Fiesse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fiesse
comune
Fiesse – Stemma Fiesse – Bandiera
Fiesse – Veduta
Chiesa di S. Lorenzo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
SindacoChiara Pilitteri (centrodestra) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°13′56.64″N 10°19′30.72″E / 45.2324°N 10.3252°E45.2324; 10.3252 (Fiesse)Coordinate: 45°13′56.64″N 10°19′30.72″E / 45.2324°N 10.3252°E45.2324; 10.3252 (Fiesse)
Altitudine39 m s.l.m.
Superficie16,02 km²
Abitanti2 041[1] (30-11-2017)
Densità127,4 ab./km²
FrazioniCadimarco, Cavezzo
Comuni confinantiAsola (MN), Casalromano (MN), Gambara, Remedello, Volongo (CR)
Altre informazioni
Cod. postale25020
Prefisso030
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT017071
Cod. catastaleD576
TargaBS
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantifiessesi
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fiesse
Fiesse
Fiesse – Mappa
Posizione del comune di Fiesse nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Fiesse (Fiès in dialetto bresciano[2]) è un comune italiano di 2 041 abitanti della provincia di Brescia in Lombardia, all'estremità meridionale della pianura.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Posto a sud della provincia di Brescia è uno degli ultimi comuni bresciani, il territorio comunale confina con le due provincie di Mantova e Cremona.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Mazza (1986), il toponimo deriverebbe dal latino "Flexum", ovvero curva, confermabile dall'attuale forma convessa del centro abitato. Una delle prime presenze attestate nel luogo fu quella di una diaconia dell'abbazia di Leno, nel IX secolo, denominata "ad Flexum"[3].

Il veneziano Giovanni da Lezze scrive di Fiesse:

« Queste sono due villette piuttosto piccole et mediocre, le quali fanno un Comun,ovvero università sono nelli confini del territorio bresciano, mantovano, et di Asola santella, et le sue possessioni sono piuttosto cattive, che altrimenti. »

(Da Catastico Bresciano Giovanni da Lezze)

Inoltre annota che vi erano 200 anime e 35 fuochi.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nella frazione di Cadimarco[modifica | modifica wikitesto]

  • Palazzo Rota già Verneschi: Costruinto nel XVII secolo, dai fratelli Ignazio e Giovanni Verneschi, il palazzo cintato si apre su una corte sulla quale affacciano anche il porticato e la barchessa. L'architettura risente della vicinanza dello stile delle corti mantovane e cremonesi. Di nota è il portone d'ingresso il cui arco è sorretto da due statue.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio di Fiesse, accanto all'italiano, è parlata la Lingua lombarda prevalentemente nella sua variante di dialetto bresciano.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Fiesse riconosce due frazioni:

  • Cadimarco
  • Cavezzo

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
31 maggio 1990 14 giugno 2004 Luciano Ceni PCI/PDS Sindaco
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Natalino Azzini lista civica di centrosinistra Sindaco
8 giugno 2009 in carica Chiara Pillitteri Il Popolo della Libertà-Lega Nord poi
lista civica di centrodestra
Sindaco
Fine del paese

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Toponimi in dialetto bresciano
  3. ^ Mazza (1986), p. 289
  4. ^ BookReader - Biblioteca Digitale della Lombardia, su www.lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 19 agosto 2015.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Attilio Mazza, Il Bresciano - Volume IV. La pianura, Bergamo, Bortolotti, 1986, pp. 289-290. ISBN non esistente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN245394167
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia