Credera Rubbiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Credera Rubbiano
comune
Credera Rubbiano – Stemma
Credera Rubbiano – Bandiera
Credera Rubbiano – Veduta
Credera Rubbiano – Veduta
Piazza di Credera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.svg Cremona
Amministrazione
SindacoFrancesca Cerasola (lista civica) dal 12-6-2022
Territorio
Coordinate45°18′10.84″N 9°39′17.93″E / 45.30301°N 9.65498°E45.30301; 9.65498 (Credera Rubbiano)
Altitudine69 m s.l.m.
Superficie14,13 km²
Abitanti1 531[1] (30-6-2022)
Densità108,35 ab./km²
FrazioniCascine San Carlo, Rovereto, Rubbiano
Comuni confinantiCapergnanica, Casaletto Ceredano, Cavenago d'Adda (LO), Moscazzano, Ripalta Cremasca, Turano Lodigiano (LO)
Altre informazioni
Cod. postale26010
Prefisso0373
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT019034
Cod. catastaleD141
TargaCR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 505 GG[3]
Nome abitanticrederesi
Patronosan Donnino (a Credera) santi Faustino e Giovita (a Rovereto) e santa Maria Maddalena (a Rubbiano)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Credera Rubbiano
Credera Rubbiano
Credera Rubbiano – Mappa
Credera Rubbiano – Mappa
Posizione del comune di Credera Rubbiano nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Credera Rubbiano (Credéra Rübià in dialetto cremasco) è un comune italiano di 1 531 abitanti[1] della provincia di Cremona in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Credera Rubbiano fu creato nel 1928[4] dall'unione dei comuni di Credera e Rubbiano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2020 i cittadini stranieri sono 66. Le comunità nazionali numericamente significative sono[6]:

  1. Romania: 30

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale comprende, oltre ai capoluoghi Credera e Rubbiano, le frazioni di Cascine San Carlo e Rovereto[7].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è attraversato dalle seguenti strade provinciali

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei sindaci dal 1985 ad oggi[8].

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1985 1990 Gianfranco Seresini Democrazia Cristiana sindaco
1990 1993 Gianfranco Seresini Democrazia Cristiana sindaco [9][10]
1993 1993 Edoardo D'Alascio - commissario prefettizio [11]
1993 1993 Edoardo D'Alascio - commissario straordinario [12]
1993 1997 Albino Ferla lista civica sindaco
1997 2002 Albino Ferla centro sindaco
2002 2007 Aldo Fortini lista civica sindaco
2007 2012 Aldo Fortini lista civica sindaco
2012 2017 Matteo Guerini Rocco lista civica sindaco
2017 2022 Matteo Guerini Rocco lista civica sindaco [13]
2022 in carica Francesca Cerasola lista civica sindaco [14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico mensile anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Regio Decreto 7 giugno 1928, n. 1518
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ ISTAT, cittadini stranieri al 31 dicembre 2020, su demo.istat.it. URL consultato il 24 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 6 agosto 2017).
  7. ^ Art. 2 comma 1 dello Statuto Comunale
  8. ^ Anagrafe: Ricerca e Archivio nel sito del Ministero dell'Interno
  9. ^ Mandato terminato per le dimissioni di almeno la maggioranza più uno dei consiglieri comunali
  10. ^ g.b., La difesa della Giunta. Seresini elenca i meriti, in La Provincia, giovedì 1º luglio 1993.
  11. ^ In carica dal 26 giugno al 5 agosto 1993
  12. ^ In carica dal 5 agosto al 22 novembre 1993
  13. ^ Affluenza e risultati: COMUNALI 2017 - 11 giugno, su elezionistorico.interno.gov.it. URL consultato il 12 giugno 2017.
  14. ^ Election day 12 giugno 2022 - Credera Rubbiano, su elezioni.interno.gov.it. URL consultato il 13 giugno 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia