Università Campus Bio-Medico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Università Campus Bio-Medico
Stato Italia Italia
Città Roma
Motto La Scienza per l'Uomo
Fondazione 1993
Tipo Privata
Facoltà
  • Medicina e Chirurgia
  • Ingegneria
Rettore Andrea Onetti Muda
Studenti 1 629 (2012/13[1])
Sito web www.unicampus.it

L'Università Campus Bio-Medico di Roma è una università privata italiana nata nel 1993 per iniziativa di mons. Álvaro del Portillo, vescovo Prelato dell'Opus Dei (D.M. 31 ottobre 1991). È un'opera apostolica dell'Opus Dei, cioè promossa da fedeli dell'Opus Dei e che gode della garanzia morale della Prelatura, che si incarica di tutto ciò che riguarda l'orientamento cristiano[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 1993 presero il via, nella sede provvisoria di via Emilio Longoni, i corsi di laurea in Infermieristica e in Medicina e Chirurgia. Nel 1994 fu inaugurato il Policlinico Universitario e successivamente i laboratori per la ricerca in campo biomedico. Nel 2003 l'allora Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ricevette al Quirinale i dirigenti e il personale dell'Università in occasione del decimo anniversario della fondazione dell'Ateneo[3]. Nel gennaio 2007[4] Joaquín Navarro-Valls divenne Presidente dell’Advisory Board, un Comitato di Consulenza e Indirizzo per l'Università Campus Bio-Medico di cui fanno parte attualmente (2014) Paolo Arullani (Presidente Onorario UCBM), Pellegrino Capaldo, Vittorio Caporale, Bruno Dallapiccola, Gianni Letta, Sergio Pecorelli, Mario Preve e Alessandro Profumo[5].

Offerta formativa[modifica | modifica wikitesto]

Facoltà dipartimentale di Medicina e Chirurgia
Facoltà dipartimentale di Ingegneria
Scuole di specializzazione
  • Allergologia ed Immunologia Clinica
  • Anatomia Patologica
  • Anestesia, Rianimazione e Terapia intensiva
  • Cardiochirurgia
  • Chirurgia dell'Apparato Digerente
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica
  • Ematologia
  • Endocrinologia e Malattie del metabolismo
  • Gastroenterologia
  • Geriatria
  • Ginecologia ed Ostetricia
  • Malattie dell'apparato cardiovascolare
  • Malattie Infettive
  • Medicina fisica e riabilitativa
  • Medicina Interna
  • Microbiologia e Virologia
  • Neurologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia medica
  • Ortopedia e Traumatologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia
  • Urologia
Dottorati di ricerca
  • Dottorato di ricerca in Bioingegneria e Bioscienze [9]
  • Dottorato di Ricerca in Scienze Biomediche Integrate e Bioetica [10]
Master
  • Master di I livello in Management per le Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie [11]
  • Master di I livello in Cure Palliative e Terapia del Dolore [12]
  • Master di II livello in Imprenditorialità in Sanità [13]
  • Master di II livello in Homeland Security [14]

Sedi e strutture[modifica | modifica wikitesto]

Sede di via Longoni[modifica | modifica wikitesto]

Nella sede originaria (1993-2007) dell'Università Campus Bio-Medico, in via Emilio Longoni, oggi resta attivo un Centro di Radioterapia.

Campus universitario a Trigoria[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 2008 è stato inaugurato ufficialmente il nuovo campus universitario sorto a Trigoria su terreni in parte venduti e in parte donati da Alberto Sordi, ai confini della Riserva naturale di Decima-Malafede. Su questi terreni vanno sorgendo gradualmente gli edifici universitari.

Centro per la Salute dell'Anziano - CESA (2000)[modifica | modifica wikitesto]

il Polo di Ricerca Avanzata
« «Ho fatto tutto questo, perché anch' io ho raggiunto il traguardo della vecchiaia e capisco qual è il disagio. Un uomo che è soggetto all' assistenza di qualcuno, deve avere sempre la sicurezza di essere protetto».[6] »
(Alberto Sordi)

Il Centro per la Salute dell'Anziano (CESA), inaugurato nel 2001, sorge sui circa otto ettari di terreno donati da Alberto Sordi all'Università Campus Bio-Medico per la realizzazione di una struttura dedicata "all' assistenza medica e alla ricerca applicata alle patologie della terza età"[7]. Il CESA, oltre alle attività assistenziali e di ricerca, ospita la Fondazione Alberto Sordi[15] e l'Associazione Alberto Sordi Onlus che vi promuove un innovativo Centro Diurno per Anziani Fragili[8].

Polo di Ricerca Avanzata in Biomedicina e Bioingegneria - PRABB (2007)[modifica | modifica wikitesto]

il Policlinico universitario visto dalla Riserva Naturale di Decima-Malafede

Questo edificio, inaugurato nel 2007[9] e destinato in futuro ad ospitare quasi esclusivamente laboratori di ricerca, al momento attuale ospita anche alcune aule, la Presidenza, il Rettorato, le segreterie per gli studenti e per gli specializzandi, la mensa universitaria e alcuni uffici amministrativi. Vi ha sede anche l'Istituto di Filosofia dell'Agire Scientifico e Tecnologico (FAST) una struttura didattica e di ricerca interdisciplinare diretta da Vittoradolfo Tambone che, oltre a coordinare l'insegnamento delle discipline umanistiche all'interno dei diversi corsi di laurea dell'Ateneo, ha lo scopo di favorire un costante "dialogo fra filosofi, ricercatori e docenti delle diverse discipline scientifiche"[10].

Policlinico universitario (2007)[modifica | modifica wikitesto]

Visione serale del Trapezio con la nuova Biblioteca

Il policlinico universitario del Campus Bio-Medico è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale. "La struttura è dotata di oltre trenta Unità Operative. Eroga assistenza sanitaria in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale e privatamente. Comprende servizi ambulatoriali, di day-hospital, day-surgery e reparti di degenza organizzati per intensità di cura"[11]. A regime potrà arrivare ad ospitare fino a 400 posti letto con 18 sale operatorie[12].

Trapezio (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 novembre 2013, il ministro della Pubblica Istruzione Maria Chiara Carrozza ha inaugurato, assieme al Prelato dell'Opus Dei, Javier Echevarría, una nuova struttura per la didattica "di oltre 4.500 m² che arricchisce l'ateneo di 13 nuove aule per 1.400 posti a sedere, con una biblioteca da 120 postazioni di lettura. Il complesso architettonico, che sfrutta energie rinnovabili ed è attento all'ambiente, è stato realizzato dagli architetti Ambrogio Risari, Santiago Hernandez ed Eduardo Lopez"[13].

Autorità accademiche[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Rettori[modifica | modifica wikitesto]

Presidi[modifica | modifica wikitesto]

Medicina[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria[modifica | modifica wikitesto]

Altri docenti e personalità di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Marzo 2011: vengono girate all'interno e all'esterno del Policlinico Universitario alcune scene della fiction televisiva Don Matteo con Terence Hill[14].
  • Dicembre 2011: l'esibizione natalizia degli allievi del Laboratorio teatrale dell'università ha visto la partecipazione straordinaria di Edoardo Siravo
  • Dicembre 2012: studenti e personale dell'Università partecipano ad una Webserie autoprodotta, Dr. Rob, sulle disavventure di un medico-robot. La serie, messa in onda su YouTube tra febbraio e maggio 2013, ha avuto come ospiti della nona puntata i calciatori Mattia Destro e Pablo Osvaldo[15].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati dell'ufficio di statistica del MUR 2008
  2. ^ Opus Dei - COS'È L'OPUS DEI - Attività
  3. ^ La Scienza Per L'Uomo: La Nostra Mission | Mission & Storia
  4. ^ http://www.navarro-valls.info/
  5. ^ ORGANIZZAZIONE | Organizzazione
  6. ^ Al Campus Bio-Medico la targa per Alberto Sordi, Corriere della Sera, 9 febbraio 2007, p.17.
  7. ^ Al Campus Bio-Medico la targa per Alberto Sordi, Corriere della Sera, 9 febbraio 2007, p.17.
  8. ^ Pagina ufficiale.
  9. ^ dal sito ufficiale
  10. ^ Istituto Di Filosofia Dell'Agire Scientifico E Tecnologico (Fast) | Rettorato Facoltà Istituti
  11. ^ dal sito ufficiale del Policlinico
  12. ^ dal dépliant ufficiale di presentazione
  13. ^ ADNKRONOS, 13-11-2013: a Campus BioMedico nuovo percorso 2+3, Carrozza inaugura anno
  14. ^ notizia tratta dalla newsletter dell'Università,25-31 marzo 2011
  15. ^ la web serie su YouTube

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., Università Campus Bio-Medico di Roma. Primo decennale (Roma, 15 ottobre 2003), Edigraf, Formello (RM) 2004, pp. 99

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]