Gadesco-Pieve Delmona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gadesco-Pieve Delmona
comune
Gadesco-Pieve Delmona – Stemma
Gadesco-Pieve Delmona – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.svg Cremona
Amministrazione
SindacoAchille Marelli (lista civica) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate45°09′N 10°06′E / 45.15°N 10.1°E45.15; 10.1 (Gadesco-Pieve Delmona)
Altitudine44 m s.l.m.
Superficie17,1 km²
Abitanti1 873[1] (31-12-2021)
Densità109,53 ab./km²
FrazioniArdole San Marino, Bagnarolo, Cà de' Mari (sede comunale), Cà de' Quinzani, Gadesco, Pieve Delmona, Prato Muzio, San Pietro
Comuni confinantiCremona, Grontardo, Malagnino, Persico Dosimo, Vescovato
Altre informazioni
Cod. postale26030
Prefisso0372
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT019046
Cod. catastaleD841
TargaCR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Nome abitantigadeschesi
Patronosan Lucio a Pieve Delmona, San Marino a San Marino, Santi Gervasio e Protasio a Gadesco
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gadesco-Pieve Delmona
Gadesco-Pieve Delmona
Gadesco-Pieve Delmona – Mappa
Gadesco-Pieve Delmona – Mappa
Posizione del comune di Gadesco-Pieve Delmona nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Gadesco-Pieve Delmona (Gadésch-Piéef Delmoùna in dialetto cremonese[3]) è un comune italiano di 1 873 abitanti della provincia di Cremona, in Lombardia.

Si tratta di un comune sparso, derivato dall'unione dei comuni di Gadesco e Pieve Delmona nel 1929. Il municipio ha sede nella frazione Cà de' Mari, ove sono ubicate le scuole elementari, il cimitero, una palestra e un parco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma comunale è stato concesso con regio decreto del 20 gennaio 1938.[4]

«Partito: il primo, d'argento, alla mezza torre aperta di nero, sinistrata da un bastione aperto dello stesso, il tutto al naturale; il secondo, di rosso, a due fasce d'argento, attraversato in palo da un braccio vestito di giallo, fasciato di rosso, impugnante un mazzo di spighe al naturale. Ornamenti esteriori da Comune.»

(R.D. 20 gennaio 1938)

Il gonfalone, concesso con D.P.R. del 24 novembre 2008[5], è un drappo di bianco con la bordatura di rosso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Molti gli indiani sikh, impiegati nelle stalle oppure in lavori che una volta erano appannaggio dei nativi.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

A Gadesco si celebra la sagra di San Luigi Gonzaga la seconda domenica di settembre, a Pieve Delmona le sagre di San Lucio la seconda domenica di luglio e di San Rocco il 15 e 16 agosto, a San Marino la festa della Madonna della Cintura o della Consolazione, fino al 2007 l'ultima domenica di agosto quando questo ne aveva 5 altrimenti la prima di settembre; dal 2008 l'ultima domenica di agosto; la festa di San Marino tradizionalmente celebrata il lunedì dopo la sagra dal 2008 si celebra la prima domenica di settembre, unita alla festa dell'oratorio.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Le frazioni sono:

Ardole San Marino ha avuto un grosso sviluppo demografico a partire dagli anni '80, anche grazie alla realizzazione in quel periodo di un grande centro commerciale (dapprima costituito solo da un supermercato, in seguito ipermercato che può ora contare su una sessantina di esercizi commerciali) e grazie alla vicinanza alla città di Cremona e al suo svincolo autostradale sulla A21.

In tutte le frazioni è presente una chiesa (che in alcuni casi rappresenta un vero gioiello culturale) e una piazza.

Il territorio comunale è diviso in tre parrocchie, unificate nell'ottobre 2003: la parrocchia dei Santi Gervasio e Protasio a Gadesco, la parrocchia dei Santi Pietro e Paolo a Pieve Delmona e la parrocchia di San Marino diacono ad Ardole San Marino.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese, dall'economia prettamente agricola (produzione di latte, mais, soia, carne bovina, orzo e frumento), negli ultimi anni ha visto svilupparsi anche un'area industriale di buon livello. Queste imprese sono attive in vari settori:

  • agro-alimentare: una multinazionale di sementi agricole, un’altra del settore confezionamento alimentare, una filiale di gastronomia etnica cinese ed un panificio industriale.
  • meccanica: una ditta di produzione caldaie, altre di meccanotronica ed una concessionaria di camion
  • nuove realtà: impresa digitale per raccolta dati, motel day use, fabbriche con nuove tecnologie.

Di rilevanza sono le due minicentrali energetiche a biogas sfruttanti i liquami dell'allevamento bovino e le biomasse locali, l'energia prodotta può soddisfare il consumo di 400 famiglie (il 50% circa della popolazione comunale).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 291, ISBN 88-11-30500-4.
  4. ^ Gadesco Pieve Delmona, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 10 agosto 2022.
  5. ^ Gadesco Pieve Delmona (Cremona) D.P.R. 24.11.2008 concessione del gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 10 agosto 2022.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia