Coccaglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coccaglio
comune
Coccaglio – Stemma
Municipio di Coccaglio
Municipio di Coccaglio
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
Sindaco Franco Claretti (centrodestra) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate 45°33′48″N 9°58′42″E / 45.563333°N 9.978333°E45.563333; 9.978333 (Coccaglio)Coordinate: 45°33′48″N 9°58′42″E / 45.563333°N 9.978333°E45.563333; 9.978333 (Coccaglio)
Altitudine 162 m s.l.m.
Superficie 12,05 km²
Abitanti 8 771[1] (30-09-2015)
Densità 727,88 ab./km²
Comuni confinanti Castrezzato, Chiari, Cologne, Erbusco, Rovato
Altre informazioni
Cod. postale 25030
Prefisso 030
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 017056
Cod. catastale C806
Targa BS
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti coccagliesi
Patrono San Maurizio e San Giacinto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Coccaglio
Coccaglio
Posizione del comune di Coccaglio nella provincia di Brescia
Posizione del comune di Coccaglio nella provincia di Brescia
[www.comune.coccaglio.bs.it Sito istituzionale]

Coccaglio (Cocài in dialetto bresciano[2]) è un comune italiano di 8 771 abitanti circa[1] della provincia di Brescia in Lombardia.

A Coccaglio è nato nel 1553 il madrigalista Luca Marenzio e nel 1793 il carbonaro Andrea Tonelli.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Coccaglio si trova nel margine meridionale della Franciacorta, in un'area semicollinare, sviluppandosi per metà in pianura e per metà sul rilievo del Monte Orfano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 1.552 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La Stazione di Coccaglio, posta lungo la ferrovia Bergamo-Brescia, è servita da treni regionali svolti da Trenord nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lombardia.

Fra il 1897 e il 1915 la località ospitò altresì una stazione della tranvia Iseo-Rovato-Chiari[4].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale sindaco è Franco Claretti della Lega Nord, rieletto al secondo mandato nel maggio 2014.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2015.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Claudio Mafrici, I binari promiscui - Nascita e sviluppo del sistema tramviario extraurbano in provincia di Brescia (1875-1930), in Quaderni di sintesi, vol. 51, novembre 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN128272793 · GND: (DE4217761-3 · BNF: (FRcb14543888k (data)
lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia