Vatican News

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vatican News
StatoCittà del Vaticano Città del Vaticano
Lingualatino, italiano, e oltre 30 altre lingue.
Periodicitàquotidiana
Formatoon line
Fondazione16 dicembre 2017
Distribuzione
cartacea
Edizione cartaceano
multimediale
Edizione digitale
Sito webwww.vaticannews.va/it.html
 

Vatican News è una testata giornalistica on line della stampa ufficiale della Città del Vaticano[1]. Ha sede nello Stato della Città del Vaticano in piazza Pia n. 3, sede anche della Radio Vaticana.

La lingue delle edizioni sono trentaquattro.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Vatican News debutta il 16 dicembre 2017, due anni e mezzo dopo il 27 giugno 2015, data in cui, con Motu proprio, Papa Francesco istituisce la Segreteria per la Comunicazione[2], oggi Dicastero per la Comunicazione, con lo scopo di unificare e ottimizzare la comunicazione vaticana.

Vatican News, superando il concetto di semplice convergenza digitale, intende rispondere e in un certo senso anticipare, i continui cambiamenti di luogo e forma della comunicazione[1]. Si esprime ed interagisce su un piano multilinguistico, multiculturale, multicanale, multimediale e multidevice.

La gestione è affidata al Dicastero per la comunicazione della Curia romana. Il direttore editoriale è Andrea Tornielli. Dal 2 settembre 2019, Massimiliano Menichetti è il responsabile della testata Radio Vaticana - Vatican News.

Redazione[modifica | modifica wikitesto]

L'offerta è stata creata nello stile di una rivista online e suddivisa in quattro temi: il Papa, la Santa Sede, le Chiese locali e la Chiesa cattolica universale.

Vatican News impiega uno staff di 650 persone, più della metà delle quali ha lavorato in precedenza alla Radio Vaticana.[3]

L'editore era inizialmente composto da sei sezioni linguistiche (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e portoghese). Tuttavia, in seguito sono state aggiunte più di 30 lingue.[1] I redattori creano insieme tutti i contenuti.[4]

Oltre ai testi presenti sul sito web ufficiale e sulle pagine dei social media, è ancora disponibile una serie di servizi radiofonici. Un programma in italiano può essere ascoltato in FM a Roma con il nome di Radio Vaticana Italia e in DAB+ in tutta Italia. Ci sono anche pubblicazioni video e trasmissioni in diretta.[4]

Obiettivi[modifica | modifica wikitesto]

Il portale vuole rispondere “sempre meglio alle esigenze della missione della Chiesa” nella cultura contemporanea, con l’obiettivo di “comunicare il Vangelo della misericordia a tutte le genti” nelle diverse culture. Criterio guida è “quello apostolico, missionario, con una speciale attenzione alle situazioni di disagio, di povertà, di difficoltà” [5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Chi siamo, su vaticannews.va.
  2. ^ Istituzione della Segreteria per la Comunicazione, su w2.vatican.va.
  3. ^ Günther Haller: Der Sender des Papstes spricht nicht mehr zu uns. In: Die Presse. 5. Januar 2018. Feuilleton. Seite 23..
  4. ^ a b Ludwig Ring-Eifel (16 de dezembro de 2017). Aus Radio Vatikan wird Vatican News. Interview mit Pater Bernd Hagenkord über die Medienreform des Papstes, su medienkorrespondenz.de.
  5. ^ Discorso di Papa Francesco alla plenaria di SPC, 4 maggio 2017

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]