Rudiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rudiano
comune
Rudiano – Stemma Rudiano – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
Amministrazione
SindacoAlfredo Bonetti (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°29′N 9°53′E / 45.483333°N 9.883333°E45.483333; 9.883333 (Rudiano)
Altitudine117 m s.l.m.
Superficie9,85 km²
Abitanti5 842[1] (30-11-2021)
Densità593,1 ab./km²
Comuni confinantiCalcio (BG), Chiari, Pumenengo (BG), Roccafranca, Urago d'Oglio
Altre informazioni
Cod. postale25030
Prefisso030
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT017167
Cod. catastaleH630
TargaBS
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 410 GG[3]
Nome abitantirudianesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Rudiano
Rudiano
Rudiano – Mappa
Posizione del comune di Rudiano nella provincia di Brescia
Sito istituzionale

Rudiano (Rudià in dialetto bresciano[4]) è un comune italiano di 5 842 abitanti[1] nella provincia di Brescia in Lombardia.

Centro di pianura di antica origine, accanto alle tradizionali attività agricole ha sviluppato il tessuto industriale e il commercio. La comunità dei rudianesi, con un indice di vecchiaia inferiore alla media, risiede quasi tutta nel capoluogo comunale, che fa registrare una forte espansione edilizia. Il territorio, attraversato da più canali che, irrigando abbondantemente il terreno ne accrescono la produttività, presenta un profilo geometrico molto regolare e con minime differenze di altitudine, che imprimono all'abitato un andamento pianeggiante. Lo stemma comunale aureo, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, raffigura una torre d'argento, merlata alla ghibellina, che sostiene due grifoni azzurri posti l'uno di fronte all'altro nell'atto di afferrare una ruota munita di otto raggi.[5]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il Comune di Rudiano è situato nella parte centro-occidentale della provincia di Brescia e si estende lungo la sponda sinistra del fiume Oglio. Il territorio rudianese confina con i comuni di Urago d'Oglio, Chiari, Roccafranca, Pumenengo (BG) e Calcio (BG).

I collegamenti viari risultano alquanto agevoli: Rudiano dista appena 4 chilometri dalla strada statale n. 11 Padana superiore e soltanto 17 chilometri la separano dal casello di Rovato, da cui si accede all'autostrada A4 Torino-Trieste. Dal 2014 Rudiano è lambita, al confine nord con Urago d'Oglio, dalla linea ferroviaria ad alta velocità Milano-Venezia, e dal tracciato dell'autostrada A35 BreBeMi. Altrettanto agevole risulta il collegamento con la rete ferroviaria: la stazione di riferimento, sulla linea Milano-Venezia, si trova infatti solo a 8 chilometri. Per i voli nazionali e internazionali lo scalo più vicino è quello dell'Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio ("Il Caravaggio"), mentre per le linee intercontinentali dirette ci si serve dello scalo aeroportuale di Milano-Malpensa.

Inserita in circuiti turistici, fa capo a Brescia e a Chiari per i servizi e le strutture burocratico-amministrative non presenti sul posto.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È comune dal 1144, quando, per concessione di Brescia, acquistò l'autonomia amministrativa. Il toponimo, dal quale traspaiono le sue antiche origini, deriva da Rutilius, nome di un nobile romano, proprietario della zona. Le notizie relative al Medioevo vedono il territorio al centro di contese e teatro di eventi bellici. Citata come Rudiliano in un documento della fine dell'undicesimo secolo, fu a lungo possedimento del capoluogo cittadino, che la trasformò in luogo fortificato, costruendovi un castello, con fossati e torri, a difesa dei propri territori. Coinvolta nelle lotte tra Brescia e le alleate Bergamo e Cremona, nel 1191 vi si svolse una sanguinosa battaglia, detta della Malamorte (o Battaglia di Rudiano), che vide la vittoria dei bresciani. Alla fine del XIV secolo il condottiero Giovanni Acuto, comandante delle truppe scaligere, affrontò e sconfisse l'esercito visconteo, guidato da Taddeo Dal Verme. Annessa ai domini veneziani, dopo la battaglia di Maclodio del 1427, fu sottomessa al regime feudale (con Chiari e Roccafranca) al conte di Carmagnola. Il 4 giugno 1528 Rudiano venne saccheggiata dalle truppe tedesche del duca di Brunswich. La storia successiva alla caduta della Serenissima (sul finire del XVIII secolo) ha seguito quella del resto della provincia bresciana, attivamente impegnata nella lotta a sostegno della causa nazionale.

Del suo patrimonio storico-culturale fanno parte, tra le altre cose: la seicentesca parrocchiale, dedicata alla Natività di Maria Vergine; l'antica chiesa di San Martino di Tours, costruita su un'edicola pagana; la chiesa intitolata a Santa Maria della Misericordia (conosciuta come il Santuario della Madonna dei Prati), ricostruita in stile neoclassico e dotata di un apparato d'affreschi interno riconducibile a Giulio Motta (pittore cremonese del XIX secolo).[7]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima del comune di Rudiano è di tipo continentale, caratterizzato da una piovosità significativa durante tutto l'anno. La temperatura media annuale di Rudiano è 12,8 °C. Situato nella pianura padana, il comune presenta estati molto calde e afose. Le temperature, in tale periodo, possono superare i 30 °C e - insieme con l'elevata umidità dell'aria (che può raggiungere il 90%) - provocano il fenomeno dell'afa. L'inverno è caratterizzato da forti nebbie, che posso perdurare anche intere settimane. Il 7 agosto 2019 il Comune di Rudiano è stato colpito da un violento downburst, che ha provocato ingenti danni naturali e ad abitazioni e imprese.

Rudiano Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Temperatura media (°C) 1.5 4.1 8.6 12.8 17 21 23.3 22.4 19.2 13.4 7.5 2.9
Temperatura minima (°C) -2 -0.2 3.4 7.4 11.6 15.3 17.5 16.9 14.1 9.1 3.9 -0.1
Temperatura massima (°C) 5 8.4 13.9 18.3 22.4 26.7 29.1 27.9 24.4 17.8 11.2 6
Precipitazioni (mm) 55 51 56 76 85 76 68 81 84 100 92 67

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2015 la popolazione straniera residente era di 1 104 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'agricoltura si mostra molto florida, grazie alle favorevoli caratteristiche del terreno, che consentono proficue coltivazioni di cereali, frumento e foraggi; abbastanza diffuso è anche l'allevamento di avicoli e bovini, seguito da quello di suini, ovini e caprini.

Lo sviluppo industriale ha interessato diversi comparti e in particolare quelli edile, metalmeccanico e tessile, che vedono occupato un cospicuo numero di persone; sul posto sono presenti anche fabbriche volte alla produzione alimentari, calzaturiera, chimica e di pelletteria. Le aziende del territorio operano, inoltre, nei comparti della stampa, del legno e del vetro nonché di macchinari volti all'agricoltura, alla silvicoltura e alla produzione di bottoni.

Le attività terziarie, oltre a una buona rete distributiva, comprendono l'esercizio del credito e dell'intermediazione monetaria. Le strutture scolastiche garantiscono la frequenza delle classi dell'obbligo, mentre quelle culturali sono rappresentate dalla presenza di una biblioteca. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno.

Relazioni[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene non registri un significativo movimento turistico, il Comune di Rudiano vanta intense relazioni di carattere lavorativo dovute principalmente alla presenza degli insediamenti industriali, che consentono di richiamare manodopera dai dintorni. I suoi rapporti con i comuni vicini, ai quali i rudianesi si rivolgono - tra le altre cose - per l'istruzione secondaria di secondo grado e per i servizi ospedalieri, sono piuttosto intensi.

La vita solitamente tranquilla della comunità si anima in occasione di alcune manifestazioni ricreative, tra cui la tradizionale festa del 1º Maggio, denominata in dialetto bresciano Arti e mestieri de 'na 'olta (trad. it.: Arti e mestieri di una volta). La festa patronale, dedicata alla Natività di Maria Vergine, viene celebrata l'otto settembre.[5]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
31 maggio 1990 14 giugno 1999 Bruno Rossi DC poi
lista civica di centrosinistra
Sindaco
14 giugno 1999 8 giugno 2009 Pietro Vavassori lista civica di centrosinistra Sindaco
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Simona Moletta lista civica di centrosinistra Sindaco
26 maggio 2014 in carica Alfredo Bonetti Sinistra Radicale Sindaco Mandato caratterizzato da numerose contestazioni

Sport, tempo libero e associazioni culturali[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del territorio sono presenti e attivi vari gruppi e associazioni legati allo sport, alle attività del tempo libero e alle attività culturali. Tra le più importanti ed apprezzate sono da ricordare le seguenti.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Accademia Rudianese. Altre realtà importanti per il territorio in tema calcistico sono il G.S.O. Rudiano e il G.S. Rudiano che onorano il paese rispettivamente nei campionati C.S.I. e A.N.S.P.I., ottenendo risultati di rilevanza regionale e nazionale.

Rudiano vanta della presenza della pallacanestro (G.S.O. Rudiano, che milita nel campionato di Prima Divisione) e della pallavolo femminile e maschile (con l'A.S.D. Volley Rudiano 1992).

Le altre associazioni sportive presenti a Rudiano sono: A.S.D. Tennis Club (tennis), A.S.D. Le Libellule 1993 (ginnastica artistica), Associazione Lolly Pop (twirling), Associazione Shotokan Karate (karate), A.S.D. Carp Fishing 1955 (pesca sportiva, soprattutto pesca alla carpa), Gruppo Pescatori Sportivi (pesca sportiva).

Associazioni culturali e di volontariato[modifica | modifica wikitesto]

Rudiano vanta la presenza di numerose associazioni attive nel comparto culturale e del volontariato. Il territorio rudianese ospita le sezioni locali di associazioni riconosciute a livello nazionale, come l'A.I.D.O. (Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule), l'A.V.I.S.(Associazione dei Volontari Italiani Sangue) e l'A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini).

Tra le associazioni di volontariato che operano a livello locale, sono da riconoscere l'Associazione Volontari del Soccorso Fraterno (volta alle attività di trasporto e supporto sociale per gli anziani e le persone diversamente abili), l'Associazione Don Pietro Bianchi (attività culturali per gli anziani) e l'Associazione Cure Palliative Maffeo Chiecca.

Infine, all'interno del Comune di Rudiano sono presenti il Motoclub Rudiano Motori, l'Associazione Rudiano e la sua Musica, l'Associazione don Mario Vesconi, l'A.Ge. (associazione dei genitori impegnati a supporto delle attività scolastiche e culturali dei più giovani) e la Vivi Rudiano (Associazione dei Commercianti e Artigiani Rudianesi).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2021 (dato provvisorio).
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Toponimi in dialetto bresciano, su brescialeonessa.it.
  5. ^ a b ITALIAPEDIA | Comune di Rudiano - Economia, su www.italiapedia.it. URL consultato il 29 marzo 2019.
  6. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Rudiano - Localizzazione, su www.italiapedia.it. URL consultato il 3 dicembre 2020.
  7. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Rudiano - Storia, su www.italiapedia.it. URL consultato il 3 dicembre 2020.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN307294260
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia