Premio Ubu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il premio Ubu, fondato nel 1977 dal critico Franco Quadri, è considerato il riconoscimento più importante di teatro in Italia[1]. Nelle prime due edizioni, veniva consegnato per meriti particolari non solo in campo teatrale ma anche cinematografico e lirico: dal 1979 è invece interamente dedicato al teatro. Dopo la scomparsa del fondatore, l'edizione 2012 viene organizzata per la prima volta dall'Associazione Ubu per Franco Quadri.

Il nome del premio è un riferimento all'opera teatrale Ubu re (Ubu roi) di Alfred Jarry, drammaturgo francese.

Dal premio è anche nata la casa editrice Ubulibri, fondata e diretta da Quadri, specializzata in pubblicazioni di testi e di saggi teatrali e cinematografici, soprattutto di autori contemporanei.

Il Premio Ubu è l'equivalente teatrale del Premio David di Donatello per il cinema, del Premio Regia Televisiva per la tv, e del Festival di Sanremo per la musica, in Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Premio Ubu è stato fondato nel 1979 da Franco Quadri (Milano 1936-2011), critico (prima su “Sipario”, poi su “Panorama” e infine su “la Repubblica”), saggista (Il rito perduto, Il teatro del regime, L'avanguardia teatrale in Italia, La politica del regista, Il teatro degli anni Settanta - Tradizione e ricerca e Invenzione di un teatro diverso) e traduttore (tra gli altri Come è di Samuel Beckett; Una visita inopportuna e Tango barbarodi Copi; I paraventi e Le serve di Jean Genet; Gli aghi e l'oppio di Robert Lepage fino ai recenti Ultimi rimorsi prima dell'oblio e Giusto la fine del mondo di Jean-Luc Lagarce e La compagnia degli uomini di Edward Bond).

Il premio, nei primi anni seguenti alla sua nascita, si occupava anche di cinema e lo coordinava, insieme al suo ideatore, Gianni Buttafava, uno dei personaggi più amati e colti del giornalismo culturale del tempo, prematuramente scomparso nel 1990. Dalle preferenze di una scelta giuria di addetti ai lavori nascevano i premi annuali che nella prima edizione, per la stagione 1977-78, furono assegnati a Le baccanti di Luca Ronconi e Gae Aulenti, a Marisa Fabbri come attrice della medesima tragedia e a Carmelo Bene come attore del suo Riccardo III e ad altri; per il cinema, a Ecce Bombo di Nanni Moretti e a Quell'oscuro oggetto del desiderio di Luis Buñuel come film straniero, e così via.

In seguito i Premi Ubu e il Patalogo, l'Annuario del teatro edito fino al 2009 dalla casa editrice Ubulibri che storicamente l'ha promosso, s'indirizzarono solo al teatro, continuando a segnalare di anno in anno le rappresentazioni e le regie più significative, con lo sguardo ai diversi linguaggi della scena italiana e internazionale. Tra gli altri, lo Strehler del Temporale, 1979; il Ronconi di Spettri, 1981, di Ignorabimus, 1985, dei Dialoghi delle Carmelitane, 1987, degli Ultimi giorni dell'umanità, 1990 e del gaddiano Pasticciaccio, 1995; il Carmelo Bene di Otello (da Shakespeare), 1978 e di Macbeth, 1982; il Massimo Castri di Rosmersholm, diCosì è (se vi pare), 1979, delle Trachinie, 1983, del Ritorno dalla villeggiatura e della Ragione degli altri, 1997; il Cobelli della Turandot, 1980 e di Troilo e Cressida, 1992; il Tiezzi di Genet a Tangeri, 1983 e di Come è, 1986; il Leo de Berardinis di Ha da passà 'a nuttata, 1989 e dei Giganti della montagna, 1992; il Thierry Salmon delle Troiane, 1988; il Cecchi di Finale di partita, 1994; il Castellucci di Giulio Cesare, 1997 e diGenesi, 2000; il Martinelli di Sterminio, 2007; fino al Punzo dei Pescecani, 2003 e di Alice, 2009.

Dopo più di tre decenni di puntuale presenza, di attento reperimento di quanto di più vivo accada sulla scena italiana ed europea, i Premi Ubu costituiscono ormai un punto di riferimento per tutti coloro che si interessano di teatro. Ecco perché l'Associazione Ubu per Franco Quadri ha deciso di proseguirne il corso, impegnandosi nel garantire il profilo critico che ne costituisce il prestigio.

Vincitori delle edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1977/78[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1978/79[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1979/80[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1980/81[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1981/82[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1982/83[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1983/84[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1984/85[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1985/86[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1986/87[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1987/88[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1988/89[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1989/90[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1990/91[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1991/92[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1992/93[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1993/94[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1994/95[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1995/96[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1996/97[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1997/98[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1998/99[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 1999/2000[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2000/01[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2001/02[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2002/03[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2003/04[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2004/05[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2005/06[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2006/07[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2007/08[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2008/09[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2009/10[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2010/11[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2011/12[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2012/13[2][modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2013/14[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2014/15[modifica | modifica wikitesto]

Miglior spettacolo: Lehman Trilogy regia di Luca Ronconi

Miglior regia: Massimiliano Civica per Alcesti

Miglior scenografia: Romeo Castellucci per Go Down, Moses e Marco Rossi per Lehman Trilogy

Miglior progetto sonoro o musiche originali: Gianluca Misiti per I giganti della montagna

Miglior attore: Massimo Popolizio per Lehman Trilogy

Miglior attrice: Monica Piseddu per Alcesti, Natale in casa Cupiello, Ti regalo la mia morte e Veronika

Nuovo attore o attrice (under 35): Fabrizio Falco

Nuovo testo italiano o ricerca drammaturgica: Lehman Trilogy di Stefano Massini

Nuovo testo straniero: Il vizio dell'arte di Alan Bennett

Miglior spettacolo straniero presentato in Italia: Das Weisse vom Ei/Une île flottante regia di Christoph Marthaler (Theater Basel, Théâtre Vidy-Lausanne)

Miglior progetto artistico o organizzativo: Progetto Ligabue Arte marginalità e follia di Mario Perrotta

Premi speciali: Giuliano Scabia, Carla Pollastrelli e Olinda Teatro

Stagione 2015/16[modifica | modifica wikitesto]

Migliore spettacolo: Santa Estasi. Atridi: otto ritratti di famiglia regia di Antonio Latella

Miglior regia: Federico Tiezzi per Calderón

Miglior allestimento scenico : Lino Fiorito per Amore

Miglior progetto sonoro o musiche originali: Enzo Avitabile per Vangelo

Miglior attore: Paolo Pierobon per Morte di Danton

Miglior attrice: Elena Bucci per La locandiera, La canzone di Giasone e Medea, Macbeth Duo e Bimba. Inseguendo Laura Betti

Nuovo attore o attrice (under 35): Il cast di Santa Estasi. Atridi: otto ritratti di famiglia (Alessandro Bay Rossi, Barbara Chichiarelli, Marta Cortellazzo Wiel, Ludovico Fededegni, Mariasilvia Greco, Christian La Rosa, Leonardo Lidi, Alexis Aliosha Massine, Barbara Mattavelli, Gianpaolo Pasqualino, Federica Rosellini, Andrea Sorrentino, Emanuele Turetta, Isacco Venturini, Ilaria Matilde Vigna, Giuliana Vigogna)

Nuovo testo italiano o ricerca drammaturgica:Amore di Spiro Scimone ; Geppetto e Geppetto di Tindaro Granata

Miglior spettacolo straniero presentato in Italia:Mount Olympus regia di Jan Fabre (Theater Basel, Théâtre Vidy-Lausanne)

Miglior progetto artistico o organizzativo:Pietro Valenti - ERT

Premi speciali:Fausto Malcovati; Titivillus; L'Alboreto

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Felice Cappa, Piero Gelli, Dizionario dello Spettacolo del '900, Baldini & Castoldi. ISBN 8880892959
  2. ^ Vincitori Premi Ubu 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro