Bresciaoggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bresciaoggi
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità quotidiano
Genere stampa locale
Formato berliner
Fondazione 1974
Sede Via Eritrea, 20/a-b I - 25126 Brescia
Editore Athesis
Direttore Maurizio Cattaneo
Redattore capo Marco Bencivenga
Sito web
 

Bresciaoggi è uno dei due quotidiani di Brescia e provincia, insieme al Giornale di Brescia.

Fa parte del gruppo Athesis, tramite la sub-holding Edizioni Brescia S.p.A. Il giornale, nato nell'aprile 1974 e sopravvissuto negli anni '70 e '80 come cooperativa dopo che il fondatore, l'industriale bresciano Luigi Lucchini, aveva deciso di non continuare la pubblicazione dopo il primo anno, ha avviato al giornalismo numerosi professionisti e pubblicisti. Tra i più famosi Riccardo Venchiarutti, il caporedattore dell'edizione bresciana de Il Corriere della Sera, Massimo Tedeschi, l'ex vicedirettore de L'Espresso Massimo Muchetti, Elia Zamboni e Maurizio Belpietro.

Fino al 2016 era collegata al quotidiano la televisione locale Brescia.TV, i cui studi erano ospitati nella sede del medesimo giornale in via Eritrea a Brescia dove un tempo c'erano gli impianti di stampa del 'vecchio' Bresciaoggi (cioè di quello prima dell'acquisizione da parte de L'Arena) per alcuni anni editore anche di Bergamoggi (testata gemella diffusa sul territorio orobico, con cui condivideva le pagine nazionali). Brescia.Tv appartiene a un altro editore e la stampa di Bresciaoggi avviene, assieme ad altre testate del Gruppo, nel Veronese.

Bresciaoggi è stato edito dal 1975 dalla Cooperativa Editoriale 28 luglio, formata da giornalisti e poligrafici, fino al 1990, anno in cui è avvenuta la cessione al gruppo Athesis a seguito di un'assemblea, che aveva scartato all'unanimità l'ipotesi di vendita al gruppo Longarini. Il giornale, connotato nei primi due decenni di vita da un più chiaro orientamento di centro-sinistra, è andato perdendo negli ultimi anni questa impronta politica e si propone come testata d'informazione indipendente.

Bresciaoggi ha un sito web ed è presente sui social Facebook e Twitter.

La raccolta pubblicitaria per il quotidiano viene effettuata da Publiadige srl concessionaria anche per L'Arena di Verona, Il Giornale di Vicenza e l'Adige di Trento e l'edizione bresciana del Corriere della sera.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]