Enciclopedia bresciana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enciclopedia Bresciana
Logo Enciclopedia Bresciana 20140608.png
Autorea cura di Antonio Fappani
1ª ed. originale1972
Genereenciclopedia
Lingua originaleitaliano

L'Enciclopedia bresciana è una enciclopedia, nata dall'idea di Antonio Fappani, monsignore e storico della cultura bresciana.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Autore di ben oltre 540 pubblicazioni, il Fappani la realizzò nei primi anni settanta, a celebrazione dell'allora ormai prossimo 80° di fondazione de "La Voce del Popolo" (1893-1973). Fu pubblicata a fascicoli inseriti nel settimanale bresciano: il primo fascicolo è del 1º dicembre 1972. In seguito furono editi interi volumi, fino al 1987; dopo quattro anni di interruzione, fu pubblicato l'VIII volume nel 1991.

L'opera completa è di 22 volumi, l'ultimo dei quali pubblicato nel 2007, e comprende 51.324 voci.

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

L'enciclopedia è suddivisa in un totale di ventidue volumi, ordinati in successione alfabetica con anno di prima edizione. L'elenco completo è il seguente:

  • I: A - B (1974)
  • II: C - Cont (1974)
  • III: Conv - E (1978)
  • IV: F (1981)
  • V: G - Gn (1982)
  • VI: Gnu - I (1985)
  • VII: J - L (1987)
  • VIII: M - Masi (1991)
  • IX: Masn - Mo (1992)
  • X: Morg - Ol (1993)
  • XI: Om - Pala (1994)
  • XII: Palc - Pe (1996)
  • XIII: Ph - Po (1996)
  • XIV: Pr - Re (1997)
  • XV: Rh - Sac (1999)
  • XVI: Sad - Sch (2000)
  • XVII: Sci - Son (2001)
  • XVIII: Sop - Ti (2002)
  • XIX: Tie - Ud (2004)
  • XX: Ue - Ve (2005)
  • XXI: Vet - Vu (2007)
  • XXII: W - Z (2007)

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione corrente è quella che va dal 1974 al 2007, con ISBN 978-88-614-6003-4. Al momento per i volumi esauriti non sono previste ristampe, ma è possibile richiedere copie anastatiche.

Versione on-line[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015, in seguito ad uno studio di fattibilità nato da un'intuizione dello stesso Antonio Fappani, è iniziato il processo di digitalizzazione dell'Enciclopedia Bresciana, che è in corso d'opera (nel 2020 comprendeva 41.076 voci) e si trova online sul sito enciclopediabresciana.it.[1][2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enciclopedia Bresciana, prodigio digitale, in Bresciaoggi, 2 giugno 2015. URL consultato il 21 aprile 2021.
  2. ^ Filmato audio Enciclopedia bresciana online, Teletutto, 1º giugno 2015. URL consultato il 21 aprile 2021. Ospitato su Giornale di Brescia.
  3. ^ Il futuro digitale dell'Enciclopedia bresciana] (PDF), su civiltabresciana.it, Fondazione Civiltà Bresciana. URL consultato il 21 aprile 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Fappani, Enciclopedia Bresciana, 22 voll, Brescia, La Voce del Popolo (Fondazione Opera Diocesana S. Francesco Di Sales), 1974-2007, ISBN 9788861460034

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]