Erbusco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erbusco
comune
Erbusco – Stemma
Panorama
Panorama
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Ilario Cavalleri (Lista civica Erbusco futura) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°36′00″N 9°58′00″E / 45.6°N 9.966667°E45.6; 9.966667 (Erbusco)Coordinate: 45°36′00″N 9°58′00″E / 45.6°N 9.966667°E45.6; 9.966667 (Erbusco)
Altitudine 236 m s.l.m.
Superficie 16,24 km²
Abitanti 8 604[1] (28-02-2015)
Densità 529,8 ab./km²
Frazioni Villa, Pedergnano, Spina, Zocco
Comuni confinanti Adro, Cazzago San Martino, Coccaglio, Cologne, Palazzolo sull'Oglio, Rovato
Altre informazioni
Cod. postale 25030
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017069
Cod. catastale D421
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti erbuschesi
Patrono san Bonifacio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Erbusco
Erbusco
Posizione del comune di Erbusco nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Erbusco nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Erbusco (Erbösch in dialetto bresciano[2]) è un comune italiano di 8 604 abitanti[1] situato in provincia di Brescia, più precisamente in Franciacorta, nella regione della Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Situata ai piedi del Monte Orfano, tra la pianura padana e il bacino idrografico del fiume Oglio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Testimonianze neolitiche (dal 5000 a.C.) e poi Celtiche, Etrusche, Cenomane, Romane (via Gallica), Longobarde (possedimento del Monastero Reale Longobardo di Santa Giulia di Brescia), Franche.

Notevole la Pieve Antiqua di Santa Maria di cui oggi si ammira la versione del XII sec. costruita su resti precedenti, forse precristiani; notevoli anche i frammenti di pluteo (in arenaria del lago d'Iseo) del IX sec. (v. Amelio Tagliaferri[3], Gaetano Panazza e Araldo Bertolini[4]) che richiamano quelli della Chiesa di Santa Maria Antiqua a Roma.

Durante la Prima Guerra Mondiale ha ospitato corsi di specializzazione dell'esercito. Il sottotenente degli Alpini Giovanni Rolandi scrive a proposito dell'assalto finale al Passo del Tonale iniziato il 1º novembre 1918[5]:

: "(...) la 161ª Compagnia del Mandrone, alla quale pure apparteneva il gruppo di assaltatori reduci freschi freschi da un corso di specializzazione ad Erbusco e da me comandati."

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Persone legate a Erbusco[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Battista Piccioli (1957), vescovo

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1897 e il 1915 la località Villa d'Erbusco ospitò una fermata della tranvia Iseo-Rovato-Chiari[7].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2015.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Tagliaferri A., (1965) I longobardi nella civiltà e nell'economia italiana del primo Medioevo. Giuffrè, Milano.
  4. ^ Panazza G., Bertolini A., (1984) Arte in Val Camonica - vol 3 - I. Industrie grafiche bresciane, Brescia.
  5. ^ Luciano Viazzi, I Diavoli dell'Adamello, Milano, Mursia, 1981, p. 480.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Claudio Mafrici, I binari promiscui - Nascita e sviluppo del sistema tramviario extraurbano in provincia di Brescia (1875-1930) in Quaderni di sintesi, vol. 51, novembre 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248735989
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia