La custode di mia sorella (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La custode di mia sorella
La custode di mia sorella.jpg
Una scena del film
Titolo originaleMy Sister's Keeper
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno2009
Durata109 min
Rapporto2,35 : 1
Generedrammatico
RegiaNick Cassavetes
SoggettoJodi Picoult
SceneggiaturaJeremy Leven, Nick Cassavetes
Casa di produzioneCurmudgeon Films, Gran Via Productions, Mark Johnson Productions
Distribuzione (Italia)Warner Bros.
FotografiaCaleb Deschanel
MontaggioJim Flynn, Alan Heim
MusicheAaron Zigman
ScenografiaJon Hutman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La custode di mia sorella (My Sister's Keeper) è un film del 2009 diretto da Nick Cassavetes, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo di Jodi Picoult. Le protagoniste del film sono Cameron Diaz, Abigail Breslin e Sofia Vassilieva.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sara Fitzgerald scopre che sua figlia Kate è malata di leucemia promielocitica acuta. Da quel giorno i genitori tentano di curarla prendendo in considerazione anche l'ipotesi di donare loro stessi sangue e midollo osseo alla figlia, ma è tutto vano perché scoprono di non essere compatibili. Il medico, in maniera confidenziale, suggerisce loro di mettere al mondo un'altra figlia, una bambina "su misura", concepita in vitro, per poter essere compatibile con Kate alle donazioni. Nasce così Anna.

Sin da piccola viene sottoposta ad interventi, prelievi ed esami invasivi al fine di aiutare Kate. Arrivata a 11 anni Anna si oppone, si sente sfruttata, e quando le viene detto che deve donare un rene alla sorella, decide di chiedere assistenza legale ad un avvocato per avere l'emancipazione medica. I genitori vengono chiamati in causa, mentre Kate peggiora e viene ricoverata in ospedale. Sara non si arrende e riprende la sua attività di avvocato per impedire ad Anna di ottenere l'emancipazione medica. Kate, nel frattempo, ricorda i momenti della sua malattia sentendosi anche in colpa per alcuni episodi come la scoperta della dislessia del fratello maggiore che viene trascurato dai genitori perché tutte le attenzioni sono per lei, o le sofferenze a cui è sottoposta Anna stessa; infine, tutti i sacrifici e le rinunce della sua famiglia. Il ricordo più bello è la sua storia d'amore con Taylor, anch'egli malato di leucemia. Vivranno un amore intenso che terminerà tristemente con la morte di lui.

Finalmente, nel corso del processo, Anna si confessa aiutata dal fratello: è stata Kate a dirle di non donarle il rene, perché stanca di vivere in quel modo. In ospedale, Kate regala un album di foto a sua madre, in cui ha inserito un ricordo per ogni momento significativo della sua breve vita. Sara, commossa e stremata, capisce che è arrivato il momento di arrendersi: abbraccia sua figlia e le rimane accanto in quelli che saranno gli ultimi istanti della sua vita. Infatti Kate muore nella notte e da quel momento, ogni anno, nel giorno del compleanno della ragazza, la famiglia si reca in Montana, il luogo preferito di Kate.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato interamente a Los Angeles, California. Inizialmente le sorelle Dakota ed Elle Fanning erano state contattate per interpretare le sorelle Fitzgerald, ma quando Dakota ha appreso che avrebbe dovuto recitare con la testa rasata hanno rifiutato la parte.[1] Il film, in Italia, è stato vietato ai minori di 14 anni.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Le musiche del film sono composte da Aaron Zigman; l'intera colonna sonora è stata pubblicata il 23 giugno 2009 su etichetta New Line Records. Oltre a brani di Regina Spektor e James Blunt, l'album contiene un inedito di Jeff Buckley (una cover di We All Fall in Love Sometimes di Elton John, ma pubblicata prima su album).[2] Life Is Beautiful dei Vega4 fa da sottofondo al trailer del film.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Feels Like HomeEdwina Hayes
  2. Don't Wanna CryPete Yorn
  3. BetterRegina Spektor
  4. Life Is BeautifulVega4
  5. Carry You HomeJames Blunt
  6. We All Fall in Love SometimesJeff Buckley
  7. Girls Just Want to Have FunGreg Laswell
  8. Find My Way Back HomePriscilla Ahn
  9. With YouJonah Johnson
  10. Life Is Just a Bowl of CherriesE.G. Daily
  11. HeavenJimmy Scott
  12. Hymn: Amazing Grace – Pipe Major Jim Drury & Julia McGurk

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Breslin, Vassilieva to star in 'Keeper', variety.com. URL consultato il 27 giugno 2009.
  2. ^ Inedito di Jeff Buckley nella colonna sonora di My Sister Keeper, rollingstonemagazine.it. URL consultato il 27 giugno 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN316753200 · GND: (DE1023036835
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema