Sulzano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sulzano
comune
Sulzano – Stemma
Sulzano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
SindacoPaola Pezzotti[1] (Lista civica Vivi Sulzano) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate45°41′N 10°06′E / 45.683333°N 10.1°E45.683333; 10.1 (Sulzano)Coordinate: 45°41′N 10°06′E / 45.683333°N 10.1°E45.683333; 10.1 (Sulzano)
Altitudine200 m s.l.m.
Superficie10,44 km²
Abitanti1 936[2] (30-4-2017)
Densità185,44 ab./km²
FrazioniMartignago, Tassano
Comuni confinantiIseo, Monte Isola, Polaveno, Sale Marasino
Altre informazioni
Cod. postale25058
Prefisso030
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT017182
Cod. catastaleL002
TargaBS
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitantisulzanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sulzano
Sulzano
Sulzano – Mappa
Posizione del comune di Sulzano nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Sulzano (Sülsà in dialetto bresciano[3][4]) è un comune italiano di 1.936 abitanti della provincia di Brescia, in Lombardia. Situato sulla sponda est del Lago d'Iseo, è principalmente conosciuto per il collegamento con Monte Isola. Nel Giugno 2016 Sulzano è stato al centro dell'attenzione mondiale per aver ospitato l'opera d'arte The Floating Piers, un pontile galleggiante color giallo dalia che univa Sulzano a Monte Isola. La conformazione di Sulzano offre scenari molto vari, dalle spiaggette, al borgo antico, dalla montagna con boschi incontaminati ai punti panoramici da cui ammirare il Sebino e la pianura padana dall'alto. Sulzano è attraversato da due torrenti: il "Mesagolo", più piccolo, verso nord ed il "Calchere" poco più corposo, formato da due rami che si uniscono in località S.Fermo.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Secondo quanto riportato da Mazza (1986), il toponimo deriverebbe dal latino Sulcius o Saltius. Il nome della frazione Martignano deriverebbe a sua volta dal nome personale Martinius.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In epoca romana, il centro principale era Martignago, mentre Sulzano ebbe origine da uno scalo lacustre.[5]

Dopo la seconda guerra d'indipendenza entrò a far parte del regno di Sardegna (dal 1861, Regno d'Italia all'interno del mandamento IX di Iseo a sua a volta appartenente al Circondario I della provincia di Brescia[6].

A seguito del RD 18 ottobre 1927, n. 2017, la municipalità fu soppressa e il territorio fu aggregato al vicino comune di Sale Marasino[6]. Nel 1947 essa fu ricostituita con decreto legislativo del capo provvisorio dello stato 610/1947[7].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1999 2004 Ribola Giuseppe Lista civica Sindaco [9]
2004 2009 Ribola Giuseppe lista civica Sindaco [10]
2009 2014 Maffeis Carlo lista Insieme per rinnovare Sulzano (lista civica) Sindaco [11]
2014 in carica Pezzotti Paola lista Vivi Sulzano (lista civica) Sindaco [1]
Ubicazione di Sulzano sul Lago d'Iseo
Il municipio

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

'Terra di artisti: Sulzano da sempre attira artisti di vario genere, infatti come già citato sopra, nel giugno 2016 l'artista Christo Vladimirov Yavachev ha realizzato il The Floating Piers, il pontile galleggiante che unisce Monte Isola alla terra ferma. La piazza del municipio prende il nome dal poeta Teofilo Folengo, nel 1538 priore della chiesetta di Santa Maria del Giogo. Oggi Sulzano ospita da anni lo scultore Armando Riva, creatore di originali sculture in bronzo. La teoria molto interessante di Sandro Albini ipotizza che le montagne di Sulzano, Sale Marasino e Marone abbiano ispirato lo sfondo della Gioconda di Leonardo da Vinci'.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Sito del Ministero degli interni, su elezioni.interno.it. URL consultato il 26 maggio 2014.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  3. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 641.
  5. ^ a b Mazza (1986), p. 205
  6. ^ a b Caterina Antonioni, Lombardia Beni Culturali - comune di Sulzano (1859 - 1927), su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 settembre 2011.
  7. ^ Caterina Antonioni, Lombardia Beni Culturali - comune di Sulzano (1947 - [1971]), su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 27 settembre 2011.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ Sito del Ministero degli interni, su elezionistorico.interno.it. URL consultato il 28 maggio 2014.
  10. ^ Sito del Ministero degli interni, su elezionistorico.interno.it. URL consultato il 28 maggio 2014.
  11. ^ Sito del Ministero degli interni, su elezionistorico.interno.it. URL consultato il 26 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Attilio Mazza, Il Bresciano - Volume II. Le colline e i laghi, Bergamo, Bortolotti, 1986, pp. 205-6. ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia