L'Avvisatore Marittimo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'Avvisatore Marittimo
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàsettimanale
Generenazionale
Formatostandard
Fondazione1919
Inserti e allegatiLinee Regolari dai Porti Italiani (trimestrale)
SedePiazza Piccapietra, 21 - 16121 Genova
EditoreGEDI Gruppo Editoriale
Sito web
 

L'Avvisatore Marittimo è un settimanale marittimo di Genova, a diffusione nazionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sin dagli ultimi decenni dell'Ottocento era stato installato sul colle di Carignano, a Genova, un posto di osservazione dotato di cannocchiale per avvistare le navi in entrata e in uscita dal porto. Le informazioni così raccolte venivano ciclostilate e distribuite da fattorini in bicicletta agli abbonati: armatori, spedizionieri, assicuratori navali.

Nel 1919 l'Avvisatore divenne un vero e proprio quotidiano, contenente l'elenco delle navi entrate e uscite dal porto di Genova, le previsioni di arrivo, le merci imbarcate e sbarcate. Era stampato in una propria tipografia.

Fra il 1940 e il 1945 sospese l'attività a causa della seconda guerra mondiale che aveva interrotto i commerci. Successivamente riprese la pubblicazione quotidiana, che fu mantenuta per decenni.

Oggi[modifica | modifica wikitesto]

L'Avvisatore ha sempre sede a Genova, ma riporta le notizie di sedici porti italiani: Ancona, Cagliari, Civitavecchia, Gioia Tauro, La Spezia, Livorno, Marina di Carrara, Napoli, Palermo, Ravenna, Salerno, Savona, Taranto, Trieste e Venezia.

È disponibile in versione cartacea, stampata su carta rosa, e in versione telematica.

Gli orari di ingresso/uscita dai porti indicati sull'Avvisatore Marittimo sono considerati attendibili come prove nei tribunali.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]