Alec Baldwin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alexander Rae Baldwin, detto Alec (Amityville, 3 aprile 1958), è un attore, doppiatore, attivista e comico statunitense. Nel corso della sua carriera ha ricevuto diversi premi e nomination tra cui tre Emmy Awards, otto Screen Actors Guild Awards, tre Golden Globe, una nomination al Tony Award al miglior attore protagonista in un'opera teatrale per il suo lavoro a Broadway e una candidatura all'Oscar al miglior attore non protagonista per The Cooler.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1958 a Amityville, primo dei quattro figli maschi dei coniugi Carolyn e Alexander Baldwin, la sua famiglia ha origini irlandesi, francesi e britanniche. Già a 9 anni fu protagonista di un filmino amatoriale dal titolo Frankenstein. Prima di calcare il palcoscenico lavorò come cameriere, autista e venditore di magliette.[1] Ha tre fratelli, tutti attori: Daniel, William e Stephen, conosciuti come i fratelli Baldwin. Suo padre morì di cancro nel 1983.

Carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1979 entra nella prestigiosa Academy Studios e all'età di 28 anni debutta nel film televisivo La divisa strappata (1986) di Glenn Jordan. Il successo dell'opera lo porta a esordire nel cinema con Forever Lulu (1987) e da qui inizia la scalata con Beetlejuice - Spiritello porcello (1988) di Tim Burton e Talk Radio (1988) di Oliver Stone. Nello stesso anno darà vita a due memorabili personaggi di "sciupafemmine", in Una donna in carriera e Una vedova allegra... ma non troppo, che determineranno la sua ascesa a Hollywood. Nel 1989 parteciperà al film biografico Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco. Dopo l'interpretazione di uno psicopatico in Miami Blues (1989), infatti, Baldwin ottiene ruoli importanti in pellicole di primo piano come Caccia a Ottobre Rosso (1990) con Sean Connery. Anche Woody Allen lo nota e lo impiega in Alice (1990) con Mia Farrow.

Nella pellicola Bella, bionda... e dice sempre sì, del 1991,[1] incontra la futura moglie Kim Basinger; Baldwin continua la sua carriera con Americani (1992), Malice - Il sospetto (1993) accanto a Nicole Kidman e Getaway (1994), remake del film di Sam Peckinpah. Dopo qualche flop (L'Uomo Ombra del 1994) la carriera di Baldwin subisce una battuta d'arresto, parzialmente compensata da ruoli da cattivo come quello del killer de Il giurato (1996), del fotografo invidioso de L'urlo dell'odio (1997) e del misterioso colonnello in Codice Mercury (1998). Nel 2002 è protagonista del film Hollywood, Vermont e nello stesso anno divorzia dalla Basinger.[1]

Alec Baldwin ai Premi César 1994

Dall'inizio del nuovo secolo Baldwin sembra essersi specializzato nel ruolo di arrogante capitano d'industria, ed è molto richiesto in film di spicco, quali Il gatto... e il cappello matto (2003) di Bo Welch, The Aviator (2004) di Martin Scorsese, Elizabethtown (2005) con Orlando Bloom e Kirsten Dunst, Dick & Jane - Operazione furto (2005) con Jim Carrey, The Departed - Il bene e il male (2006) di Scorsese e The Good Shepherd - L'ombra del potere diretto e interpretato da Robert De Niro.[2]

Baldwin ha diretto e recitato in Il diavolo e Daniel Webster con Anthony Hopkins, Jennifer Love Hewitt e Dan Aykroyd nel 2001. Il film inedito divenne una risorsa in un processo di frode della banca federale quando l'investitore Jed Barron fu condannato per frode bancaria mentre il film era in produzione. Il film è stato infine acquisito da The Yari Group senza il coinvolgimento di Baldwin.

Dal 2006 al 2013, ha interpretato il ruolo di Jack Donaghy nella serie TV 30 Rock in onda sull'emittente NBC. Ha presentato, insieme a Steve Martin la cerimonia dei Premi Oscar 2010. Nel 2009 annuncia il suo ritiro da attore, proposito ritirato in quanto l'attore ha recitato in alcuni film tra cui Hick, Rock of Ages, To Rome with Love, AmeriQua e Le 5 leggende dove presta la propria voce a Babbo Natale. Il 4 febbraio 2012 ha presentato lo spettacolo di premi NFL Honors 2011. Ha poi presentato anche l'edizione successiva il 2 febbraio 2013.

Nel 2014 partecipa a fianco di Julianne Moore al film Still Alice (2015), che gli ha consigliato il ruolo per avere la possibilità di lavorare di nuovo insieme. Nel 2016 durante la campagna per le elezioni presidenziali degli Stati Uniti propone una riuscita imitazione di Donald Trump per il programma Saturday Night Live, collaborando con Kate McKinnon che interpreta il ruolo di Hillary Clinton. Nel 2017 è tra i doppiatori, nella versione originale, del cartone animato Baby Boss.[3]

Nel 2016 Baldwin ha iniziato a presentare una nuova versione del gioco Match Game sul canale ABC. Nel 2017, è subentrato come conduttore unico di The Essentials di TCM dopo la morte del suo co-conduttore, Robert Osborne. Il 3 marzo 2018, dopo la trasmissione dei 90th Academy Awards, la ABC ha trasmesso un episodio di anteprima del talk show The Alec Baldwin Show, all'epoca chiamato Sundays With Alec Baldwin, che avrebbe debuttato formalmente con un ordine di nove episodi in autunno.

Baldwin ha recitato in Mission: Impossible - Rogue Nation, la quinta puntata della serie Mission: Impossible, rilasciata il 31 luglio 2015 e riprende il ruolo in Mission: Impossible - Fallout, rilasciato il 27 luglio 2018. Il 27 agosto 2018, fu annunciato che Baldwin si sarebbe unito al cast di Joker, interpretando Thomas Wayne, padre di Bruce Wayne. Successivamente, il 29 agosto 2018, Baldwin si ritirò dal ruolo a causa di altri impegni.[4]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Matrimoni[modifica | modifica wikitesto]

Kim Basinger[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio del 1990, Baldwin ha conosciuto l'attrice Kim Basinger durante le riprese del film Bella, bionda... e dice sempre sì.[5] I due si sono sposati il 19 agosto 1993[6] e hanno avuto una figlia, Ireland, nata il 23 ottobre 1995.[7] Baldwin e Basinger si sono separati il 5 dicembre 2000[5] e hanno divorziato il 3 settembre 2002.[8] In seguito a un turbolento divorzio, Baldwin ha affrontato una lunga e dura battaglia legale per poter continuare a vedere e frequentare la figlia.

Hilaria Baldwin[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2011, Baldwin ha iniziato a uscire con Hillary Thomas, ora nota come Hilaria, una istruttrice di yoga e cofondatrice della catena Yoga Vida a Manhattan, New York. Baldwin e la Thomas si sono trasferiti dall'Upper West Side a Greenwich Village in agosto.[9] La coppia si è fidanzata ufficialmente nell'aprile 2012[10] e si è sposata il 30 giugno 2012 nella cattedrale di St. Patrick a New York.[11] Il 23 agosto 2013 diventano genitori di una bambina chiamata Carmen Gabriela[12] e il 17 giugno 2015 hanno un altro figlio, Rafael; il 12 settembre 2016 è nato il terzo figlio, Leonardo Àngel Charles,[13] mentre il 17 maggio 2018 è la volta del quarto, Romeo Alejandro David. L'8 settembre 2020 è nato Eduardo Pau Lucas. Nel 2021, infine, è nata da una madre surrogata la figlia Lucia.[14]

Questioni legali[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014, è stato fermato mentre guidava la sua bicicletta contromano su una strada a senso unico. L'attore, sprovvisto di documenti, ha inveito contro le due agenti che lo hanno successivamente arrestato[15]

Il 26 novembre 2018, è comparso in un tribunale di New York per affrontare un'accusa di aggressione e molestie dopo una disputa di parcheggio nel West Village di Manhattan il 2 novembre. Il 23 gennaio 2019, Baldwin si è dichiarato colpevole di molestie e ha accettato di frequentare un corso di un giorno per la gestione della rabbia.[16]

Filantropia[modifica | modifica wikitesto]

Durante il suo periodo 2010-2013 come portavoce di Capital One, il contratto di Baldwin è stato scritto per finanziare la fondazione di beneficenza di Baldwin. Fu pagato $15 milioni in quasi cinque anni. Dopo le tasse e le spese contabili, il resto, $14.125.000, è stato dato in beneficenza.

Nel marzo 2011, Baldwin ha donato un milione di dollari alla New York Philharmonic e $500.000 alla Roundabout Theatre Company, dove ha recitato a New York. Negli ultimi anni, la sua fondazione ha donato buoni regalo in libreria alle biblioteche di Long Island per sostenere i programmi di alfabetizzazione.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Alec Baldwin con lo Screen Actors Guild Award che ha vinto nel 2010

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Alec Baldwin è stato doppiato da:

  • Paolo Buglioni in Una donna in carriera, Malice - Il sospetto, L'Uomo Ombra, Ladri per la pelle, Codice Mercury, ...e alla fine arriva Polly, The Aviator, Elizabethtown, The Good Shepherd - L'ombra del potere, To Rome with love, Blue Jasmine, Law & Order - Unità vittime speciali, Still Alice, Sotto il cielo delle Hawaii, Mission: Impossible - Rogue Nation, L'eccezione alla regola, Nerve, Parigi può attendere, Mission: Impossible - Fallout, BlacKkKlansman, Ubriachi d'amore, Will & Grace (st. 9-10), Motherless Brooklyn - I segreti di una città, Chick Fight, Dr. Death
  • Massimo Rossi in L'agguato - Ghosts from the Past, Hollywood, Vermont, L'uomo dal doppio passato, Il gatto... e il cappello matto, 30 Rock, È complicato, AmeriQua, Sedotti e abbandonati
  • Luca Ward in Talk Radio, Getaway, Il giurato, The Confession, The Cooler, Las Vegas (2x09)
  • Sergio Di Stefano in L'urlo dell'odio, Pearl Harbor, Last Shot, Friends, La custode di mia sorella
  • Francesco Pannofino in L'occasione per cambiare, Dick e Jane - Operazione furto, Las Vegas (1x12), Correndo con le forbici in mano
  • Roberto Pedicini ne Il processo di Norimberga, The Departed - Il bene e il male, Rock of Ages, A Star is Born
  • Mario Cordova in Omicidio a New Orleans, Pluto Nash, Zona d'ombra
  • Massimo Lodolo in Bella, bionda... e dice sempre sì, Will & Grace (st. 7-8)
  • Antonio Sanna in Sweet Revenge, Un amore rinnovato
  • Luca Biagini in Suburban Girl, La ragazza del mio migliore amico
  • Saverio Moriones in Americani
  • Francesco Prando in Riccardo III - Un uomo, un re
  • Sergio Di Giulio in Miami Blues
  • Marco Mete in Caccia a Ottobre Rosso
  • Carlo Cosolo in Un tram che si chiama desiderio
  • Luciano Marchitiello in Houston Pronto soccorso
  • Mauro Gravina in Beetlejuice - Spiritello porcello
  • Angelo Maggi in Doppia anima
  • Fabrizio Temperini in Great Balls of Fire! - Vampate di fuoco
  • Nino D'Agata in Notting Hill
  • Stefano Mondini in Path to War - L'altro Vietnam
  • Massimiliano Lotti in Nip/Tuck
  • Natale Ciravolo ne La prima volta di Niky
  • Guido Rutta in The Doctors
  • Fabrizio Russotto in Patto con il diavolo
  • Diego Reggente in The Looming Tower

Da doppiatore è sostituito da:

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Biografia di Alec Baldwin, su comingsoon.it. URL consultato il 21 luglio 2021.
  2. ^ The Good Shepherd - L'ombra del potere, su comingsoon.it, 20 aprile 2007. URL consultato il 21 luglio 2021.
  3. ^ In “Baby Boss” un bebè prepotente che diverte, su lastampa.it, 21 aprile 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.
  4. ^ Giorgio Loda, Joker: Alec Baldwin abbandona il film di Todd Phillips, su hotcorn.com, 30 agosto 2018. URL consultato il 21 luglio 2021.
  5. ^ a b Too hot to handle, su people.com.
  6. ^ Alec Baldwin engaged to Yoga instructor, su mtv.com.
  7. ^ Monitor, su ew.com.
  8. ^ Baldwin and Basinger square up for custody battle, su irishexaminer.com.
  9. ^ Alec Baldwin finds love, su newyork.cbslocal.com.
  10. ^ Alec Baldwin engaged to Hilaria Thomas, su people.com.
  11. ^ Alec Baldwin marries Hilaria Thomas in NYC, su cbsnews.com.
  12. ^ Alec Baldwin e Hilaria Thomas danno il benvenuto alla piccola Carmen Gabriela [collegamento interrotto], su worldcelebrities.blogosfere.it.
  13. ^ Alec Baldwin di nuovo papà: Hilaria ha partorito Leonardo, su quotidiano.net, 13 settembre 2016. URL consultato il 10 ottobre 2016.
  14. ^ Roberta Mercuri, Hilaria Baldwin svela il nome della figlia numero sei (nata con maternità surrogata), su vanityfair.it, 3 marzo 2021. URL consultato il 21 luglio 2021.
  15. ^ Arrestato Baldwin, contromano in bici, su ansa.it. URL consultato il 22 ottobre 2021.
  16. ^ Alec Baldwin si dichiara colpevole nella disputa sul parcheggio, accetta la gestione della rabbia, su it.fredtvshow.com. URL consultato il 16 agosto 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85511471 · ISNI (EN0000 0001 2142 1590 · LCCN (ENn91100241 · GND (DE137198752 · BNF (FRcb139434959 (data) · BNE (ESXX1152461 (data) · NLA (EN35989106 · WorldCat Identities (ENlccn-n91100241