Giampiero Ingrassia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giampiero Ingrassia (Roma, 18 novembre 1961) è un attore, cantante e conduttore televisivo italiano, figlio dell'attore Ciccio Ingrassia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frequenta nel 1983 il Laboratorio di Esercitazioni Sceniche diretto da Gigi Proietti diplomandosi nel 1985. Attore eclettico, ha dedicato la sua carriera quasi interamente al teatro, con lavori di Neil Simon, Andrew Lloyd Webber, Alan Menken, Angelo Longoni, Duccio Camerini, Giancarlo Lucariello, Murray Schisgal, Dino Scuderi, Nora Ephron, Edoardo Erba, Marvin Hamlisch e moltissimi altri.[1]

Nel corso della sua carriera ha lavorato con grandi nomi dello spettacolo italiano e internazionale come: Gigi Proietti, Anthony Hopkins, Sergio Fantoni, Mattia Sbragia, Daniele Formica, Tosca, Saverio Marconi, Luca Zingaretti, Giuseppe Cederna, Marina Massironi, Flavio Insinna, Nicola Piovani e Giorgio Albertazzi.

È stato uno dei protagonisti del telefilm Classe di ferro (1989-1991), nel ruolo di Antonio Scibetta.

In televisione, oltre che come attore in fiction, è apparso come conduttore in trasmissioni come Matinée (2007), Campioni di ballo (1999), Tira & Molla (1998), trasmissione nella quale era anche interprete della sigla prima con Luisa Corna e poi con Elisabetta Pellini, Beauty Center Show (1983). Ha inoltre preso il posto del padre, in quel momento convalescente per un'operazione, al fianco di Franco Franchi per quasi tutte le puntate del varietà Grand Hotel (1985).

Grande appassionato e cultore di Hard rock e Heavy metal, è stato il cantante di diverse rock band.

Il 19 febbraio 2013 la moglie Barbara Cosentino, a 48 anni, muore a seguito di un malore mentre stava sciando a Roccaraso con la figlia; l'attore quel giorno era in scena a Napoli per la versione italiana di un musical ispirato alla celebre commedia Frankenstein Junior di Mel Brooks.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Conduzioni televisive[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Regia teatrale[modifica | modifica wikitesto]

  • Colpevoli (2011)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giampiero Ingrassia, su termometropolitico.it. URL consultato il 27/12/2018.
  2. ^ Giampiero Ingrassia: "Mia moglie è morta d'infarto. Avrei dato la vita per lei", su huffingtonpost.it. URL consultato il 28/11/2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]