Lehman Trilogy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lehman Trilogy
Dramma in tre parti
AutoreStefano Massini
Titolo originaleLehman Trilogy
Lingua originaleItaliano
Composto nel2009-2012[1]
Pubblicato nel2014 (Einaudi)
Prima assoluta8 ottobre 2013
Comédie de Saint-Étienne, Saint-Étienne
Prima rappresentazione italiana29 gennaio 2015
Piccolo Teatro di Milano
PremiPremio Ubu alla migliore novità italiana o progetto drammaturgico[2]
Personaggi
  • Henry Lehman
  • Mayer Lehman
  • Emanuel Lehman
  • Philip Lehman
  • Herbert Lehman
  • Robert Lehman
  • Pauline Sondheim
  • Carrie Lauer
  • Ruth Lamar
  • Lee Anz Lynn
  • Solomon Paprinskij
  • Pete Peterson (greco)
  • Lew Glucksman (ungherese)
  • Testatonda Deggoo
 

Lehman Trilogy è un'opera teatrale di Stefano Massini, debuttata a Saint-Étienne nell'autunno 2013. Nel gennaio 2015, la trilogia debuttò al Piccolo Teatro di Milano, ultimo progetto del regista Luca Ronconi.[3]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il testo tratta di 160 anni di storia della famiglia Lehman, una delle più potenti in America, e rivive nel racconto la storia di un Paese e dei cambiamenti sociali ed economici.

Produzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto (di cui Massini parla già pubblicamente a Torino, in un incontro condotto da Franco Quadri presso il Festival delle Colline Torinesi, il 27 giugno 2009) vede la luce nella stagione 2009-2010, quando l’autore sottopone al teatro Corte Ospitale di Rubiera il suo testo sulla fondazione della Lehman e sul suo sviluppo negli anni. Il progetto ha successo, piace al pubblico e agli operatori, e col titolo “Capitoli del crollo” (titolo che ha mantenuto ad esempio nell’edizione successiva francese) viene trasformato per la prima volta in spettacolo completo nella tarda primavera del 2010, e gira per alcune date nei teatri italiani da dicembre dello stesso anno.

Sempre nel 2010, con le prime traduzioni, inizia il grande interesse straniero per l’opera, e i francesi se ne aggiudicano per primi i diritti, programmandone la realizzazione per il 2013 per la regia di Arnaud Meunier a La Comédie de Saint-Étienne e poi al Théâtre du Rond-Point.

Nel frattempo, nel 2012, se ne ha anche una prima versione radiofonica, il 26 novembre 2012 su Rai Radio 3.

Il 3 ottobre 2015 il canale televisivo Rai 5 trasmise l'allestimento teatrale diretto da Luca Ronconi al Piccolo Teatro.[4]

Nel 2016 Radio France - France Culture produce e trasmette una versione radiofonica - feuilleton in 10 puntate[5].

Nel luglio 2018, debutta al Royal National Theatre di Londra, con la regia di Sam Mendes e Simon Russell Beale, Ben Miles e Adam Godley nel cast. Lo spettacolo si trasferisce al Park Avenue Armory di New York con lo stesso cast dal 22/03 al 20/04 2019, nel West End al Piccadilly Theatre dall'11 maggio al 31 agosto 2019 e sarà a Broadway per 16 settimane da marzo 2020. La produzione è stata candidata a cinque Laurence Olivier Awards.[6]

Nell'agosto 2018 debutta nella Sala Verde dei Teatros del Canal di Madrid, con la regia di Sergio Peris-Mencheta.[7]

Il testo è stato tradotto e rappresentato anche in Germania, Belgio, Danimarca, Canada, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca, Bulgaria, e nuove ulteriori edizioni si annunciano per la stagione 2020-21.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giulio Einaudi editore, Stefano Massini, Lehman Trilogy < Libri < Einaudi, su www.einaudi.it. URL consultato il 12 aprile 2017.
  2. ^ cita, su ilsole24ore.com.
  3. ^ Lehman Trilogy. Conversazione con Stefano Massini di Massimo Marino su Doppiozero
  4. ^ cita [collegamento interrotto], su ilpiccolo.gelocal.it.
  5. ^ (FR) Chapitres de la chute - Saga des Lehman Brothers de Stefano Massini, su France Culture. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  6. ^ https://www.nytimes.com/2018/09/12/theater/the-lehman-trilogy-play-new-york-premiere.html
  7. ^ https://www.teatroscanal.com/espectaculo/lehman-trilogy-balada-para-sexteto-en-3-actos/

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Teatro Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Teatro