Blue Jasmine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blue Jasmine
BlueJasmine.JPG
Cate Blanchett in una scena del film
Titolo originale Blue Jasmine
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2013
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere drammatico
Regia Woody Allen
Soggetto Woody Allen
Sceneggiatura Woody Allen
Produttore Letty Aronson, Stephen Tenenbaum, Edward Walson
Produttore esecutivo Leroy Schecter, Adam B. Stern
Casa di produzione Perdido Productions
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Javier Aguirresarobe
Montaggio Alisa Lepselter
Musiche Christopher Lennertz
Scenografia Santo Loquasto
Costumi Suzy Benzinger
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Blue Jasmine è un film del 2013 scritto e diretto da Woody Allen, con protagonista Cate Blanchett, che si è aggiudicata il Premio Oscar per la Miglior attrice protagonista.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Jasmine, una bellissima donna di classe, si sta trasferendo da New York, dove conduceva una vita agiatissima, a San Francisco, nello squallido appartamento della sua sorella adottiva Ginger. Fin dalle prime scene è evidente come Jasmine abbia dei problemi psicologici: la donna seduta accanto a lei in aereo racconta a suo marito di averla vista parlare da sola per tutto il volo. Una volta a San Francisco Jasmine riflette sulla sua vita, cercando il modo di ricominciare da zero; in alcuni flashback vediamo il suo passato accanto al ricco uomo d'affari Hal.

Ginger è una donna umile totalmente diversa da Jasmine; tra loro la tensione è palpabile sin dalle prime battute, pur essendo evidente un certo affetto. In un flashback viene raccontata la visita di Ginger e di suo marito Augie a Jasmine e Hal, i quali li avevano trattati con totale scostanza, essendo loro di un ceto più alto; Jasmine aveva poi convinto Augie a investire 200.000 dollari appena vinti a una lotteria in alcuni affari dell' azienda di Hal. Nella stessa visita Ginger aveva visto il cognato baciare un'altra donna, ma aveva preferito tacere la cosa a Jasmine. Viene poi rivelato che Hal era un truffatore e che i soldi di Augie erano andati persi, conducendo l'uomo al dissesto finanziario e al divorzio da Ginger; lui ritiene Jasmine responsabile di tutto, mentre Ginger l'ha perdonata. Si scopre inoltre che Hal si è suicidato in carcere dopo essere stato arrestato dall'FBI.

Un giorno Ginger e Jasmine escono per andare a bere qualcosa insieme. Ginger le presenta il suo nuovo fidanzato, Chili, il quale ha portato con sé un amico. I due non sono per niente simpatici a Jasmine, la quale si rifiuta di dare il numero di telefono all'amico di Chili. Jasmine vagheggia di tornare all'università, poi cambia idea e, su consiglio di Ginger, decide di tentare la carriera di arredatrice d'interni. Ma non può pagarsi i corsi perché è senza soldi. Decide allora di ottenere il diploma online: basterà imparare ad usare il computer. Per pagarsi le lezioni d'informatica accetta il consiglio di Chili, nonostante lo disprezzi come persona, ed inizia a lavorare dal dottor Flicker, un dentista di conoscenza del fidanzato di Ginger. L'uomo tuttavia la bersaglia dapprima con apprezzamenti sconvenienti, poi un giorno, alla fine del turno di lavoro, tenta forzatamente di baciarla. In seguito a questo episodio, Jasmine lascia il lavoro immediatamente.

Un giorno, la sua vicina di banco al corso di computer la invita ad una festa. Un ricevimento in cui saranno presenti tante persone, anche altolocate. Jasmine vi si reca così in compagnia di Ginger. Entrambe conoscono persone nuove. Ginger, influenzata dalle continue critiche di sua sorella su Chili, si lascia andare a una relazione sessuale con un uomo di nome Alan. Jasmine invece conosce un ricco diplomatico di nome Dwight, vedovo da poco, che manifesta subito interesse nei suoi confronti; lei però preferisce tenergli nascosto il suo passato e mente dicendo di essere già un'arredatrice nonché vedova di un importante chirurgo morto d'infarto. Infine sostiene di non avere figli.

I due hanno una travolgente relazione, e Dwight decide di fidanzarsi ufficialmente con lei; proprio sulla porta della gioielleria dove si sono recati per comprare l'anello di fidanzamento, però, i due incontrano Augie, il quale, in procinto di trasferirsi in Alaska per lavoro, manifesta con rabbia a Jasmine tutto il suo risentimento, rivelando così a Dwight il gravoso passato della donna; Augie riferisce inoltre che il figlio di Hal, Danny, scappato di casa dopo l'arresto di suo padre e per molti anni vittima della droga, vive adesso a Oakland e si è rifatto una vita. Dwight, furioso per le menzogne di Jasmine, rompe subito il fidanzamento; lei si reca a trovare Danny per chiedergli aiuto, ma il ragazzo le dice chiaramente che non vuole più vederla perché gli ha rovinato la vita.

In un ennesimo flashback assistiamo a un furioso litigio tra Jasmine e Hal: la donna ha avuto conferma dei numerosi tradimenti del marito e lo mette alle strette. Hal confessa di essere innamorato della sua ultima amante, una giovanissima au pair francese, e di avere con lei dei progetti per il futuro. Jasmine ha un attacco isterico e, appena Hal lascia la casa, telefona all'FBI e denuncia i traffici illeciti del marito. Ne era quindi sempre stata al corrente, e proprio lei aveva causato il suo arresto e tutto quanto era avvenuto dopo. Danny lo sa ed è per questo che non vuole più avere contatti con lei.

Jasmine torna a casa di Ginger, la quale ha scoperto che Alan è sposato ed è tornata da Chili, ottenendone il perdono e riconciliandosi con lui. Le due sorelle hanno una pesante discussione, ma stavolta Ginger difende Chili e si risente per il disprezzo che Jasmine prova per il suo uomo. Chili le annuncia che si trasferirà da Ginger. Jasmine per tutta risposta afferma - mentendo - che Dwight le ha chiesto di sposarlo ed annuncia che il giorno stesso farà i bagagli ed uscirà dalla loro casa.

Il film si chiude con Jasmine, ormai distrutta nel fisico e nella mente, che parla a se stessa dei suoi problemi, seduta sulla panchina di un parco.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Riprese e locations[modifica | modifica sorgente]

Le riprese del film, iniziate il 12 agosto e terminate il 19 settembre 2012[1], si svolgono interamente negli Stati Uniti d'America, tra le città di New York, San Francisco ed altre cittadine, tutte comprese tra gli stati della California e New York[2].

Cast[modifica | modifica sorgente]

L'attore Bradley Cooper fu scelto dal regista Woody Allen per un ruolo principale, ma dovette rifiutare il progetto per conflitti di programmazione con altre pellicole[3].

Louis C.K. fu inizialmente scelto per il ruolo che poi è andato ad Andrew Dice Clay. Woody Allen ha dichiarato che Louis C.K. è troppo dolce e gentile per interpretare quel ruolo e gli ha offerto un altro ruolo nel film[4].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il primo trailer del film viene diffuso online il 9 giugno 2013 tramite il sito Yahoo Movies[5].

La pellicola è stata distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 26 luglio 2013[6]. Negli Stati Uniti d'America la MPAA ha vietato il film ai minori di 13 anni non accompagnati per la presenza di contenuti sessuali e tematiche adulte[7].

In Italia il film è uscito nelle sale il 5 dicembre 2013.[8].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Blue Jasmine - Box Office, imdb.com. URL consultato l'8 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Blue Jasmine - Filming Locations, imdb.com. URL consultato l'8 aprile 2014.
  3. ^ (EN) Cooper, Imdb Official Site. URL consultato il 10 giugno 2013.
  4. ^ (EN) Louis C.K., Imdb Official Site. URL consultato il 10 giugno 2013.
  5. ^ (IT) Trailer, bestmovie.it. URL consultato il 10 giugno 2013.
  6. ^ (EN) Release, Imdb Official Site. URL consultato il 10 giugno 2013.
  7. ^ (EN) Rating, Imdb Official Site. URL consultato il 10 giugno 2013.
  8. ^ Blue Jasmine secondo la stampa straniera, internazionale.it, 5 dicembre 2013. URL consultato l'8 aprile 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema