Pontevico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pontevico
comune
Pontevico – Stemma Pontevico – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
SindacoRoberto Bozzoni (Lega Nord) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°16′20″N 10°05′30″E / 45.272222°N 10.091667°E45.272222; 10.091667 (Pontevico)Coordinate: 45°16′20″N 10°05′30″E / 45.272222°N 10.091667°E45.272222; 10.091667 (Pontevico)
Altitudine55 m s.l.m.
Superficie29,21 km²
Abitanti7 137[2] (31-3-2018)
Densità244,33 ab./km²
FrazioniBettegno, Campazzo, Chiesuola, Gauzza, Torchiera[1]
Comuni confinantiAlfianello, Bassano Bresciano, Corte de' Frati (CR), Robecco d'Oglio (CR), San Gervasio Bresciano, Verolanuova, Verolavecchia
Altre informazioni
Cod. postale25026
Prefisso030
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT017149
Cod. catastaleG859
TargaBS
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantipontevichesi
Patronosan Pancrazio
Giorno festivo12 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pontevico
Pontevico
Pontevico – Mappa
Posizione del comune di Pontevico nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Pontevico (Puntìch in dialetto bresciano[3]) è un comune italiano di 7 137 abitanti della provincia di Brescia in Lombardia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è situato sulla bassa Bresciana ed è lambito dal corso del fiume Oglio.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome di Pontevico deriva da Pons Vici, mentre i nomi delle frazioni derivano:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storia di Pontevico[modifica | modifica wikitesto]

I bresciani, dopo l'anno Mille, costruirono un castello che inizialmente appartenne ai Martinengo, i quali, nel 1127 lo promisero al vescovo di Brescia. Nel 1208 i bresciani cercarono di impossessarsene per consegnarlo poi ai cremonesi. Si ritiene che Pontevico fosse il portus brixianus e cioè il punto di arrivo delle merci provenienti dal fiume Po e successivamente dirette a Brescia.
Dal VI secolo l'importanza della navigazione era molto elevata, Teodorico aveva imposto di togliere le attrezzature da pesca lungo l'Oglio affinché non impedissero il passaggio dei natanti.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio di Pontevico, accanto all'italiano, è parlata la lingua lombarda prevalentemente nella sua variante di dialetto bresciano.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Primo Generali PDS Sindaco
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Faustino Gatta Forza Italia Sindaco
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Primo Generali lista civica di centrosinistra Sindaco
8 giugno 2009 in carica Roberto Bozzoni Lega Nord Sindaco

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Pontevico è percorso da sud a nord dalla Strada Statale 45bis Gardesana Occidentale e da est a ovest dalla Strada Provinciale 64, la quale collega il comune allo svincolo autostradale Pontevico - Robecco d'Oglio posto sull'Autostrada A21 E70.

Il comune è collegato a Brescia e Cremona tramite autoservizi a cadenza oraria forniti da SIA S.p.A. e KM S.p.A., entrambi facenti parte del gruppo Arriva Italia. Sono anche presenti collegamenti meno frequenti con i comuni di Alfianello e Pavone del Mella.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Il comune non dispone di una propria stazione ferroviaria, pertanto il comune usufruisce della stazione di Robecco-Pontevico, situata nel comune di Robecco d'Oglio (CR), con collegamenti a cadenza oraria tra Brescia e Cremona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Pontevico - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2018.
  3. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237314153 · GND (DE4215017-6
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia