...e alla fine arriva Polly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
...e alla fine arriva Polly
E alla fine arriva Polly.jpg
Una scena del film.
Titolo originale Along Came Polly
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2004
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere commedia, sentimentale
Regia John Hamburg
Sceneggiatura John Hamburg
Produttore Danny DeVito, Michael Shamberg, Stacey Sher
Fotografia Seamus McGarvey
Montaggio William Kerr
Musiche Theodore Shapiro
Scenografia Mary Saisselin, Gregory A. Berry
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

...e alla fine arriva Polly (Along Came Polly) è un film del 2004 diretto da John Hamburg. La pellicola ha per protagonisti Ben Stiller e Jennifer Aniston, affiancati da Philip Seymour Hoffman, Debra Messing e Alec Baldwin.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Reuben è un tranquillo agente assicurativo, specializzato nel calcolare rischi. Metodico e preciso, Reuben nella sua vita ha sempre valutato scrupolosamente ogni sua mossa, compreso il matrimonio con Lisa, con la quale pensa di aver finalmente trovato la felicità. Ma quando la neo-moglie lo tradisce con un istruttore di sub francese addirittura il primo giorno della loro luna di miele a St. Barth, tutto quello che aveva costruito negli anni crolla miseramente.

Tornato subito a casa, distrutto e solo, Reuben incontra per caso Polly, una vecchia compagna di scuola, una ragazza carina ma eternamente indecisa nella vita. I due, nonostante siano diversi come il giorno e la notte, iniziano a frequentarsi e a piacersi, e pur di stare con Polly, Reuben si spingerà a prendersi rischi un tempo impensabili per uno come lui.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Per il ruolo di Sandy Lyle, l'attore fallito, era stato inizialmente contattato Jack Black, ma la parte è poi andata a Philip Seymour Hoffman. La locandina dell'unico film interpretato da Sandy Lyle, Crocodile Tears, ricorda molto quella del film Breakfast Club. Nella pellicola viene citato il film Dirty Dancing - Balli proibiti.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film non ha riscontrato il favore della critica a livello internazionale. Sul sito Rotten Tomatoes sulla base di 156 recensioni ce ne furono 40 positive e ben 116 negative.[1]

In Italia Alessandro De Luca non elogia la pellicola, dicendo che "...i due protagonisti regalano qualche momento di divertimento, ma la sostanziale mancanza di ispirazione e l'accumulo di clichés, trasformano l'intreccio in un meccanismo superficiale e prevedibile, quanto la performance della Aniston."[2]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la critica sfavorevole, con un budget di 42 milioni di dollari il film incassò in tutto il mondo 171.963.386 di dollari divenendo un grandissimo successo al botteghino.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Along came Polly (2004), rottentomatoes.com.
  2. ^ ... E alla fine arriva Polly Alessandra De Luca, mymovies.it.
  3. ^ Box office / business for ...E alla fine arriva Polly, imdb.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema