Somaglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Somaglia
comune
Somaglia – Stemma
Somaglia – Veduta
Il castello Cavazzi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lodi-Stemma.png Lodi
Amministrazione
SindacoAngelo Caperdoni (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate45°09′01″N 9°38′04″E / 45.150278°N 9.634444°E45.150278; 9.634444 (Somaglia)Coordinate: 45°09′01″N 9°38′04″E / 45.150278°N 9.634444°E45.150278; 9.634444 (Somaglia)
Altitudine57 m s.l.m.
Superficie20,82 km²
Abitanti3 771[1] (30-11-2012)
Densità181,12 ab./km²
FrazioniSan Martino Pizzolano
Comuni confinantiCalendasco (PC), Casalpusterlengo, Codogno, Fombio, Guardamiglio, Ospedaletto Lodigiano, Senna Lodigiana
Altre informazioni
Cod. postale26867
Prefisso0377
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT098054
Cod. catastaleI815
TargaLO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantisomagliesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Somaglia
Somaglia
Somaglia – Mappa
Posizione del comune di Somaglia nella provincia di Lodi
Sito istituzionale
Il palazzo municipale
La chiesa parrocchiale

Somaglia (Sumaia in dialetto lodigiano) è un comune italiano di 3.771 abitanti della provincia di Lodi in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In età napoleonica (1809-16) al comune di Somaglia furono aggregate Mirabello e Regina Fittarezza, ridivenute autonome con la costituzione del Regno Lombardo-Veneto. Regina Fittarezza fu poi aggregata definitivamente nel 1873, insieme a Pizzolano[2].

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Stemma

« D'argento ai tre monti di verde, la cima centrale più alta, fondati su campagna dello stesso, accompagnati sopra da tre stelle di azzurro. »

Gonfalone

« Drappo partito di bianco e di verde, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma comunale con l'iscrizione centrata in argento Comune di Somaglia. »

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • La chiesa parrocchiale: l'inizio della costruzione risale a 14 ottobre 1769, la consacrazione il 31 dicembre 1773. L'edificio, all'esterno Neoclassico, è di pianta quadrata e fu progettato dall'Architetto milanese Giulio Galieri.
  • Il Castello Cavazzi: modificato più volte nel corso dei secoli, ha una pianta imponente e, come la vediamo oggi, risalente circa al XV secolo. Donato nel 1980 dalla baronessa Guendalina Cavazzi della Somaglia al Comune di Somaglia, il castello è oggi utilizzato per manifestazioni di vario genere.
  • Il Museo "Mario Borsa" fondato nel 2012, nel 60º anniversario della sua morte e raccoglie le opere e i documenti della sua vita.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2009 gli stranieri residenti nel comune di Somaglia in totale sono 471[4], pari al 13,05% della popolazione. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2008)
Marocco 134
Romania 92
Egitto 34
India 32
Albania 29
Repubblica di Macedonia 28
Tunisia 19
Ecuador 15
Nigeria 10

Persone legate a Somaglia[modifica | modifica wikitesto]

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale comprende oltre al capoluogo la frazione di San Martino Pizzolano[5].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[6]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 Lorenzo Ferrari Sindaco
1946 1951 Andrea Galloni Sindaco
1951 1960 Luigi Garioni Sindaco
1960 1978 Virginio Lucchini Sindaco
1978 1986 Gian Domenico Savini Sindaco
1986 2004 Luigi Lucchini Sindaco
2004 2014 Pier Giuseppe Medaglia lista civica (centrosinistra) Sindaco
2014 in carica Angelo Caperdoni lista civica Sindaco

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Somaglia è attraversato dalla SS 9 Emilia che collega Piacenza a San Donato Milanese (MI). È inoltre attraversato dall'Autostrada A1 che però non presenta nessuna uscita per Somaglia; vi è però un'area servizio, denominata Somaglia Ovest, situata a circa 3 chilometri dopo l'uscita per Casalpusterlengo/Ospedaletto Lodigiano in direzione Bologna.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre di calcio di Somaglia sono due:

  • Unione Sportiva Sanmartinese Pizzolano, fondata nel 1969. I colori sociali sono il bianco e il rosso. Attualmente milita nel campionato di Terza categoria e lo stadio è l'Armando Picchi di San Martino Pizzolano.
  • Unione Sportiva Somaglia, fondata nel 1972. I colori sociali sono il verde e il bianco. Attualmente milita nel campionato di Seconda categoria e lo stadio è il Comunale di Somaglia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2012.
  2. ^ Regio Decreto 10 novembre 1873, n. 1681
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Dati demografici ISTAT
  5. ^ Art. 2 comma 2 dello Statuto Comunale
  6. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 293.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN246844757