Lino Guanciale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lino Guanciale (Avezzano, 21 maggio 1979) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato ad Avezzano (la famiglia è originaria di Collelongo, in provincia dell'Aquila), si diploma al liceo scientifico per poi frequentare la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università La Sapienza di Roma. Dopo alcuni trascorsi rugbistici (selezione Nazionale under 16 e under 19) si iscrive all’Accademia nazionale d'arte drammatica Silvio D'Amico di Roma, dove si diploma nel 2003 e ottiene il Premio Gassman.

La sua carriera d'attore inizia in teatro: diretto da Gigi Proietti recita in Romeo e Giulietta, spettacolo che inaugura il Silvano Toti Globe Theatre di Roma. Tra i nomi del palcoscenico italiano con cui collabora in seguito: Franco Branciaroli, Luca Ronconi, Walter Le Moli, Massimo Popolizio, Claudio Longhi e Michele Placido, che dopo averlo diretto in Fontamara lo chiama ad interpretare Nunzio, uno dei personaggi del film Vallanzasca - Gli angeli del male.

Accanto agli impegni teatrali, dal 2005 opera come insegnante e divulgatore scientifico-teatrale all'Università e nelle scuole superiori.

Nel 2009 debutta al cinema con Io, Don Giovanni di Carlos Saura, nei panni di Wolfgang Amadeus Mozart. Seguono i ruoli ne La prima linea di Renato De Maria, Il Gioiellino di Andrea Molaioli, Il sesso aggiunto di Francesco Antonio Castaldo, Il mio domani di Marina Spada, To Rome with Love di Woody Allen (accanto a Jesse Eisenberg ed Ellen Page).

Nel 2011 esordisce anche in televisione con la fiction Il segreto dell'acqua, trasmessa su Rai 1. Sulla stessa rete, nella primavera del 2012, è tra gli interpreti di Una grande famiglia, diretta da Riccardo Milani.

Nonostante i lavori per il grande e il piccolo schermo, l'attore non abbandona comunque il teatro; fra il 2011 e il 2012 è uno dei protagonisti de La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht, per la regia di Claudio Longhi, premiato come miglior spettacolo dell'anno dall'Associazione Nazionale dei Critici Teatrali. Alla lunga tournée italiana si è aggiunta anche una tappa in Russia, a Mosca, nell'ambito del Festival dei Teatri Europei. Nel 2013 e 2014 ha fatto parte della Compagnia del Ratto d'Europa che con la regia di Claudio Longhi ha messo in scena a Modena e a Roma uno spettacolo, che ha vinto uno dei Premi Speciali UBU, sul tema dell'Europa , affiancando al suo lavoro di attore quello di curatore di laboratori sullo stesso tema presso scuole, università, associazioni culturali, centri anziani e con gli abbonati del Teatro Argentina di Roma. Nell'ultima stagione è stato anche protagonista del recital Prendi un piccolo fatto vero, anch'esso diretto da Longhi e basato sugli scritti del poeta Edoardo Sanguineti e del monologo Il dolce mondo vuoto, scritto e diretto da Francesca Staasch.

Tra i film in uscita nella seconda metà del 2012: Il volto di un'altra di Pappi Corsicato, di cui è coprotagonista con Laura Chiatti e Alessandro Preziosi, La scoperta dell'alba di Susanna Nicchiarelli, in cui è al fianco di Margherita Buy, e L'estate sta finendo di Stefano Tummolini. Nel maggio 2012 ha girato come protagonista l'opera prima di Francesca Staasch, Happy Days Motel.

Dal 2013 è nel cast di Che Dio ci aiuti, trasmesso su Rai 1 e nel 2015 è tra i protagonisti di La dama velata, trasmesso su Rai 1, interpretando il ruolo del Conte Guido Fossà. Nel 2015 vince il Premio Flaiano come attore rivelazione dell'anno http://www.rete8.it/cultura-e-spettacolo/premi-flaiano-ecco-i-vincitori-in-diretta-su-rete8/

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Letture ed eventi[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Gassman
  • Premio Flaiano

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]