Romanengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Romanengo
comune
Romanengo – Stemma
Romanengo – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Cremona-Stemma.svg Cremona
Amministrazione
SindacoAttilio Polla (lista civica) dal 26-5-2014 (2º mandato dal 27-5-2019)
Territorio
Coordinate45°23′N 9°47′E / 45.383333°N 9.783333°E45.383333; 9.783333 (Romanengo)
Altitudine81 m s.l.m.
Superficie15,05 km²
Abitanti3 179[1] (31-12-2021)
Densità211,23 ab./km²
Comuni confinantiCasaletto di Sopra, Izano, Offanengo, Salvirola, Ticengo
Altre informazioni
Cod. postale26014
Prefisso0373
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT019086
Cod. catastaleH508
TargaCR
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 320 GG[3]
Nome abitantiromanenghesi
Patronosan Giovanni Battista e san Biagio
Giorno festivoprima domenica di ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Romanengo
Romanengo
Romanengo – Mappa
Romanengo – Mappa
Posizione del comune di Romanengo nella provincia di Cremona
Sito istituzionale

Romanengo (Rumanènch in dialetto locale) è un comune italiano di 3 179 abitanti[1] della provincia di Cremona in Lombardia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica dell'11 dicembre 1997.

«Troncato: nel primo, di rosso, al castello d'oro, murato di nero, merlato alla guelfa, torricellato di un pezzo, la torre merlata di quattro, il fastigio di nove, esso castello chiuso di nero, finestrato di due finestrelle rettangolari, dello stesso, poste in fascia, fondato sulla linea di partizione; nel secondo, controscaglionato d'oro e di verde. Ornamenti esteriori di Comune.»

Il gonfalone è un drappo di giallo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2020 i cittadini stranieri sono 383. Le comunità nazionali numericamente significative sono[5]:

  1. India, 153
  2. Romania, 51
  3. Marocco, 21
  4. Albania, 20

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è attraversato dalla ex strada statale 235 di Orzinuovi e dalla strada provinciale 20 Castelleone-Casaletto di Sopra.

Fra il 1880 e il 1931 nella località era presente una fermata della tranvia Lodi-Crema-Soncino.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei sindaci dal 1985 ad oggi[6].

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1985 1990 Alessandro Samarani PCI sindaco
1990 1995 Alessandro Samarani PCI, poi PDS sindaco
1995 1999 Giovanni Silva lista civica di sinistra sindaco
1999 2004 Giovanni Silva lista civica di sinistra sindaco
2004 2009 Marco Cavalli lista civica di sinistra sindaco
2009 2014 Marco Cavalli lista civica sindaco
2014 2019 Attilio Polla lista civica sindaco
2019 in carica Attilio Polla lista civica sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Romanengo forma con Casaletto di Sopra e Ticengo l'Unione dei Comuni Lombarda dei Fontanili[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ ISTAT, cittadini stranieri al 31 dicembre 2020, su demo.istat.it. URL consultato il 24 ottobre 2021.
  6. ^ Anagrafe: Ricerca e Archivio nel sito del Ministero dell'Interno
  7. ^ Unioni di Comuni esistenti Archiviato il 28 maggio 2015 in Internet Archive. nel sito istituzionale della Provincia di Cremona

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia