Genivolta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Genivolta
comune
Genivolta – Stemma Genivolta – Bandiera
Villa Settala, oggi palazzo municipale
Villa Settala, oggi palazzo municipale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Cremona-Stemma.png Cremona
Amministrazione
Sindaco Gian Paolo Lazzari (lista civica) dal 26-5-2014 (1º mandato)
Territorio
Coordinate 45°20′N 9°53′E / 45.333333°N 9.883333°E45.333333; 9.883333 (Genivolta)Coordinate: 45°20′N 9°53′E / 45.333333°N 9.883333°E45.333333; 9.883333 (Genivolta)
Altitudine 70 m s.l.m.
Superficie 18,57 km²
Abitanti 1 248[1] (31-12-2015)
Densità 67,21 ab./km²
Comuni confinanti Azzanello, Casalmorano, Cumignano sul Naviglio, Soncino, Soresina, Villachiara (BS)
Altre informazioni
Cod. postale 26020
Prefisso 0374
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 019047
Cod. catastale D966
Targa CR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti genivoltesi
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Genivolta
Genivolta
Posizione del comune di Genivolta nella provincia di Cremona
Posizione del comune di Genivolta nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Genivolta (Geniólta in dialetto soresinese) è un comune italiano di 1 248 abitanti[1] della provincia di Cremona, in Lombardia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

In occasione della Sagra d'Autunno del Comune di Genivolta che si tiene la quarta Domenica di Ottobre, viene organizzato il concorso di pittura "Comune di Genivolta". Superata la trentesima edizione del 2015, ogni anno il concorso ospita un centinaio di opere di diversi stili e tecniche provenienti dall'intero territorio nazionale.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2015 i cittadini stranieri residenti sono 175, pari al 14,02% della popolazione comunale. L'unica comunità nazionale numericamente significativa è quella indiana con 110 residenti[3].

Persone legate a Genivolta[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Genivolta è interessata dal percorso della ex Strada statale 498 Soncinese e dalle strade provinciali CR SP25 Cumignano sul Naviglio-Bordolano e CR SP84 "di Pizzighettone".

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Genivolta era posta lungo la ferrovia Cremona-Iseo, in concessione alla Società Nazionale Ferrovie e Tramvie, attivata per tratte a partire dal 1911 e soppressa nel 1956[4].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei sindaci dal 1946 ad oggi[5].

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1949 Vittorio Vianini sindaco deceduto durante lo svolgimento dell'incarico
1949 1951 Luigi Savoldi sindaco
1951 1956 Luigi Savoldi sindaco
1956 1960 Giuseppe Denti sindaco
1960 1964 Giuseppe Denti sindaco
1964 1970 Costante Agazzi sindaco
1970 1975 Maria Ferrari sindaco
1975 1980 Bruno Pagliari sindaco
1980 1985 Giancarlo Miglioli sindaco
1985 1990 Renato Zaniboni sindaco
1990 1991 Giambattista Guerini Rocco sindaco
1991 1992 Emilia Giordano commissario prefettizio
1992 1997 Giancarlo Miglioli sindaco
1997 2001 Giancarlo Miglioli sindaco
2001 2006 Giancarlo Miglioli sindaco
2006 2011 Alessandro Albino Noci sindaco
2011 2013 Alessandro Albino Noci sindaco
2013 2013 Emilia Giordano commissario prefettizio
2013 2014 Emilia Giordano commissario straordinario
2014 in carica Gian Paolo Lazzari lista civica sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Genivolta forma con Annicco, Azzanello, Casalmorano, Castelvisconti e Paderno Ponchielli l'Unione Lombarda Soresinese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2015 e popolazione residente al 31 dicembre
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Cittadini Stranieri. Popolazione residente e bilancio demografico al 31 dicembre 2015, demo.istat.it. URL consultato il 23 giugno 2016.
  4. ^ Mario Bicchierai, Iseo-Rovato-Cremona: storia di un collegamento sfortunato, in Mondo ferroviario, vol. 175, febbraio 2001, pp. 30-34.
  5. ^ Sito istituzionale del Comune di Genivolta

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN244640284