Attivismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La più lunga veglia di pace nella storia degli Stati Uniti, iniziata dall'attivista Thomas nel 1981.

L'attivismo è un'attività finalizzata a produrre un cambiamento sociale o politico ed è spesso intesa anche come sinonimo di protesta o dissenso. I termini "attivismo" e "attivista" vengono rispettivamente dal francese activisme ed activiste e furono coniate dalla stampa belga nel 1916 con riferimento al movimento Flamingant.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'attivismo è proprio di diversi orientamenti politici ed è praticato in forme profondamente differenti, sia non violente (lettere ai giornali politici, propaganda politica, scioperi, marce) sia violente, come guerriglia, militanza armata, sino al terrorismo. L'attivismo però non ha sempre a che fare con proteste e scontri. Per esempio gli attivisti religiosi cambiano il proprio stile di vita piuttosto che puntare ad un cambiamento delle leggi; il movimento cooperativo si impegna, invece, nella promozione di nuove istituzioni conformi ai suoi principi senza esercitare pressioni politiche né effettuare proteste pubbliche.

L'attivismo economico più specificatamente si esprime con boicottaggi e l'acquisizione del controllo di particolari settori o industrie. Notevole importanza assume anche l'attivismo ambientale.

Attività correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sono riconducibili all'attivismo alcuni tipi di attività ed iniziative, come ad esempio le seguenti

Attivista politico partecipante alla manifestazione Occupy Wall Street nel 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]