Cervignano d'Adda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cervignano d'Adda
comune
Cervignano d'Adda – Stemma
Cervignano d'Adda – Veduta
Il palazzo municipale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
Provincia Provincia di Lodi-Stemma.png Lodi
Amministrazione
Sindaco Maria Pia Mazzucco (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°22′29″N 9°25′30″E / 45.374722°N 9.425°E45.374722; 9.425 (Cervignano d'Adda)Coordinate: 45°22′29″N 9°25′30″E / 45.374722°N 9.425°E45.374722; 9.425 (Cervignano d'Adda)
Altitudine 87 m s.l.m.
Superficie 4,07 km²
Abitanti 2 118[1] (30-11-2012)
Densità 520,39 ab./km²
Comuni confinanti Galgagnano, Mulazzano, Zelo Buon Persico
Altre informazioni
Cod. postale 26832
Prefisso 02
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 098018
Cod. catastale C555
Targa LO
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 557 GG[2]
Nome abitanti cervignanini
Patrono Sant'Alessandro
Giorno festivo ultima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Cervignano d'Adda
Cervignano d'Adda
Cervignano d'Adda – Mappa
Posizione del comune di Cervignano d'Adda nella provincia di Lodi
Sito istituzionale

Cervignano d'Adda (Cervignan in dialetto lodigiano) è un comune italiano di 2.118 abitanti della provincia di Lodi in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1530 il duca di Milano Francesco Sforza concesse il paese in feudo ad Alessandro Remignani.
In seguito venne ceduto a una famiglia napoletana, i Tassis, che lo tennero fino al 1782.

In età napoleonica (1809-16) Cervignano fu frazione di Quartiano, recuperando l'autonomia con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto.

Nel 1931 Cervignano assunse il nome ufficiale di Cervignano d'Adda[3], per distinguersi da Cervignano del Friuli.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

  • Stemma:
Cervignano d'Adda-Stemma.png
« D'azzurro al cervo saliente, d'oro, con entrambe le zampe posteriori sostenute dalla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune. »
  • Gonfalone:
Cervignano d'Adda-Gonfalone.png
« Drappo partito di giallo e di verde, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale, con l'iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. »

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Edificio degno di nota è la parrocchiale, sorta nel 1689 sul luogo di una chiesa più antica, di cui non è rimasto più nulla.
  • Nella stessa Via della Chiesa, nei pressi della Roggia Bertonica, vi è un'icona a muro della Madonna (foto sotto), fatta costruire agli inizi del XX secolo. Si trova a lato della cascina dove fino al 1928 risiedevano le suore, poi spostatesi nel Palazzo Granata, divenuto oggi Palazzo del Municipio. L'immagine è stata riaffrescata dal maestro lodigiano Cesare Minestra, nel 1949.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2008 gli stranieri residenti nel comune di Cervignano d'Adda in totale sono 108[5], pari al 5,61% della popolazione. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2008)
Marocco 32
Romania 17
Tunisia 12
Egitto 11

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Cervignano basa le proprie risorse economiche soprattutto sull'agricoltura.

Una decina di aziende sono presenti nel territorio: si dedicano per la maggior parte all'allevamento zootecnico e sono a conduzione familiare.

Vi è una sola industria, che produce materie plastiche, anche se non mancano piccole imprese operanti nel settore meccanico ed alimentare.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[6]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1945 1946 Ignazio Bersani Sindaco
1946 1951 Rocco Pietro Guerrini Sindaco
1951 1952 Silvestro Grechi Commissario prefettizio
1952 1960 Rocco Pietro Guerrini Sindaco
1960 1980 Aldo Bassi Sindaco
1980 2004 Giovanni Oldini Sindaco
2004 2014 Pietro Inicco Bodini Sindaco
2014 in carica Maria Pia Mazzucco Sindaco

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2012.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Regio Decreto 26 gennaio 1931, n. 106
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Dati demografici ISTAT
  6. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 274.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]