Il trenino Thomas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il trenino Thomas
serie TV d'animazione
Thomas, Henry, Duck and troublesome trucks at Kidderminster.jpg
Vere locomotive modellate sui personaggi della serie (Kidderminster, 2005)
Titolo orig.Thomas and Friends
Lingua orig.inglese
PaeseRegno Unito
AutoreBritt Allcroft, David Mitton
RegiaDavid Mitton, Steve Asquith
ReteiTV
1ª TV9 ottobre 1984 – 20 gennaio 2021
Episodi584 (completa) 24 stagioni
Rapporto4:3, 16:9 576i (Serie 1-5)
16:9 576i (Serie 6-10)
16:9 1080i (Serie 11-12)
16:9 1080p (Serie 13-)
Durata ep.5 min (Serie 1-7)
8 min (Serie 8–12)
11 min (Serie 13-)
Rete it.Disney Channel, Playhouse Disney, JimJam, Rai YoYo, Cartoonito, Frisbee
1ª TV it.settembre 2004 – in corso
Episodi it.486 / 584 Completa al 83% 20 stagioni
Durata ep. it.10 min
Studio dopp. it.Studio P.V., E.T.S., Beep Studios
Dir. dopp. it.Thomas Campi, Saverio Indrio, Teo Bellia
Seguito daIl trenino Thomas - Grandi Avventure Insieme

Il trenino Thomas (titolo originale: Thomas the Tank Engine & Friends dal 1984 al 2003; Thomas and Friends dal 2003 al 2021) è una serie televisiva inglese per bambini, trasmessa per la prima volta il 9 ottobre 1984 sul canale ITV. Le prime 12 serie furono girate agli Shepperton Studios in 35 mm. In Italia è stato trasmesso su Disney Channel ed è stato replicato su Playhouse Disney/Disney Junior, JimJam, Italia 1, Cartoonito, Boing e Frisbee.

È basata su una serie di libri del reverendo W.V. Awdry, intitolata The Railway Series. Le storie riguardano un gruppo di treni ed altri mezzi di trasporto antropomorfizzati che vivono sull'Isola di Sodor. I libri erano basati sulle storielle che Awdry raccontava a suo figlio Christopher quando questi era malato di morbillo. Molte storie traggono ispirazione a situazioni reali della vita di Awdry.

Lo show ha visto alternarsi molte celebrità nel ruolo di voce narrante, tra cui Ringo Starr (1984-1986) e Michael Angelis (1991-2012) per la versione inglese, George Carlin (1991-95), Alec Baldwin (1998-2002) e Michael Brandon (2003-2012) per la versione statunitense, Pierce Brosnan in entrambe le versioni come guest star e Mark Moraghan (2013-2018). Dalla ventiduesima alla ventiquattresima la voce narrante delle due versioni è quella del Trenino Thomas che parla al pubblico come John Halser per il Regno Unito e Joseph May per gli Stati Uniti.

Il successo mondiale della serie ha dato vita ad un vasto merchandising che va da libri e riviste ai modellini, dalle posate alle bevande fino a una forma di spaghetti.

Anche le ferrovie turistiche hanno beneficiato del fenomeno: in Inghilterra la compagnia "Day Out with Thomas" organizza trenini turistici con locomotive decorate sul modello dei personaggi della serie.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente la serie fu prodotta con l'animazione di modellini agli Shepperton Studios. All'epoca l'impiego di modellini veniva considerato un metodo efficace per animare le storie. Le locomotive e gli altri veicoli venivano radiocomandati, mentre i personaggi umani erano figure statiche. In alcune scene fu utilizzata anche la tecnica dello stop-motion, per esempio quando era previsto il movimento di un personaggio umano o animale. Il disegno animato fu invece impiegato nella terza stagione per creare delle api.

Quando la serie fu ideata, nel 1983, l'animazione dei modellini non permetteva la sincronizzazione del labiale, ma il creatore dello show, Britt Allcroft, ed il model director David Mitton non lo considerarono un aspetto limitante. Circa 20 anni dopo, però, con il progresso tecnologico, la serie vide l'introduzione del CGI (Computer-Generated Imagery) da parte della HOT Animation, società satellite della HIT Entertainment. Inizialmente fu utilizzato per creare il fumo ed altri effetti, ma in seguito la HIT (nuova proprietaria del format) annunciò la sua intenzione di farne una serie totalmente in CGI a partire dal 2009. Nella dodicesima serie il CGI della Nitrogen Studios fu utilizzato per animare i volti dei personaggi e per far muovere le persone e gli animali all'interno delle storie. La serie successiva comportò un'animazione CGI integrale.

I modelli[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente i modellini originali furono filmati in un plastico per trenini, costruito presso gli studios. Erano costruiti in scala 1:32, nota negli ambienti come "Gauge 1". Le locomotive usavano uno chassis della Märklin con un corpo costruito appositamente per la serie. Oltre ai meccanismi per far muovere gli occhi, questi corpi includevano anche un generatore di fumo. Le carrozze ed i trattori erano invece costruiti usando i kit della Tenmille. Successivamente i modelli furono tutti costruiti su progetto originale.

Dalla stagione 5 alla 12 furono impiegati dei modellini in scala maggiore per i personaggi a scartamento ridotto, in modo da rappresentare tutti i loro complessi meccanismi mantenendo un sufficiente livello di dettaglio. Nella sesta stagione i personaggi noti "the Pack" (le macchine utensili) furono tutte costruite su scala più grande, e furono così realizzati dei modellini più grandi di Thomas e Percy in modo tale che potessero interagire tra loro. Nella nona stagione, fu costruito un altro modellino di Thomas nella stessa scala delle macchine a scartamento ridotto, in modo tale da aumentare le possibilità di interazione tra questi personaggi. Successivamente, nelle decima stagione, arrivò un modellino più grande anche di James. Nel 2009 questi modelli furono esposti in una mostra speciale tenutasi al Drayton Manor Theme Park. Altri modelli, come quelli di Gordon, Toby, Annie e Clarabel sono invece esposti ai Nitrogen Studios.

La narrazione[modifica | modifica wikitesto]

Prima della tredicesima stagione la narrazione e i dialoghi erano tutti ad opera di un'unica voce (tranne nella versione italiana in cui le singole voci arrivarono nella dodicesima stagione). Fu questa una scelta di Allcroft, che desiderava che le storie televisive fossero in qualche modo un'estensione del modo con cui venivano raccontate le storie a casa, in un ambiente confortevole. Tutte le emozioni dei personaggi sarebbero state rese dalle sfumature della voce del narratore, unitamente alle espressioni facciali dei personaggi, alla musica e all'azione sullo schermo.

Le prime 130 storie furono scritte per la televisione da Britt Allcroft e David Mitton. Per le prime due stagioni e per la quarta stagione la serie si basò strettamente sui libri de "the Railway".

Produttori[modifica | modifica wikitesto]

Si sono succeduti diversi produttori nella serie: Britt Allcroft, David Milton e Robert D. Cardona (1984–1986) Britt Allcroft e David Mitton (1991–1999) Phil Fehrle (2002–2003) Simon Spencer (2004–2009) Nicole Stinn (2010–presente). In origine la serie fu prodotta dalla Britt Allcroft Productions e dalla Clearwater Features Ltd (la società di David Mitton e Robert D. Cardona). La Clearwater chiuse nel 1990 e la Britt Allcroft Company (che nel 2000 cambiò denominazione in Gullane Entertainment) divenne l'unica produttrice fino al 2002, anno in cui la HIT Entertainment comprò la società. La HIT Entertainment fu acquistata nel 2005 dalla APAX. Negli USA la serie è distribuita dalla Connecticut Public Television per la PBS.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

La sigla iniziale, così come la musica e le canzoncine all'interno delle puntate dalla prima alla settima stagione sono composte da Mike O'Donnell e Junior Campbell, per un totale di 182 episodi tra il 1984 ed il 2003.

Nel 2004 Robert Hartshorne prese il loro posto come compositore. Ed Welch compose una nuova sigla, "Engine Roll Call".

La storia[modifica | modifica wikitesto]

1984-1998[modifica | modifica wikitesto]

La prima serie (1984) si basa sulle storie dei primi otto libri, oltre allo speciale scritto dal reverendo W. Awdry, "Thomas's Christmas Party". La seconda serie (1986) è invece basata sulle storie dal libro 9 ("Edward the Blue Engine") al libro 30 ("More About Thomas the Tank Engine"). Questo libro era particolare in quanto fu scritto specificamente da Christopher Awdry per lo show, in quanto al tempo per obbligo contrattuale gli episodi televisivi dovevano essere unicamente adattamenti delle storie scritte sui libri. Oltre alla serie pubblicata sui libri, fu usata anche una storia apparsa su un numero annuale, "Thomas and Trevor" ed un racconto stand-alone, "Thomas and the Missing Christmas Tree". Ci fu anche un episodio, intitolato "The Missing Coach", che non fu completato perché Allcroft lo ritenne troppo disorientante per i bambini più piccoli. La produzione lo sostituì con "Thomas, Percy and the Coal".

La terza serie fu trasmessa tra il 1991 ed il 1992 in due parti da tredici episodi l'una. Fu realizzata al costo di 1,3 milioni di sterline. La serie era una combinazione di episodi derivati dai libri de "The Railway Series", dai fumetti di "Thomas the Tank Engine and Friends" e da storie originali scritte da Allcroft e Mitton. Una delle principali ragioni per le quali vennero usate altre storie rispetto a quelle contenute nei libri originali era che molti dei racconti non ancora trasposti in televisione contenevano tanti nuovi personaggi, il che avrebbe incrementato i costi per la loro realizzazione. Un altro motivo era che la produzione preferiva che ci fossero più storie incentrate su Thomas, il personaggio che dava il nome alla serie. Il reverendo W. Awdry lamentò però che le nuove storie erano troppo irreali.

Anche la quarta serie fu trasmessa in due blocchi, dal 1994 al 1995. I produttori avevano pianificato di introdurre qualche nuovo personaggio femminile, tra cui Carolina l'automobile e Nancy, la signora dello spuntino. Alcuni pensano che questa fosse una risposta alle accuse di sessismo mosse alla serie due anni prima. In realtà, però, non si trattava di nuovi personaggi in quanto erano già previsti nei libri di Awdry. La quarta serie fu infatti basata quasi esclusivamente sui libri di "The Railway Series". Furono introdotte i locomotori a scartamento ridotto, al centro di diversi episodi. Fu usata solo una sceneggiatura originale ("Rusty to the Rescue"), ma anche questa conteneva alcuni elementi della trama e dei dialoghi di "Stepney the Bluebell Engine".

La quinta serie (1998) rappresentò una svolta epocale in quanto nessuna storia fu presa dalla "Railway Series". In questa stagione vennero introdotti nuovi personaggi e più storie d'azione.

2000[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 uscì il film, "Thomas and the Magic Railroad" (inedito in italia): conteneva nuovi personaggi ideati da Britt Allcroft, oltre ad altri personaggi apparsi in "Shining Time Station", un programma americano attraverso cui le storie di Thomas entrarono negli Stati Uniti. L'episodio fu pesantemente edito in post-produzione in seguito ad alcuni test sull'audience.

Nonostante l'alto valore della produzione ed il successo di pubblico, il film fu criticato in Inghilterra, dove "Shining Time Station" non era conosciuto. Il film riscosse successo tra i bambini di entrambi i lati dell'oceano Atlantico, ma nei botteghini americani incassò soltanto 16 milioni di dollari a prezzi matinée. Ciò significò una perdita netta, in quanto il film era costato 19 milioni.

2002–2003[modifica | modifica wikitesto]

La sesta e la settima serie continuarono ad introdurre personaggi e storie più improntate all'azione, e venne anche introdotto uno staff di scrittori. La sesta serie (2002) è ricordata per il suo tentativo di creare uno spin-off basato sulla serie di successo "Bob the Builder". Due episodi, infatti, presentarono un gruppo di macchine utensili, note con il nome di "The Pack". Lo spin-off però non si concretizzò che qualche anno dopo, nel 2006, quando vennero pubblicati 13 episodi su DVD. Il fatto che le scenografie usate fossero vecchie e che gli episodi fossero girati in 35 mm (mentre all'epoca dell'uscita dei DVD gli episodi erano girati in digitale) suggerisce che lo spin-off fu filmato un po' di tempo prima dell'ottava serie. Nella settima serie (2003) il titolo del programma fu definitivamente accorciato in Thomas and Friends.

2004–2008[modifica | modifica wikitesto]

L'ottava stagione (2004) introdusse notevoli cambiamenti a seguito dell'acquisto dei diritti del programma da parte della HIT Entertainment, una società specializzata in programmi per bambini. Molti dei fondatori del programma, coinvolti nello show dal 1983, lasciarono la produzione, compresi Britt Allcroft, il direttore e sceneggiatore David Mitton e i compositori Junior Campbell e Mike O'Donnell; fu composta una nuova sigla e nuova musica incidentale da Ed Welch e Robert Hartshorne rispettivamente. La durata degli episodi fu aumentata di sette minuti. La serie fu prodotta usando il digitale, dando anche un diverso aspetto visivo alle puntate. Altri cambiamenti furono l'aggiunta di computer-grafica in alcune sequenze educative e nella transizione tra le storie.

Venne definito un cast principale composto da Thomas, Edward, Henry, Gordon, James, Percy, Toby ed Emily.

Fu anche realizzato un film straight-to-video, Sono tutte locomotive! (in originale Calling All Engines!), distribuito poco prima della nona serie nel 2005. Nonostante presentasse gli stessi personaggi di Thomas and the Magic Railroad, non ne era un sequel. Si dimostrò un successo e questo fece sì che anche in futuro venissero prodotti ulteriori speciali direct-to-video.

La nona serie (2005) e la decima (2006) videro l'ampliamento del cast secondario, con personaggi nuovi e vecchi. Dalla nona serie il narratore enuncia il titolo dell'episodio e dalla decima la sigla comincia con un fischio di treno. La decima serie fu trasmessa in ventotto episodi anziché i ventisei delle serie precedenti. L'undicesima serie (2007) fu girata in alta definizione. Venti episodi furono trasmessi mentre sei vennero pubblicati direttamente in DVD.

La serie del 2008 vide l'introduzione di altri effetti digitali, con l'intenzione di arrivare poi a produrre l'intera serie in computer grafica negli anni successivi. Solo venti episodi furono trasmessi in TV (negli USA furono trasmessi sei episodi aggiuntivi da "Engines and Escapades").

2008–2009[modifica | modifica wikitesto]

Le tecniche di produzioni utilizzate furono simili a quelle del quadriennio 2004-2008, con l'eccezione che grazie all'introduzione della CGI i personaggi potevano muovere le loro facce, mentre i movimenti di uomini e animali divennero più realistici.

2009[modifica | modifica wikitesto]

La HIT annunciò molteplici cambiamenti a partire dal 2009. Una prima novità fu l'introduzione di un segmento in cui vengono presentate le nuove uscite home video della serie: il tutto presentato da un personaggio della "Fat Controller's railway", che da istruzioni di bricolage agli spettatori.

Gli altri cambiamenti importanti furono uno spostamento nella produzione in CGI, sempre più prevalente rispetto all'uso dei modellini fisici, e l'aggiunta di un cast di voci a supporto del narratore. Questi cambiamenti sono apparsi dapprima solo su un DVD, "Hero of the Rails", mentre il nuovo formato apparirà televisivamente nella tredicesima stagione.

Nel 2012 esce un altro film, "Il mistero della montagna blu" ("Blue Mountain Mystery"). Le locomotive a scartamento ridotto Skarloey, Rheneas, Sir Handel, Peter Sam e Rusty ricompaiono in CGI.

Nel 2015 escono due film: "Dinosauri e scoperte" ("The Adventure Begins") e "Sodor e il tesoro dei pirati" ("Sodor's Legend of the Lost Treasure)". In quest'ultimo film ricompaiono i personaggi della Railway Series Mike, Rex e Bert tre piccole locomotive a scartamento ridotto che lavorano alla cava di Arlesdale.

Recentemente è stata annunciata una ventiduesima stagione, "Il Trenino Thomas - Grandi Avventure!" ("Thomas and Friends: Big World! Big Adventures") che contiene, così come le precedenti, 26 episodi e con molti altri cambiamenti: Edward, Henry e Toby sono stati rimossi da "The Steam Team" per fare spazio a due nuove locomotive a vapore femminili chiamate Nia (l'Africa) e Rebecca (il Regno Unito). Questa stagione riprende l'argomento di Grandi Avventure - Il film uscito il 20 luglio 2018 e ha introdotto personaggi equilibrati di genere e multiculturali. La serie è divisa in due metà; la prima metà vede Thomas viaggiare in giro per il mondo e visitare vari Paesi, mentre la seconda si svolge di nuovo sull'isola di Sodor.

La serie è stata rinnovata per una ventitreesima stagione con lo stesso nome che ha debuttato nel 2019 ed è terminata nel 2020.

Una ventiquattresima stagione con lo stesso nome ha debuttato nel maggio 2020 ed è terminata nel 2021.

Il 12 ottobre 2020 è stato annunciato da Mattel che la serie ha avuto nell'autunno 2021 il reboot "Il trenino Thomas - Grandi Avventure Insieme" consistente in 104 episodi da 11 minuti e due speciali da 60 minuti e l'animazione è passata al 2D, con nuove riprogettazioni rinnovate per i personaggi.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Le storie si svolgono attorno alle macchine ed alle persone che popolano l'immaginaria Isola di Sodor. Dall'avvento del cast centralizzato nel 2004, noto come "The Steam Team", sono otto i personaggi principali:

  • Thomas: protagonista della serie. una locomotiva blu. Il suo numero è l'1, una locomotiva-tender da manovra usata nelle ferrovie inglesi, simpatico e dolce, un po' combina guai. Ha una cotta per Rosie, ricambiato. Ha due carrozze personali: Annie e Clarabel. È il migliore amico di Percy. Doppiatori italiani: Marco Vivio
  • Edward: locomotiva blu. Il suo numero è il 2, una locomotiva con rodiggio in servizio presso la Furness station, saggio e ottimista, Da sempre buoni consigli a tutti. Gordon lo prende in giro per la sua vecchiaia, ma ha saputo riconoscere che è ancora utile. È il migliore amico di James. Quando si parla di lui arrossisce e prova un leggero imbarazzo. Nella ventiduesima stagione è stato rimosso. Doppiatori italiani: Francesco Prando
  • Henry: locomotiva verde. Il suo numero è il 3 è il rodiggio della London Scottish Railway. Gentile ed educato, ma è anche un po' fifone. Ha una cotta per Emily, ricambiato. È il migliore amico di Gordon. Nella ventiduesima stagione è stato rimosso. Doppiatori italiani: Ambrogio Colombo
  • Gordon: locomotiva blu. Il suo numero è il 4, locomotiva da treni espressi con rodiggio ed è progettata per la London & North Eastern Railway. Molto vanitoso e si crede il migliore di tutti ed è molto brontolone. A volte si comporta in modo gentile. Ha un fratello, odia i diesel. Ha una cotta per Mavis e Rebecca, ricambiato. È il migliore amico di Henry. Quando parla con Mavis prova un po' di imbarazzo e arrossisce e quando nota Rebecca non si imbarazza e le si avvicina. Ha una cotta anche per Nia e quando la vede lei lo aiuta e lui fa fatica a ringraziarla. Doppiatori italiani: Fabrizio Pucci
  • James: locomotiva rossa. Il suo numero è il 5 ed è una locomotiva con rodiggio in servizio per la London & Yorkshire Railway. Si vanta per la sua splendida vernice. Gli piace spaventare i suoi amici con le sue storie di paura, ma dietro a tutta questa vanità è molto gentile. È il migliore amico di Edward. Quando fa le figuracce arrossisce e si imbarazza molto. Doppiatori italiani: Simone Crisari
  • Percy: locomotiva-tender di colore verde. Il suo numero è il 6, con rodiggio Costruito per la Great Western Railway. Buono, gentile e simpatico, adora il suo lavoro: consegnare la posta. Anche lui ha una cotta per Rebecca. Quando gli si fa un complimento arrosisce e prova un po' di imbarazzo. È il migliore amico di Thomas. A volte è timido. Doppiatori italiani: Mattia Nissolino
  • Toby: tram a vapore marrone, la sua struttura esterna è in legno. Il suo numero è il 7. Simpatico e gentile, anche se a volte è un po' fifone come Henry. Anche lui ha una carrozza personale: Henrietta. Nella ventiduesima stagione è stato rimosso. Doppiatori italiani: Pasquale Anselmo ed Oliviero Dinelli
  • Duck: locomotiva verde. Nelle Railway Series venne stato un trenino messo con la numerazione 5741. Nella serie televisiva ha il numero 8. Molto serio e odia i ritardi. Doppiatori italiani: Roberto Pedicini
  • Emily: locomotiva verde scuro e decorazioni gialle e marroni. Non ha numeri scritti ma nell'ordine è la numero 8. Nella stagione 24 invece il suo numero è 12. Simpatica e allegra. Ha una cotta per Thomas e Henry, ricambiata da Henry. È molto amica di Caitlin. Doppiatori italiani: Chiara Gioncardi
  • Rosie: locomotiva rosa molto veloce e in grado di svolgere i doveri, il suo numero è il 34, prova un'ammirazione fanatica per Thomas e a volte gli dà dei consigli su come risolvere i problemi. Nell'episodio "Rosie è rossa" le fu cambiata la vernice dal rosa al rosso color porpora. Doppiatori italiani: Micaela Incitti

A questi si aggiungono dei personaggi secondari, che possono essere raggruppati a loro volta in diverse categorie:

  • Altre locomotive:
Luke: Locomotiva verde, amante degli animali, lavora alla cava blue mountain. Ha una cotta per Milli ricambiato. Doppiatori italiani: Alessio Puccio
Nia: locomotiva arancione del Kenya, sempre pronta ad aiutare gli altri, si trasferisce a Sodor. Appare nella ventiduesima stagione. Lei sa che Gordon ha una cotta per lei, ma lo considera solo un amico. Doppiatori italiani: Perla Liberatori
Rebecca: locomotiva gialla, allegra e solare, si trasferisce dalla terraferma a Sodor, sembra sentire dei sentimenti per Gordon, ma anche per Percy. Appare nella ventiduesima stagione. Doppiatori italiani: Federica De Bortoli
Mavis: diesel nera e gialla. Molto determinata nei confronti dei vagoni indisciplinati. Anche lei sembra sentire dei sentimenti per Gordon. Doppiatori italiani: Gaia Bolognesi
Belle: locomotiva antincendio blu. Arrossire ad ogni complimento. Ha una cotta per Flynn ricambiata. Lavora al centro di salvataggio e soccorso. Doppiatori italiani: Veronica Puccio
Victor: locomotiva nera e rossa. Doppiatori italiani: Massimiliano Manfredi
Lorenzo: locomotiva blu italiana da Verona, è una FS 743 con in aggiunta il duomo della sabbia delle FS 623. Ha la mania del canto lirico. Una volta si perse in una miniera e da allora fu chiamato "La locomotiva perduta". Ha una carrozza personale, Beppe. Doppiatori italiani: Mauro Gravina
Samson: locomotiva verde scuro. Viene dalla terraferma. Si crede molto forzuto come Sansone. Talvolta, siccome è orgoglioso, odia chiedere informazioni su dove deve andare e, spesso e volentieri, si perde. Doppiatori italiani: Luca Ward
Spencer: treno bianco. Locomotiva del duca. Doppiatori italiani: Saverio Indrio
Kenji: locomotiva elettrica molto veloce giapponese. Doppiatori italiani: Manuel Meli
Oliver: locomotiva verde oliva, il suo numero è l'11. Doppiatori italiani: Franco Mannella
Le locomotive in miniatura, esse sono:
Mike: locomotiva rossa... È molto geloso del suo fischio... Doppiatori italiani: Sergio Lucchetti
Rex: locomotiva verde... Doppiatori italiani: Luigi Morville
Bert: locomotiva blu... A volte è scontroso... Doppiatori italiani: Paolo Buglioni
sul loro tender è scritto Arlesdale...
  • Altri treni diesel:
Diesel: è molto dispettoso. È di colore nero. Doppiatori italiani: Teo Bellia
Sidney: locomotiva molto smemorata. Doppiatori italiani: Enrico Di Troia
Daisy: locomotiva verde. Odia rovinare le sue sospensioni. Doppiatori italiani: Claudia Razzi
Philip: piccola locomotiva verde e gialla. Ha la mania di fare delle gare di velocità. Doppiatori italiani: Stefano Crescentini
Hugo: grande locomotiva con un'elica dietro che gli serve per acquistare maggiore velocità. Doppiatori italiani: Fabrizio Vidale
Rusty: e una locomotiva diesel grigia, lavora alla Blue Mountain. Doppiatori italiani: Antonella Rinaldi
Charlie: è una locomotiva colore viola che corrono sui binari della ferrovia. Doppiatori italiani: Davide Perino
Salty: locomotiva rossa e gialla. Lavora al porto. Racconta spesso storie di mostri marini e di terraferma, talvolta esagerando di fantasia. Doppiatori italiani: Pino Insegno
Hiro: locomotiva giapponese. Ama fare le gare di velocita con Thomas. Si offrirà di riaccompagnare Kenji in Giappone. Doppiatori italiani: Roberto Draghetti
Paxton: locomotiva verde bottiglia. Doppiatori italiani: Gianni Bersanetti
  • Carrozze:
Annie e Clarabel: le carrozze personali di Thomas. Arancione scuro e sono molto sagge. Doppiatori italiani: Paola Majano e Barbara De Bortoli
Henrietta: la locomotiva rossa di Toby, anche lei è molto saggia. Doppiatori italiani: Roberta Greganti
Toad: la carrozza personale di Oliver, è un vagone con frenatore, è di legno grigio, adora cantare canzoni inventate da lui. Doppiatori italiani: Luigi Ferraro
Harry e Bert: Due diesel verdi a strisce gialle, odiano le locomotive a vapore. Doppiatori italiani: Gerolamo Alchieri e Massimo Corvo
Troublesome Trucks: sono delle carrozze dispettose. Sono talvolta chiamate i vagoni birichini. Doppiatori italiani: Carlo Valli
Beppe: la carrozza personale di Lorenzo. Anche lui, come Lorenzo, ha la mania del canto lirico. Doppiatori italiani: Angelo Maggi
Aringa volante: vagone del pesce trainato spesso e volentieri da Henry. Doppiatori italiani: Paolo Vivio
  • Persone ed animali:
Allevatore McCool: allevatore della fattoria di Sodor. Doppiatori italiani: Massimo Lopez
Sir Topham Hatt: direttore della ferrovia di Sodor. È autoritario e non sopporta confusione e ritardi. Doppiatori italiani: Enzo Avolio ed Andrea Ward
Mr. Perceval: e un signore che si chiamava "la Meraviglia delle Montagne" un vero compito meraviglioso. Doppiatori italiani: Edoardo Nevola
Conte: gestisce il castello dell'isola di Sodor. Ha anche un parco in cui sono stati creati degli animatroni di Dinosauri.
Madre di Sir Topham Hatt: è molto severa e come Sir Topham Hatt odia la confusione e i ritardi.
Nipoti di Sir Topham Hatt: sono giocherelloni. Una volta è venuto loro il morbillo facendo venire la fobia del morbillo ad Henry.
Ruth: è un'inventrice eclettica di colore. Ha trasformato un mulino a vento decadente nella sua abitazione. Ha costruito Cleo, una sorta di locomotiva stradale. Doppiatori italiani: Graziella Polesinanti
Sir Duncan: gestore della ferrovia in miniatura... Doppiatori italiani: Raffaele Carpentieri
  • Veicoli non ferroviari:
Butch: camion che abita nel centro salvataggi e soccorsi. Doppiatori italiani: Luca Biagini
Bertie: autobus rosso che adora fare le gare con Thomas. Doppiatori italiani: Mino Caprio
Harold: elicottero del centro salvataggi e soccorsi. Doppiatori italiani: Francesco Pezzulli
Flynn: autopompa che può stare sia sui binari sia su strada. Tutti lo chiamano il ruggente Flynn. Ha una cotta per Belle. Lavora al centro salvataggi e soccorsi. Doppiatori italiani: Alessandro Quarta
Max e Monty: due camion rossi che combinano spesso guai e che amano percorsi alternativi. Doppiatori italiani: Massimo Lodolo e Riccardo Rossi
Cranky: gru che lavora al porto. Doppiatori italiani: Gerolamo Alchieri ed Nanni Baldini
Carly: gru gialla che lavora al porto. Doppiatori italiani: Paola Valentini
Skiff: trattasi di una piccola barca a vela con delle ruote sotto allo scafo capace di andare sia su mare, che su rotaie. Doppiatori italiani: Mario Bombardieri
Bulgy: autobus rosso a due piani. Doppiatori italiani: Roberto Stocchi
Rocky: gru di soccorso montata su carro ferroviario. Doppiatori italiani: Giorgio Borghetti
Stephen: vecchia locomotiva lenta. Una volta era molto veloce, tanto che veniva chiamata "Rocket". Doppiatori italiani: Massimiliano Alto
Marion: veicolo dotato di una pala per scavare. Le piace giocare al gioco: "Indovina cosa ho nella pala?..." Doppiatori italiani: Alex Polidori
Cleo: locomotiva stradale costruita da Ruth. Ama fare le gare di velocità con Thomas e la neve. Doppiatori italiani: Letizia Ciampa

Narratori[modifica | modifica wikitesto]

La figura della voce narrante esiste sin dalla prima serie. Britt Allcroft la riteneva essenziale per ricondurre l'episodio all'idea di una lettura casalinga di un libro.

  • Ringo Starr (serie 1-2): l'ex batterista dei Beatles fu il primo narratore, ed anche quello che viene più frequentemente associato al programma. Gli fu offerta la parte dopo che Allcroft lo aveva sentito in un'intervista, ma Starr inizialmente fu riluttante ad accettare, anche perché non aveva mai letto un libro della "Railway Series" e pensava che ai bambini interessassero di più i "dinosauri con i laser". Alla fine cambiò idea ed accettò il ruolo, andando a narrare le prime due stagioni, dal 1984 al 1986. Fece un'apparizione anche nel 1989 nella prima serie di Shining Time Station, nel ruolo di Mr. Conductor - il personaggio che collegava le storie di Thomas agli altri personaggi di "Shining Time" - e dovette ridoppiare la sua parte per adeguare la terminologia al pubblico americano. Starr non tornò per la terza serie, adducendo come motivazione di volersi concentrare sulla sua carriera di musicista, ma rimase in contatto con Wilbert Awdry fino alla sua morte. Starr fece un breve ritorno nel 2009 per lo special della BBC Children in Need, recitando con la voce di Thomas per il singolo The Official BBC Children in Need Medley.
  • Michael Angelis (serie 3-16 nel Regno Unito): è la voce narrante più duratura dello show, visto che ha ricoperto il ruolo per oltre diciannove anni. Ha fatto il narratore anche per gli episodi direct-to-video "Calling All Engines", "On Site with Thomas", "Engines and Escapades" e "Hero Of The Rails". Angelis era la voce narrante anche negli USA prima di Michael Brandon. È stato coinvolto nel mondo di Thomas anche al di fuori dello schermo: tra le altre cose, ha prestato la sua voce ad una serie di musicassette di canzoni e storie nel 1995, e dal 2006 ai primi cinque volumi di The Railway Series su CD.
  • George Carlin (serie 1-4 in USA): assunse il ruolo di Mr. Conductor in "Shining Time Station" ed in seguito andò a ri-narrare tutte le prime quattro stagioni per il pubblico americano. Nonostante Carlin fosse famoso per le sue interpretazioni in programmi non certo destinati ai bambini, Britt Allcroft afferma che fu gentile ed entusiasta nel suo approccio alla serie. Allcroft afferma che Carlin era nervoso nel registrare la sua voce da solo nella cabina insonorizzata - la soluzione fu allora quella di tenere un orsacchiotto nella cabina nel ruolo di pubblico in ascolto. Allcroft ricorda anche di essersi intrattenuto più di una volta con Carlin a parlare della loro infanzia solitaria, ed ha l'impressione che il mondo di Thomas fosse un modo per "colmare il vuoto". Alla fine anche Carlin abbandonò la serie e tornò alle sue commedie.
  • Alec Baldwin (serie 5-6 in USA): Baldwin fu selezionato come voce narrante americana per la quinta stagione e ricevette il ruolo di Mr. Conductor in "Thomas and the Magic Railroad" nel 2000. Tornò in seguito per un'ulteriore serie nel 2002 prima di decidere di ritornare all'industria cinematografica.
  • Michael Brandon (serie 7-16 negli USA): quando "Il trenino Thomas" debuttò negli USA nel suo nuovo formato da 30 minuti nel 2004, Michael Brandon fu ingaggiato non solo per narrare i nuovi episodi dell'ottava serie, ma anche tutti gli episodi della settima. Ri-narrò anche sei episodi della sesta serie. Brandon diede la sua voce a tutte le produzioni legate a questo format, comprese le uscite americane di "Calling All Engines", "On Site with Thomas", "Engines and Escapades" e "Hero Of The Rails".
  • Mark Moraghan (serie 17-21 negli USA e nel Regno Unito).
  • Pierce Brosnan (Guest Narrator): l'ex James Bond fece da voce narrante sullo speciale, uscito in DVD, The Great Discovery. Brosnan era entusiasta del ruolo, ricordandosi di quando interpretava Thomas nel leggere le storie a suo figlio. Nel 2007 la HiT Entertainment annunciò che Brosnan aveva firmato per "tutte le pubblicazioni in lingua inglese relative al marchio, incluse tre imminenti serie televisive de Il trenino Thomas e tre speciali su DVD". L'annuncio precedette di molti mesi la dodicesima stagione, e Brosnan registrò per la dodicesima stagione benché poi non apparì nella loro trasmissione. Per questo motivo fu promosso a "guest narrator" per The Great Discovery.
  • Narratori italiani[1]
Angelo Maggi (Stagioni 1-5)
Giorgio Bonino (Stagioni 6-7)
Giorgio Locuratolo (Stagione 8-21)
Francesco Facchinetti (Primi episodi della Stagione 19)

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi tratti con licenza ufficiale da Il trenino Thomas[2][3]:

  • Thomas the Tank Engine o Thomas the Tank Engine & Friends (1990) per molte piattaforme
  • Thomas the Tank Engine's Fun With Words (1990), educativo sulla scrittura, per Amiga, Amstrad CPC, Commodore 64, ZX Spectrum
  • Thomas the Tank Engine 2 (1993) per Amiga e Atari ST
  • Thomas The Tank Engine's Pinball o Thomas the Tank Engine and Friends Pinball (1995) per Amiga, Amiga CD32, DOS
  • Thomas & Friends: Trouble on the Tracks (2000), educativo per Windows
  • Thomas & Friends: Thomas Saves the Day (2003), educativo per Windows
  • Kikansha Thomas: Kokugo Sansuu Eigo (2007), educativo solo in giapponese, per Nintendo DS
  • Thomas & Friends: Hero of the Rails (2010) per Nintendo DS e Wii
  • Thomas & Friends: Go Go Thomas! (2014) per iOS
  • Thomas & Friends: Race On! (2015) per Android e iOS
  • Thomas & Friends: Express Delivery (2015) per Android e iOS
  • Thomas & Friends: Magic Tracks (2016) per Android e iOS
  • Thomas & Friends Minis (2017) per Android e iOS

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Trenino Thomas, su Wiki del Trenino Thomas. URL consultato il 14 marzo 2022.
  2. ^ (EN) Gruppo di videogiochi: Thomas the Tank Engine licensees, su MobyGames, Blue Flame Labs.
  3. ^ Thomas the Tank Engine (Amiga), su hol.abime.net.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]