie.
Paese Italia
Anno 2000 – in produzione
Formato serie TV
Genere commedia, giallo
Stagioni 10
Episodi 220
Durata 45-65 min (episodio)
75 min (ep. 5x24, 8x21)
90 min (ep. 8x24)
Lingua originale italiano
Caratteristiche tecniche
Rapporto 14:9 (st. 1-6)
16:9 (st. 7+)
Risoluzione 576i (st. 1-6)
1080i (st. 7+)
Colore colore
Audio stereo (st. 1-6)
Dolby Surround (st. 7+)
Crediti
Ideatore Enrico Oldoini
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Lux Vide e Rai Fiction
Prima visione
Prima TV Italia
Dal 7 gennaio 2000
Al in corso
Rete televisiva Rai 1, Rai 1 HD (8, 9, 10)
Opere audiovisive correlate
Spin-off Complimenti per la connessione

Don Matteo è una serie televisiva italiana, prodotta dalla Lux Vide[1] in collaborazione con Rai Fiction. Viene trasmessa su Rai 1 dal 7 gennaio 2000.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista don Matteo Bondini ha un innato talento per le indagini e una profonda conoscenza dell'animo umano. È parroco della chiesa di San Giovanni di Gubbio, poi trasferito a Spoleto dalla nona stagione. Grazie all'amicizia e alla collaborazione con il maresciallo Nino Cecchini, riesce a intrufolarsi nei casi dei Carabinieri, e li risolve grazie ad un indizio decisivo, che arriva molto spesso per intuizione innata. Don Matteo è gentile e disponibile verso tutti e mostra una straordinaria capacità amorevole verso le persone coinvolte nel caso, anche nei confronti degli assassini. A dimostrazione di ciò, le sue numerose visite presso la casa circondariale. Le sue intrusioni non sono, però, molto gradite al capitano della locale caserma dei Carabinieri, il capitano Flavio Anceschi prima e il capitano Giulio Tommasi poi: questi cercano di tenerlo lontano dalle indagini, ma alla fine riconoscono sempre la bravura del sacerdote.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

I 220 episodi che compongono le dieci stagioni della fiction finora realizzate andarono in onda originariamente in prima serata su Rai 1.[3] Le repliche vengono trasmesse periodicamente da Rai 1 ed in passato da TV2000 e Rai Premium. Le repliche sono disponibili gratuitamente anche sul portale web ufficiale Rai.tv.

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione 16 2000
Seconda stagione 16 2001
Terza stagione 16 2002
Quarta stagione 24 2004
Quinta stagione 24 2006
Sesta stagione 24 2008
Settima stagione 24 2009
Ottava stagione 24 2011
Nona stagione 26 2014
Decima stagione 26 2016

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Personaggi di Don Matteo.

Protagonisti[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia della canonica[modifica | modifica wikitesto]

  • Natalina Diotallevi (stagioni 1-10), interpretata da Natalie Guetta.
    Perpetua di don Matteo.
  • Pippo Gimignani-Zerfati (stagioni 1-10), interpretato da Francesco Scali.
    Sagrestano di don Matteo.
  • Nerino Bertolacci (stagioni 1-4), interpretato da Claudio Ricci.
    Primo bambino a vivere nella canonica di Don Matteo.
  • Nonna Elide (stagioni 1-3), interpretata da Evelina Gori.
    Nonna di Nerino arzilla e stravagante.
  • Camilla (stagione 4), interpretata da Sara Santostasi.
    Bambina boliviana affidata a Don Matteo.
  • Tommaso (stagione 5), interpretato da Steven Manetto.
    Bambino affidato in custodia a Don Matteo.
  • Agostino (stagioni 7-8), interpretato da Andrea Pittorino.
    Ospite nella canonica di Don Matteo.
  • Laura Belvedere (stagioni 8-10), interpretata da Laura Glavan.
    Giovane ragazza madre ospitata in canonica da Don Matteo, figlia del pregiudicato Antonio Belvedere, si innamora di Tomàs e insieme alla piccola Ester formeranno una famiglia.
  • Tomàs Martinez (stagioni 9-10), interpretato da Andrés Gil.
    Un giovane ragazzo che deve scontare un anno di carcere in canonica da Don Matteo; è in cerca di sua sorella. Si innamora di Laura ma mettendosi nei guai, la lascia per proteggere lei e sua figlia Ester.
  • Ester Natalina Belvedere (stagioni 9-10), interpretata da Letizia Arnò.
    Figlia di Laura Belvedere e Giuliano Rovati, galeotto che accusa Don Matteo di omicidio, ma che poi si costituisce, costringendo Laura a non fargli vedere la bambina.
  • Sabrina Esposito (stagione 10), interpretata da Dalila Pasquariello.
    Ex-galeotta che grazie a Don Matteo va a lavorare a fianco di Tomàs.
  • Alberto Torre (stagione 10), interpretato da Gabriele De Pascali.
    È un genio della matematica, per un periodo fidanzato con Laura.

La famiglia della caserma[modifica | modifica wikitesto]

  • Brigadiere (già Appuntato) Piero Ghisoni (stagioni 1-3, 5-10), interpretato da Pietro Pulcini.
    Uno dei carabinieri più efficienti delle caserme di Gubbio e Spoleto.
  • Appuntato Linetti (stagione 4), interpretato da Andrea Cereatti.
    Carabiniere della caserma di Gubbio.
  • Appuntato Severino Cecchini (stagioni 6-10), interpretato da Giuseppe Sulfaro.
    Nipote del Maresciallo Cecchini.
  • Andrea Conti (stagione 8), interpretata da Eleonora Sergio.
    Pubblico ministero.
  • Bianca "Bibba" Venezia (stagione 9), interpretata da Giorgia Surina.
    Amica di Tommasi delle superiori e rivale in amore di Lia.
  • Gualtiero Ferri (stagione 10), interpretato da Dario Cassini.
    Nuovo PM di Spoleto che collabora assiduamente con la caserma. Ha in simpatia il maresciallo Cecchini, mentre tratta dall'alto in basso il capitano Tommasi. Lascia Spoleto quando scopre che il capitano Tommasi e Margherita si sono fidanzati, per poi tornarvici quando il capitano rifiuterà di sposarsi con lei dopo essere innamorato di Lia.

Le famiglie dei carabinieri[modifica | modifica wikitesto]

  • Caterina Cecchini (stagioni 2-10), interpretata da Caterina Sylos Labini.
    Moglie del maresciallo Cecchini.
  • Patrizia Cecchini (stagioni 2-8), interpretata da Pamela Saino.
    Figlia primogenita del maresciallo Cecchini, fidanzata e poi moglie del capitano Tommasi, muore.
  • Assuntina Cecchini (stagioni 2-10), interpretata da Giada Arena (stagioni 2-8), Giusy Buscemi (stagione 9) e da Simona Di Bella (stagione 10).
    Figlia secondogenita del maresciallo
  • Laura Respighi (stagioni 4-5), interpretata da Milena Miconi.
    Sindaco di Gubbio, fidanzata e poi moglie del capitano Anceschi.
  • Amanda Patriarchi (stagioni 6-7), interpretata da Ilaria Spada.
    Precedente fidanzata del capitano Tommasi.
  • Clara Tommasi (stagioni 6-10), interpretata da Simona Marchini.
    Madre del capitano Giulio Tommasi.
  • Lia Cecchini (stagioni 9-10), interpretata da Nadir Caselli.
    Nipote del Maresciallo Cecchini, viene a vivere a Spoleto con gli zii. Qui si innamora di Giulio con cui poi si fidanza all'inizio della decima stagione, con l'appoggio dello zio. Avrà un figlio dal suo ex-fidanzato Daniele a cui verrà dato il nome dello zio. Dopo un lungo tentennamento e dopo aver quasi mandato a monte il matrimonio di Giulio con Margherita, confessa finalmente il suo amore all'uomo, che ricambia dopo essersi reso conto di aver fatto la scelta sbagliata.
  • Martina Tommasi (stagioni 9-10), interpretata da Emma Reale.
    Figlia di Patrizia Cecchini e del capitano Giulio Tommasi.
  • Daniele Orsini (stagione 10), interpretato da Raniero Monaco di Lapio.
    Ex-fidanzato di Lia, di nobile famiglia, proprietario di una galleria d'arte e padre del suo bambino. Viene lasciato in seguito dalla ragazza.
  • Margherita Colognese (stagione 10), interpretata da Sara Zanier.
    Fidanzata del PM Ferri. Giornalista fragile e timorosa che sogna di diventare una scrittrice di favole. Dopo averlo lasciato, si innamora del capitano Tommasi suscitando la gelosia di Lia, salvo poi scoprire nel giorno del matrimonio che Giulio ama Lia e dopo essere stata lasciata torna da Gualtiero.

Ecclesiastici[modifica | modifica wikitesto]

  • Guido (stagioni 1-2), interpretato da Gastone Moschin.
    Vescovo di Gubbio, vecchio amico di don Matteo.
  • Vescovo di Gubbio (stagione 3), interpretato da Renato Carpentieri.
    Sostituto di Guido quando questi diventa cardinale.
  • Mons. Benelli (stagioni 6-7), interpretato da Philippe Leroy.
    Vescovo di Gubbio, vecchio amico di Don Matteo.
  • Suor Maria (stagioni 6-10), interpretata da Astra Lanz.
    Suora amica di Don Matteo.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Preside Susi Dallara (stagioni 7-10), interpretata da Sydne Rome.
    Preside prima del liceo di Gubbio e poi a Spoleto.
  • Fernando (stagione 8), interpretato da Bruno Cabrerizo.
    Amico spagnolo di Patrizia Cecchini.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie nacque nel 1998[4] da un'idea del regista Enrico Oldoini.[5] È prodotta dalla Lux Vide S.p.A. di Matilde e Luca Bernabei in collaborazione con Rai Fiction.
Il protagonista don Matteo Minelli-Bondini[2] è interpretato da Terence Hill.[3] Oltre a Hill, gli attori principali sono Nino Frassica nel ruolo del maresciallo Cecchini, Flavio Insinna nel ruolo del capitano Anceschi, e Simone Montedoro nel ruolo del capitano Tommasi.

Durante la fase di ideazione, il titolo provvisorio della fiction era Il diavolo e l'acqua santa[6] e per il ruolo del protagonista si era pensato a Lino Banfi o Giancarlo Magalli.[7] All'epoca Terence Hill si stava preparando ad interpretare il ruolo di sacerdote detective per Mediaset, di carattere molto diverso dal personaggio di Don Matteo, ma Mediaset fece saltare tutto a causa del concomitante progetto Rai. A quel punto la Lux Vide chiese a Terence Hill, ormai liberato, di interpretare la propria fiction.[8] Nella sceneggiatura provvisoria, il protagonista si chiamava Teodoro,[9] ma questo nome non convinse affatto Terence Hill,[10] che lo fece cambiare con il suo sinonimo Matteo.[10] Entrambi i nomi significano "dono di Dio". Questa fu, in assoluto, la prima opera audiovisiva in cui Terence Hill ha recitato con la sua voce originale: in tutti i film e le fiction antecedenti a Don Matteo, infatti, i personaggi interpretati da Hill erano sempre stati doppiati.[11]

La prima stagione venne girata nel 1998-1999 e diretta da Enrico Oldoini.
La seconda stagione venne girata nel 2001 e diretta da Andrea Barzini e Leone Pompucci.
La terza stagione venne girata nel 2002 e diretta da Andrea Barzini, Enrico Oldoini e Leone Pompucci.
La quarta stagione venne girata nel 2003-2004 e diretta da Andrea Barzini e Giulio Base.
La quinta stagione venne girata nel 2005-2006 e diretta da Giulio Base, Carmine Elia ed Elisabetta Marchetti.
La sesta stagione venne girata nel 2007-2008 e diretta da Giulio Base, Fabrizio Costa ed Elisabetta Marchetti.
La settima stagione venne girata nel 2009 e diretta da Giulio Base e Lodovico Gasparini.
L'ottava stagione venne girata nel 2011 e diretta da Giulio Base, Carmine Elia, Fernando Muraca e Salvatore Basile.
La nona stagione venne girata nel 2013 e diretta da Monica Vullo, Luca Ribuoli e Jan Maria Michelini.
La decima stagione è stata girata nel 2015[12] e diretta da Jan Maria Michelini, Daniela Borsese e Monica Vullo, la prima messa in onda è avvenuta il 7 gennaio e si è conclusa il 14 aprile 2016[13]. Al termine della decima stagione, Terence Hill annuncia la realizzazione dell'undicesima stagione, le cui riprese si svolgeranno nel corso del 2017.

Questa serie non è tratta da un format straniero[2] ed è stata esportata dalla Rai in vari Paesi, tra cui Slovacchia, Germania, Francia, Finlandia e Australia.[2][14]

Nelle prime sei stagioni il telefilm è stato girato in 14:9[15] e dalla settima stagione viene girato nel formato panoramico 16:9, in alta definizione. L'autore delle musiche è Pino Donaggio.[2] I produttori della serie sono Luca Bernabei[1] e Matilde Bernabei.[10] Il 3 maggio 2012, su Rai Premium andò in onda la quarta puntata del programma Fiction Mania dedicata alla serie Don Matteo.

Location[modifica | modifica wikitesto]

L'ambientazione principale della serie dalla prima all'ottava stagione è stata Gubbio[2] e dalla nona stagione la serie si è spostata a Spoleto.[1]

Nelle prime tre stagioni Gubbio è stata l'unica location del telefilm, anche se i personaggi nella fiction non nominavano esplicitamente la città eugubina ma si limitavano a chiamarla paese. Infatti era intenzione degli autori ambientare la serie nell'Umbria, in provincia, senza indicare un luogo specifico. Solo dalla quarta stagione si è identificato il paese come la città di Gubbio.[16] Si sottolinea ulteriormente che solo i personaggi non pronunciavano esplicitamente Gubbio, mentre l'ambientazione chiariva di quale luogo si trattasse. Ad esempio nel nono episodio della prima stagione, nella scena della foto segnaletica a don Matteo, si può leggere Gubbio sul cartello, oppure all'inizio dell'episodio 14 della terza stagione la speaker nomina esplicitamente Gubbio come sede del torneo di scacchi.

Sono state utilizzate anche alcune location minori in Umbria.

  • Assisi compare brevemente all'inizio del primo episodio della prima stagione Lo straniero, in cui Don Matteo va a comunicare con il vescovo appena tornato dalla sua missione umanitaria, qui viene a sapere di essere stato destinato alla parrocchia di San Giovanni di Gubbio.
  • Perugia nell'episodio della quinta stagione intitolato Una domenica tranquilla.
  • Presso il comune di Narni sono state effettuate alcune riprese della quarta stagione.
  • Bevagna è stata la sede di alcune riprese esterne della sesta e della settima stagione.
  • Presso il comune di Foligno sono state effettuate alcune riprese della settima stagione.
  • A Umbertide, comune dell'altotevere umbro, sono state girate numerose scene, come le riprese esterne dell'Abbazia di Montecorona, e la stazione centrale, considerata in alcune puntate del telefilm la stazione ferroviaria di Gubbio.[17]
  • A Fossato di Vico, la cui stazione è considerata in alcune puntate del telefilm la stazione ferroviaria di Gubbio.[17]
  • Ad Orvieto sono state girate alcune scene della nona stagione.
  • Nella nona e nella decima stagione, nei brevi filmati che precedono le puntate, sono stati mostrati diversi luoghi caratteristici dell'Umbria. In tali filmati, intitolati "I viaggi del maresciallo Cecchini", compaiono diversi personaggi della serie che presentano, con delle gag comiche, diversi luoghi.

Inoltre, a Città del Vaticano è ambientato l'episodio della quarta stagione intitolato Delitto in biblioteca; a Campagnano di Roma è stata girata una parte dell'ottava stagione.

Nel 17° episodio della decima stagione, intitolato L'amico ritrovato, appaiono alcune scene girate a Gubbio, vecchia location della serie.

Il successo della serie e del format[modifica | modifica wikitesto]

La serie ha sempre ottenuto ottimi risultati di ascolto, secondo le rilevazioni statistiche di Auditel.[18][10] In particolare, nel 2004 Don Matteo riuscì a sconfiggere lo show serale del Grande Fratello[19] e, generalmente, nel corso delle varie stagioni,[20] si è sempre aggiudicato la vittoria nella prima serata.
A causa degli ascolti tanto elevati, questo telefilm è stato replicato molto spesso sia durante il periodo estivo, sia durante il periodo invernale. L'utilizzo frequente delle repliche di Don Matteo è stato anche oggetto di polemiche a proposito della riproposizione del telefilm come trasmissione quotidiana nel periodo estivo.

Grazie anche a questo successo, dal format Don Matteo è stato tratto il telefilm polacco Ojciec Mateusz, in onda su TVP1 dal 2008. Il ruolo equivalente a quello di Don Matteo è interpretato da Artur Żmijewski. L'azione della serie si svolge nella città di Sandomierz, che secondo gli autori polacchi assomiglia molto alla città di Gubbio.
Il format è stato inoltre venduto per il mercato russo, dove si è realizzato un adattamento in cui il presbitero è un rappresentante della chiesa ortodossa.[21] La serie si intitola Atec Matvey.[22]

Merchandising[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 1º ottobre 2002, Edizioni San Paolo pubblicò un libro dal titolo Don Matteo: La strategia dello scorpione - La rosa antica (ISBN 88-215-4793-0). Il libro, scritto dalla sceneggiatrice del telefilm Alessandra Caneva, contiene una prefazione di Terence Hill e la trasposizione letteraria dei due episodi omonimi della prima stagione.[23]
  • Dall'aprile del 2004, il settimanale Il Giornalino pubblica delle strisce a fumetti ispirate al telefilm Don Matteo.
  • Nel maggio del 2004, il settimanale TV Sorrisi e Canzoni ha proposto un CD Audio contenente i brani della colonna sonora di Don Matteo, composti da Pino Donaggio. Terence Hill donò il ricavato della vendita di questo cd alla Federazione Italiana Sport Disabili.
  • Il 2 marzo 2005, venne pubblicata un'edizione speciale in DVD-Video dei quattro episodi della prima stagione[24] Anna, La strategia dello scorpione, Il piccolo angelo, In attesa di giudizio.
    Successivamente, Edizioni San Paolo ha distribuito nel mercato home video i cofanetti DVD delle stagioni complete: la prima stagione nel 2007, la seconda nel 2008, la terza nel 2011 e la quarta nel 2014.
  • Dal 17 aprile 2008, il settimanale Oggi ha proposto una collezione di DVD contenenti tutti gli episodi della prima e della seconda stagione della serie, in edizione diversa da quella distribuita nei negozi.
    Dal 10 gennaio 2013 al 20 giugno 2013, il settimanale A sua immagine ha proposto una collezione di DVD distribuiti dalle Edizioni Master, contenenti tutti gli episodi della quarta, quinta e sesta stagione.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2002, nel corso della 42ª edizione del "Festival Internazionale della Televisione" di Monte Carlo, il telefilm Don Matteo ha ottenuto ben due riconoscimenti: Terence Hill miglior attore dell'anno e Alessandro Jacchia miglior produttore europeo dell'anno.[25]
  • Nel 2012 l'ottava stagione ha vinto il 52º Premio Regia Televisiva come miglior fiction.[26]
  • Nel 2014 la nona stagione ha vinto il 54º Premio Regia Televisiva come miglior fiction.[27]
  • Il 28 febbraio 2014 è stata conferita la cittadinanza onoraria di Gubbio a Terence Hill[28] "per aver contribuito a dare prestigio, attraverso la straordinaria interpretazione di 'Don Matteo', al patrimonio architettonico, storico, culturale, sociale della Città; per aver stretto in forma pubblica e privata legami speciali con la comunità eugubina, in tante cerimonie e momenti significativi; per essere esempio di coerenza e impegno morale e civile, riferimento per le generazioni attuali con le proposte della sua carriera cinematografica e televisiva".[29]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Michela Tamburrino, Belen Rodriguez è la sorpresa che attende Don Matteo, in Il Secolo XIX, 8 aprile 2015. URL consultato il 30 giugno 2015.
  2. ^ a b c d e f Stefano Padoan, Don Matteo, l'inossidabile Terence Hill per una serie tv senza rivali, in Kataweb, 23 giugno 2015. URL consultato il 2 luglio 2015.
  3. ^ a b Salvatore Cau, Dalla prima lettera di don Matteo agli eugubini, in Davidemaggio.it, 4 aprile 2013. URL consultato il 26 giugno 2015.
  4. ^ Don Matteo, al via da lunedì le riprese a Gubbio, in Televisionando.it, 21 giugno 2007. URL consultato il 2 luglio 2015.
  5. ^ Scheda di Don Matteo, su Lux Vide – sito ufficiale. URL consultato il 2 luglio 2015.
  6. ^ Grazie a Don Matteo Spoleto sbarca su "Tv Sorrisi e Canzoni", in Tuttoggi.info, 22 gennaio 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  7. ^ Don Matteo, Terence Hill: "Non accetto altri ruoli per proteggere il personaggio. Disponibile alla decima stagione", in Tvblog.it, 23 gennaio 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  8. ^ Terence Hill, "Don Matteo" doveva essere Lino Banfi, in La Stampa, 31 agosto 2009. URL consultato il 26 giugno 2015.
  9. ^ Silvia Fumarola, Le sette vite di Terence Hill: da Trinità a don Matteo, in la Repubblica, 26 novembre 2009. URL consultato il 29 giugno 2015.
  10. ^ a b c d Silvia Fumarola, In dieci milioni per Don Matteo, Hill: "Non è buonista, è come Trinità", in la Repubblica, 9 gennaio 2016. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  11. ^ Chi è Terence Hill, il celebre attore ora in TV nei panni di don Matteo, in ilsussidiario.net, 22 febbraio 2014. URL consultato il 30 giugno 2015.
  12. ^ Tiziana Lupi, Belen Rodriguez sarà in «Don Matteo», in TV Sorrisi e Canzoni, 7 aprile 2015. URL consultato il 29 giugno 2015.
  13. ^ Don Matteo 10 (PDF), in Rai Pubblicità, 27 dicembre 2015. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  14. ^ Antonella Manni, Don Matteo 10, tutto pronto per il primo ciak in Piazza Duomo, in Il Messaggero, 29 maggio 2015. URL consultato il 29 giugno 2015.
  15. ^ Don Matteo – Alberto Trevisan, youtube.com. URL consultato il 26 giugno 2015.
  16. ^ Esclusiva web: Terence Hill presenta "Don Matteo 9", in Rai.tv, 8 gennaio 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  17. ^ a b In realtà Gubbio aveva la sua stazione ferroviaria in via Beniamino Ubaldi 2, oggi non esiste più, solo la rimessa locomotive è presente oggi ed è stato trasformato in un pub. La stazione faceva parte della linea Arezzo-Fossato di Vico chiusa nel 1945 a causa dei bombardamenti della Seconda guerra mondiale.
  18. ^ Paolo Scotti, Boom d'ascolti di Don Matteo. Il segreto? Infonde speranza, in il Giornale, 11 gennaio 2014. URL consultato il 29 giugno 2015.
  19. ^ Gli ascolti di Don Matteo, youtube.com. URL consultato il 24 giugno 2015.
  20. ^ Alberto Puliafito, Ascolti Tv di martedì 29 dicembre 2009 - Don Matteo 6 batte tutti - Striscia e Affari tuoi alla pari, in TVblog.it, 30 dicembre 2009. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  21. ^ Simone Rossi, Successo per fiction Don Matteo a Miptv Cannes, a breve il set a Mosca, in Digital-News, 26 aprile 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  22. ^ Salvatore Cau, Don Matteo: dalla Russia… con amore, in Davidemaggio.it, 11 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  23. ^ Don Matteo – Il libro, amazon.it. URL consultato il 26 giugno 2015.
  24. ^ Don Matteo, dvdvillage.it. URL consultato il 26 giugno 2015.
  25. ^ Terence Hill premiato come miglior attore dell'anno, su Terencehill.com. URL consultato il 7 marzo 2006.
  26. ^ Laura Balbi, I vincitori del Premio Tv 2012, in Fanpage.it, 12 marzo 2012. URL consultato il 26 giugno 2015.
  27. ^ Cecilia Uzzo, Premio Tv 2014, da Insinna a Carlo Conti tutti i vincitori, in Vanity Fair, 10 marzo 2014. URL consultato il 26 giugno 2015.
  28. ^ Terence Hill cittadino onorario di Gubbio, in ANSA, 14 gennaio 2014. URL consultato il 1º febbraio 2016.
  29. ^ Terence Hill è ufficialmente eugubino, in Cronaca Eugubina, 20 gennaio 2014. URL consultato il 1º febbraio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia:
0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione