Luisa Corna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luisa Corna
Luisa Corna.jpg
Luisa Corna nel 2008
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Blues
Rock
Periodo di attività musicale1992 – in attività
Etichettawww.joeejoe.com
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale
Luisa Corna
Altezza176 cm
Misure92-63-92[1]
OcchiNocciola
CapelliNeri

Luisa Corna (Palazzolo sull'Oglio, 2 dicembre 1965) è una cantante, conduttrice televisiva, attrice ed ex modella italiana.

Come cantante ha partecipato al Festival di Sanremo 2002 in coppia con Fausto Leali e ha pubblicato tre dischi; come conduttrice televisiva ha condotto fra gli altri i programmi Tira & Molla, Notti mondiali, Sì sì è proprio lui, Sognando Las Vegas e Domenica in; come attrice ha recitato nel film Al momento giusto di Giorgio Panariello e nella fiction Ho sposato uno sbirro e in Teatro al fianco di Giorgio Albertazzi in "Mami, Pappi e Sirene in Magna Grecia".

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera studiando canto e solfeggio, prima al C.P.M. (Centro Professione Musica) di Milano e successivamente con vari insegnati privati. A diciotto anni si trasferisce a Milano dove conosce il gruppo musicale “Tequila Band”, con il quale collaborerà per molti anni sperimentando vari generi musicali. Oltre alla scuola di canto, sempre a Milano, inizia a studiare dizione e recitazione prima al C.T.A. (Centro Teatro Attivo) ed in seguito presso il C.S.A. (Centro Studio Attori). Nello stesso periodo collabora con l'Agenzia "Fashion Model Management" sfilando per Dolce & Gabbana, Mariella Burani e Missoni, e posando per fotografi come Fabrizio Ferri e Helmut Newton[2], comparendo anche in alcuni spot pubblicitari sia in italia che all'estero.[2]. Nel 1991 ha partecipato al Festival di Castrocaro per i giovani talenti, arrivando seconda con il brano Dove vanno a finire gli amori, scritto da Depsa[2].

Il successo[modifica | modifica wikitesto]

Nel biennio 1997-98 è stata cantante fissa di Domenica in[2] e nel 1998 ha affiancato Giampiero Ingrassia nella conduzione di Tira & Molla, programma che l'ha vista anche nella veste di cantante[2]. Sempre nel 1997 ha fatto un'apparizione nel ruolo della dea Kālī nel film Nirvana di Gabriele Salvatores[3]. Dal 1999 al 2002 è stata la presenza femminile fissa nel programma sportivo Controcampo, accanto a Sandro Piccinini[2]. Nello stesso periodo ha recitato nel film Al momento giusto, di e con Giorgio Panariello (2000), nel ruolo della bella fotoreporter Lara[2] e nel 2001 ha condotto dal Teatro Ariston Sanremo si nasce, insieme a Michele Cucuzza e Massimo Lopez[2]. Ha posato per il calendario 2002 della rivista Capital[4] e per quello del 2003 di Panorama[5].

Nel 2002 ha partecipato, come cantante in gara in coppia con Fausto Leali, al Festival di Sanremo 2002 con la canzone Ora che ho bisogno di te, classificandosi al quarto posto[2], e ha condotto dapprima Notti Mondiali, insieme a Marco Mazzocchi e Giampiero Galeazzi, poi Sì sì è proprio lui, varietà per la regia di Pier Francesco Pingitore dedicato alla scoperta di nuovi comici e imitatori.[6] Nel 2003 riceve il Premio Regia Televisiva per il personaggio rivelazione dell'anno. Sono state ancora sue le conduzioni delle edizioni dal 2002 al 2006 di Napoli prima e dopo, programma musicale dedicato alla musica partenopea[2]; di Sognando Las Vegas nel 2003, varietà televisivo del sabato sera in 7 puntate nel quale ha duettato con personaggi del calibro di Dionne Warwick, Gloria Gaynor e Salomon Burke.

[7]; del premio Grolla d'oro, in onda su Rai Uno da Saint-Vincent.

Giorgio Albertazzi nel 2004 l'ha voluta nel ruolo della maga Circe in una versione teatrale dell'Odissea, in cui ha dato la voce anche ai canti delle sirene[2]. Nello stesso anno ha prestato la sua voce anche al personaggio di Lola in Shark Tale, che nella versione originale è doppiato da Angelina Jolie[2][8]. Ha condotto: nel 2004, 2005 e 2007 su Rai 1 il Premio Barocco[2]; nel 2005, dal teatro di Taormina, La Kore, kermesse dedicata ai stilisti italiani, in coppia con Valeria Marini[2]; e ancora nel 2005 il David di Donatello, insieme a Mike Bongiorno[9].

Il 31 marzo 2006 è uscito il suo primo disco, intitolato Acqua futura, contenente undici canzoni, tra cui la title track scritta con Gatto Panceri, L'ultima luna scritta da Renato Zero e Santa vita cover di St Teresa di Joan Osborne[10]. Nell'edizione 2006-07 di Domenica in… L'arena ha duettato con cantanti di diversi generi musicali nella sua sezione canora all'interno del programma. Nelle successive edizioni 2007-08 e 2008-09 la sua sezione canora è stata spostata in Domenica in… Rosa[11]. Ha recitato con Flavio Insinna nella fiction Ho sposato uno sbirro (2008) e nel sequel Ho sposato uno sbirro 2 (2010), nel ruolo del pubblico ministero Lorenza Alfieri[2]. Sempre nel 2006, sull’isola di Lampedusa, canta al concerto del festival musicale “O’Shià” organizzato da Claudio Baglioni. Mentre con Tony Hadley, il frontman degli Spandau Ballet, incide l’opera musicale “I miss you”, colonna sonora del film “Russian Beauty”. Inoltre, l’incontro delle loro voci darà vita ad un’inedita versione dello storico brano del cantante inglese “Through the barricades”.

Nel 2007 partecipa al Gran galà dello Zecchino d'Oro, in diretta su Rai 1 dall'Antoniano di Bologna, cantando Lo scriverò nel vento, brano classificatosi al secondo posto. Nelle estati 2007-08-09-10 è partito il tour Acqua futura, in cui oltre ai suoi brani ha proposto una carrellata di canzoni attinte dal repertorio di artisti con i quali ha collaborato. Nel 2010-11 è stata protagonista del musical Pirates, con la regia di Maurizio Colombi. Durante le festività del Natale 2011 e 2012, Luisa si esibisce in un tour di 10 concerti nelle chiese della Capitale, un incontro che unisce alcuni classici del gospel ai canti religiosi. Nel novembre 2010 pubblica il suo secondo album Non si vive in silenzio, contenente 2 sillabe, brano suonato da Alex Britti, e diverse cover tra cui la title track di Gino Paoli e Corri e vai, versione italiana di Run Baby Run di Sheryl Crow. Il disco è pubblicato dall'etichetta discografica Joe&Joe[12].

Luisa Corna alla tappa di Rosolina Mare (Rovigo), del Festival Show 2013

Nel 2012 partecipa al talent di Rai 1 Tale e quale show nelle vesti di Renato Zero (prima puntata), Mina (seconda puntata), Whitney Houston (terza puntata) e Liza Minnelli (quarta e ultima puntata); in seguito partecipa al torneo dei campioni del programma interpretando Amii Stewart (prima puntata), Mariah Carey (seconda puntata) e Rita Pavone (terza puntata), mentre nella quarta e ultima puntata riprende le vesti di Whitney Houston. Durante le festività Natalizie del 2012 e del 2013, in alcune Chiese e Carceri laziali, tiene alcuni concerti proponendo un repertorio musicale che unisce i classici del Gospel americano ai canti Religiosi italiani. Nel 2013 esce il CD “Capo Verde terra d’amore”, un progetto musicale che raccoglie canzoni del repertorio capoverdiano adattate in lingua italiana.

Nelle estati 2011-12-13 ha realizzato il tour Non si vive in silenzio. Nel 2013 viene scelta per la conduzione di Festival Show, spettacolo itinerante di Radio Birikina e Radio Bella & Monella che da giugno a settembre ha toccato le principali località del triveneto con spettacolo finale a Verona in Piazza Bra. Dal 2013 al 2017 Luisa si è esibita al Teatro Manzoni di Milano con lo spettacolo di musica e comicità " Derby Cabaret" ideato da Maurizio Colombi.

Durante le festività Natalizie del 2014 la cantante partecipa al concerto “Pacem in terris” dedicato a Papa Francesco. La serata è organizzata nella Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma ed è diretta dal Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli con l’accompagnamento dell’Orchestra Sinfonica Marco d’Aquila.

Poi prende parte come cantante a Il grande match su Rai 1 in occasione del Campionato europeo di calcio 2016.Nello stesso anno è protagonista della mostra fotografica “Love me Love me not” esposta a Londra e a Beirut. Gli scatti del fotografo libanese Nijad Abdul Massih esprimono un messaggio contro la violenza sulle donne dall’Occidente al Medio Oriente. A fine 2016, incide con il tenore latino-americano Joaquin Iglesias il brano “Tu così mi ucciderai”, scritta e prodotta dal pluripremiato Maestro Daniel Victor, già vincitore di  Grammy Awards. A giugno 2017 esce “Angolo di cielo”, scritto dalla stessa artista in collaborazione con Marco Colavecchio, Michele Pio Ledda e Gabriele Oggiano. Nella stessa estate collabora al progetto musicale “Prometheus e Pandora” del grande Sananda Maitreya, compositore di brani storici come “Sign your name”, “Holding on to you” e “Divina”. Dalla fusione delle loro voci nasceranno “It’s been a long time”,  “If you lived here” e “I don’t know how to love”, tratto dallo storico Musical “Jesus Christ Superstar”.  In seguito a questo progetto musicale, nel 2018, vive una stagione intensa di live. Infatti, oltre al suo tour estivo dal titolo “Angolo di cielo”, collabora anche nel nuovo tour italiano di Sananda Maitreya “The Fallen Angel Tour”. L’8 marzo del 2018, in onore di tutte le donne, pubblica il nuovo singolo “Col tempo imparerò”, l’ultimo brano cantato da Mia Martini e uscito postumo alla sua scomparsa. Luisa, che collabora da diversi anni con l’Associazione “Minuetto Mimì Sarà”, presieduta da Vincenzo Adriani e da Leda Bertè, decide di registrarla come un omaggio sentito ad una delle nostre artiste più significative e a tutto l’universo femminile.

Nel 2019 pubblica il libro Tofu e la magia dell'arcobaleno arricchito dalla collaborazione di Annalisa Minetti[13] ed inoltre prenderà vita un nuovo tour estivo decisamente innovativo con la Big Band Dolphin J. Orchestra, un organico che vanta diciassette musicisti diretti dal Maestro Massimiliano Bucci.

Nel 2021 viene alla luce il suo terzo album dal titolo “Le cose vere”, con l'uscita dei due singoli: “Senza un noi”, di Riccardo Brizi con l’arrangiamento di Cesare Chiodo, e “Come un uomo”, scritto da Luisa e Riccardo Brizi. Sempre nel 2021 presta la sua voce nel cortometraggio "La vita... il dono dei doni" sulle manovre salvavita[14] girato presso l'Università Campus Bio-Medico di Roma. Nel 2022, oltre al consueto Tour estivo prende parte, insieme ad Annalisa Minetti, all'Hit Parade Summer Tour di Marcello Cirillo e Demo Morselli.[15]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Fidanzata dal 1993 per 10 anni con l'ex calciatore dell'Inter Aldo Serena, poi per un anno con il cantante Alex Britti[16] e successivamente con l'attore e modello Valerio Foglia Manzillo[17], si è quindi fidanzata con Stefano Giovino, un ufficiale dei carabinieri[18].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Programmi TV[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

  • Shark Tale, regia di Bibo Bergeron, Vicky Jenson e Rob Letterman (2004) - voce italiana di Lola

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La donna più bella d'Italia è Martina Colombari, su news2000.libero.it (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2003).
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Biografia di Luisa Corna dal suo sito ufficiale, su luisacorna.it. URL consultato il 6 ottobre 2010 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2011).
  3. ^ Scheda del film Nirvana, su Corriere della Sera. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  4. ^ Con Luisa Corna a Romagnano, in La Stampa, 26 gennaio 2002, p. 45.
  5. ^ Buongiorno, in La Stampa, 13 novembre 2002, p. 2.
  6. ^ Roberto Fedi, Articolo su Sì sì è proprio lui, su drammaturgia.it, 25 ottobre 2002. URL consultato il 31 dicembre 2022 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2012).
  7. ^ Scheda di Sognando Las Vegas, su teche.rai.it. URL consultato il 22 marzo 2016.
  8. ^ Massimo Borriello, L'esperienza acquatica dei doppiatori di Shark Tale, in movieplayer.it, 22 febbraio 2005. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  9. ^ David 2005, la festa del cinema italiano Grande sfida Ozpetek-Veronesi
  10. ^ a b Acqua futura
  11. ^ Pagina su Domenica In, su encanta.it. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  12. ^ Luisa Corna - Non si vive in silenzio, il nuovo album della sexy showgirl, in direttanews.it, 6 ottobre 2010. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  13. ^ Luisa Corna: "Tofu e la magia dell'arcobaleno", su lastampa.it.
  14. ^ Arresto cardiaco. Quei 30 gradi che salvano la vita in gravidanza, su HealthDesk. URL consultato il 4 agosto 2022.
  15. ^ Hit Parade Summer Tour, su vignaclarablog.it.
  16. ^ Luisa  Corna
  17. ^ Tgcom - Corna, un amore con i guantoni, su tgcom24.mediaset.it. URL consultato il 22 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2014).
  18. ^ Massimo Laganà, Luisa Corna e il suo fidanzato carabiniere: “Io e Stefano Giovino siamo innamorati da sette anni... e ora ci sposiamo!”, in Oggi, 15 giugno 2021.
  19. ^ "Non si vive in silenzio" il nuovo album di Luisa Corna, in La Stampa, 4 ottobre 2010. URL consultato il 3 marzo 2021.
  20. ^ Claudio Andrizzi, Il grande amore di Luisa Corna «La musica, la mia dimensione», in Bresciaoggi, 9 febbraio 2021. URL consultato il 3 marzo 2021.
  21. ^ Fabrizio Basso, Luisa Corna ci ricorda il valore degli sguardi in Come un Uomo: il video, in Sky TG24, 22 giugno 2021. URL consultato il 24 giugno 2021.
  22. ^ concorrente nel 1991, conduttrice nel 2005
  23. ^ Scheda film Nivana su IMDB, su imdb.com. URL consultato il 15 marzo 2019.
  24. ^ Scheda film Al momento giusto su IMDB, su imdb.com. URL consultato il 27 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN232828017 · ISNI (EN0000 0004 0785 3831 · SBN CAGV412558 · WorldCat Identities (ENviaf-232828017