Corriere Adriatico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corriere Adriatico
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
Periodicitàquotidiano
FormatoTabloid
Fondazione1860
SedeVia Berti Rodolfo, 20 - 60126, Ancona, Italia
EditoreCaltagirone Editore
Tiratura18 939[1] (novembre 2017)
Diffusione cartacea13 199 (novembre 2017)
Diffusione digitale846 (novembre 2017)
DirettoreGiancarlo Laurenzi
Sito webwww.corriereadriatico.it
 
Il francobollo del 2010 dedicato al 150º anniversario di fondazione

Il Corriere Adriatico è un quotidiano marchigiano con sede ad Ancona.

Ha redazioni nelle Marche, ad Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Pesaro che curano le rispettive edizioni locali. Tra il 2010 e il 2011 ha chiuso le proprie redazioni di Senigallia e San Benedetto del Tronto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Corriere Adriatico viene fondato dal patriota risorgimentale e poeta ripano Luigi Mercantini, con il nome di L'Ordine. Corriere delle Marche[2], il 5 ottobre 1860, pochi giorni dopo la battaglia di Castelfidardo e l'entrata della città di Ancona nel Regno d'Italia, in sostituzione del filo-pontificio Il Piceno.

Nel 1926 la testata assume l'attuale denominazione.

La fine della seconda guerra mondiale porta anche la cessazione delle stampe; l'informazione locale è portata avanti da un nuovo giornale, la Voce Adriatica.

Il 24 aprile 1971 la Voce Adriatica il giornale riassume la denominazione di Corriere Adriatico.

Nel nuovo millennio, il quotidiano entra a far parte del gruppo Caltagirone Editore.

Dal 4 febbraio 2009 il Corriere Adriatico ha adottato una grafica multicolore, nello specifico quattro i colori guida tra le sezioni del quotidiano: il rosso per le cronache nazionali e le Marche, il blu per le cronache locali, il verde aspro per gli spettacoli e la cultura, il verde intenso per lo sport.

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Corriere Adriatico: l'insegna luminosa che indica l'accesso alla sede.
Anno Copie vendute[1]
2009 17 785
2008 17 593
2007 18 496
2006 19 175
2005 19 247
2004 19 289
2003 19 753
2002 19 931
2001 20 832
2000 22 862
1999 26 669
1998 23 416
1997 22 399
1996 22 783

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

I cittadini dorici, specie nel periodo anni Ottanta/anni Novanta del XX secolo, avevano affibbiato al giornale l'appellativo, in vernacolo anconetano, di "el Bugiardó " (il Bugiardone).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte dati: Accertamenti Diffusione Stampa
  2. ^ Paolo Boldrini, Il derby dei direttori dorici, su boldrini.xoom.it. URL consultato il 19/09/2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mariano Guzzini, Passato Quotidiano. Storia e storie del «Corriere Adriatico» dal 1860 al 1914, Liberilibri, Macerata 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria