Premio TV - Premio regia televisiva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Premio Regia Televisiva)
Premio TV - Premio regia televisiva
Logo del programma Premio TV - Premio regia televisiva
Anno 1961 – in corso
Genere Premi
Edizioni 54
Durata 140 min
Presentatore Vari
Regia Vari
Rete Rai 1
Rai HD
Sito web premiotv.rai.it

Il Premio TV - Premio regia televisiva (precedentemente chiamato Oscar TV) è una manifestazione italiana ideata da Daniele Piombi nel 1961, che attribuisce i cosiddetti Oscar TV, decisi da una giuria composta da personaggi della cultura e dello spettacolo che fanno parte dell'Accademia degli Oscar TV.

Nel corso della manifestazione sono state spesso modificate la modalità di assegnazione, la quantità e le fattezze dei premi. Dal 1997 si è adottato il sistema della top ten (riguardante i dieci migliori programmi della stagione), unita a delle categorie speciali:

  • Miglior programma in assoluto
  • Personaggio televisivo femminile dell’anno
  • Personaggio televisivo maschile dell’anno
  • Personaggio rivelazione televisiva dell’anno
  • Miglior fiction
  • Miglior tg/trasmissione di approfondimento
  • Miglior trasmissione Web (dal 2014)

Gli Oscar Tv sono l'equivalente televisivo del premio David di Donatello per il cinema, del premio UBU per il teatro, e del Festival di Sanremo per la musica, in Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Premio regia televisiva è un premio ideato da Daniele Piombi nel 1960. In Italia è stato il primo riconoscimento ufficiale dato ai programmi della televisione.

Daniele Piombi ebbe la grande intuizione dell'importanza che la televisione stava acquisendo in quel periodo. Tornando a Reggio Emilia e parlando con l'amico Sandro Gasparini nacque l’idea di inviare un tagliando ai giornalisti che si occupavano di tv sui maggiori quotidiani e settimanali italiani.

La televisione era ormai un fenomeno di massa, al punto che ogni quotidiano ed ogni settimanale annoverava tra i suoi giornalisti un critico o un esperto di tv. Insieme a Gasparini, Piombi inviò trenta tagliandi ad altrettanti giornalisti, attraverso i quali si chiedeva quale fosse, a loro parere, la miglior regia televisiva dell'anno. La cerimonia di premiazione si svolse nel 1960 all’hotel Astoria, con il patrocinio dell'Ente per il turismo di Reggio Emilia. Alla cerimonia presero parte critici e registi del calibro di Antonello Falqui, Sandro Bolchi, Enzo Trapani, Romolo Siena e Gianmaria Tabarelli.

La prima edizione ebbe grande successo, così come quella successiva. L’anno successivo la manifestazione si trasferì nella località turistica termale di Salsomaggiore Terme.

Dal 1962 al 1980 il Premio regia televisiva si allargò dai registi ai conduttori; la RAI riprese per la prima volta la manifestazione di Salsomaggiore, alla quale parteciparono Mike Bongiorno, Alighiero Noschese, Corrado, Walter Chiari, Sandra Mondaini, Raimondo Vianello, Raffaella Carrà e i cantanti di Canzonissima.

Un ulteriore svolta si ebbe nel 1969: Gigi Vesigna, giornalista di TV Sorrisi e Canzoni (del quale sarebbe poco dopo diventato direttore), propose la collaborazione con il noto settimanale. Così al premio della critica si affiancò quello dei lettori di TV Sorrisi e Canzoni, che, sponsorizzando anche la manifestazione, assicurò al Premio anche la presenza di alcuni divi internazionali.

Quindi dal 1969, al fianco della manifestazione ufficiale di Salsomaggiore - mediante la quale con il voto di alcuni giornalisti ed addetti ai lavori si premiavano i migliori programmi televisivi - si affiancò il responso della giuria popolare composta dai lettori di TV Sorrisi e Canzoni, che potevano esprimere le loro preferenze inviando alla redazione un'apposita scheda pubblicata sullo stesso giornale. TV Sorrisi e Canzoni organizzò a Salsomaggiore una serata di gala nel corso della quale i divi preferiti dai lettori furono premiati con una speciale targa d'oro. Alla prima serata di gala organizzata da Tv Sorrisi e Canzoni a Salsomaggiore furono premiati Pippo Baudo (per la trasmissione Settevoci) e Serge Reggiani (come Personaggio Televisivo dell’Anno).

Nel 1981 il Premio regia televisiva - ormai comunemente chiamato "Oscar Tv" - giunto alla sua 21ª edizione, ebbe una svolta: la manifestazione si trasferì in Sicilia, precisamente a Giardini-Naxos.

Nel 1984 avvenne il divorzio da TV Sorrisi e Canzoni: il popolare settimanale era stato acquistato da Silvio Berlusconi, presidente della Fininvest, e concorrente della RAI. Gigi Vesigna organizzò per il settimanale un proprio premio, oggi conosciuto come il Gran Premio Internazionale dello Spettacolo (i cosiddetti "Telegatti").

Nel 1991 l’Oscar Tv, dopo dieci edizioni a Giardini Naxos, si trasferì a Milazzo, e qui si tenne per due edizioni consecutive (1991, 1992).

Nel 1993 la manifestazione fu riproposta nuovamente a Giardini Naxos mentre nel 1994 era ad Agrigento.

Nel 1995 la struttura del Palazzo dei Congressi della città venne dichiarata non agibile, portando ad un ulteriore cambio di location. In fretta e furia (mancavano otto giorni alla premiazione) il programma si trasferì quindi a Trapani.

A partire dal 1995 il presidente dell’Accademia del Premio regia televisiva è Gigi Vesigna (che, lasciata la direzione di TV Sorrisi e Canzoni, divenne editorialista di Famiglia Cristiana).

Nel 1996 - dietro consiglio dell'allora direttore di Rai 1 Brando Giordani - il premio si trasferì al teatro Ariston in Sanremo dove, grazie alla maestosità delle scenografie utilizzate qualche settimana prima per il Festival della Canzone Italiana di Sanremo, la manifestazione acquistò maggiore prestigio. Dal 1996 la serata va in onda rigorosamente in diretta su Rai 1, con la conduzione affidata ai più importanti volti della Rai.

A partire dal 2007, a causa di una lunga diatriba con l'Academy Award di Los Angeles, non è più possibile definire il Premio regia televisiva "Oscar TV". Dal 2006 i componenti dell’Accademia dell’Oscar TV hanno valutato oltre che i programmi delle reti in chiaro, anche quelli trasmessi via satellite e sul digitale terrestre, e da allora si iniziano a vedere alcuni premi assegnati a programmi o reti non legati al "duopolio".

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La trasmissione più premiata in assoluto nella storia degli Oscar della TV è Striscia la notizia (Canale 5) che ha collezionato, dal 1994 al 2015, 25 premi e detiene quindi il record di programma più celebrato. Segue poi il Festival di Sanremo (Rai Uno) che ha ricevuto ad oggi 17 riconoscimenti, l'ultimo nel 2015. Immediatamente dopo seguono Ballando con le stelle con 12 premi, Le Iene con 11 premi, e a pari merito Porta a porta e L'eredità, che hanno ottenuto 8 premi ciascuno.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Anno Trasmissione dell'anno Personaggio maschile Personaggio femminile Personaggio rivelazione Presentatore Sede Auditel
1961 N.D. rowspan="35" | Daniele Piombi Salsomaggiore N.D.
1962
1963
1964
1965
1966
1967
1968
1969
1970
1971
1972
1973
1974
1975
1976
1977
1978
1979
1980
1981 Giardini Naxos
1982
1983
1984 Raffaella Carrà Angela Molina
1985 Quelli della notte Pippo Baudo e Renzo Arbore
1986 Spot Enrica Bonaccorti Elisabetta Gardini
1987 Fantastico Lorella Cuccarini
1988
1989 Piero Chiambretti Amadeus
1990 Donatella Raffai Maurizio Battista
1991 Alba Parietti Gad Lerner Milazzo
1992 Avanzi Serena Dandini Il cast di Avanzi
1993 Milano, Italia - Rai 3 Gad Lerner Valeria Marini
1994 Quelli che il calcio - Rai 2 Fabio Fazio Agrigento
1995 Amadeus Enzo Iacchetti Trapani
1996 Gigi Proietti (non assegnato) Paolo Bonolis e Daniele Piombi Sanremo
1997 Anima mia - Rai 2 Fabio Fazio Natalia Estrada Claudio Baglioni Daniele Piombi con Antonella Clerici e Federica Panicucci 5.700.000 (21,50%)
1998 Il racconto del Vajont - Rai 2 Licia Colò Marco Paolini Daniele Piombi con Wendy Windham e Federica Panicucci 4.685.000 (18,46%)
1999 Le iene Teo Teocoli Simona Ventura Gianni Morandi Daniele Piombi 6.658.000 (26,40%)
2000 Striscia la notizia - Canale 5 La macchina del tempo - Rete 4 Alessia Marcuzzi Giorgio Panariello 5.757.000 (22,71%)
2001 Stasera pago io - Rai 1 Fiorello Iva Zanicchi Paola Cortellesi Milly Carlucci con la partecipazione di Daniele Piombi 6.986.000 (27,93%)
2002 Torno sabato - Rai 1 Giorgio Panariello Simona Ventura Maurizio Crozza 6.328.000 (24,53%)
2003 Zelig - Canale 5 Fiorello Michelle Hunziker Luisa Corna Amadeus con la partecipazione di Daniele Piombi 7.331.000 (27,71%)
2004 Affari tuoi - Rai 1 Paolo Bonolis Simona Ventura Irene Pivetti 7.735.000 (26.31%)p.p.6.474.000 (35.52%) s.p.
2005 Michelle Hunziker Max Giusti 5.040.000 (26,06%)
2006 L'Eredità - Rai 1 Ezio Greggio Simona Ventura Pupo Milly Carlucci con la partecipazione di Daniele Piombi e Max Giusti 5.763.000 (24,17%) p.p. 3.820.000 (26,21%)s.p.
2007 Striscia la notizia - Canale 5 Gerry Scotti Michelle Hunziker Flavio Insinna Antonella Clerici con la partecipazione di Daniele Piombi 6.432.000 (26,63%)
2008 I migliori anni - Rai 1 Carlo Conti Francesco Facchinetti Milly Carlucci con la partecipazione di Daniele Piombi 3.545.000 (18,88%)
2009 Ballando con le stelle - Rai 1 Caterina Balivo Carlo Conti con la partecipazione di Daniele Piombi 4.495.000 (23,84%)
2010 Antonella Clerici (non assegnato) 6.352.000 (26,46%)
2011 Ti lascio una canzone - Rai 1 Claudio Bisio Luciana Littizzetto Belén Rodríguez Fabrizio Frizzi con la partecipazione di Daniele Piombi e Hoara Borselli 4.897.000 (19,91%)
2012 Il più grande spettacolo dopo il weekend - Rai 1 Fiorello Geppi Cucciari Rocco Papaleo Carlo Conti con la partecipazione di Daniele Piombi 5.707.000 (22,77%)
2013 Tale e Quale Show - Rai 1 Fabio Fazio Luciana Littizzetto Virginia Raffaele Fabrizio Frizzi con la partecipazione di Daniele Piombi 4.643.000 (18,55%)
2014 Affari tuoi - Rai 1 Carlo Conti (non assegnato) 3.887.000 (16,28%)
2015 Tale e quale show - Rai 1 Maria De Filippi Frank Matano Roma 4.616.000 (19,98%)

Classifica Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Numero Premi TV vinti
Antonio Ricci 32
Ezio Greggio 31
Enzo Iacchetti 29
Carlo Conti 25
Michelle Hunziker 23
Fabio Fazio 21
Paolo Bonolis 15
Ficarra e Picone 14

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione