Roberto Pedicini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roberto Pedicini (Benevento, 18 gennaio 1962) è un doppiatore, attore, direttore del doppiaggio e insegnante di recitazione italiano. Nel 1999 vinse il Nastro d'argento per il doppiaggio del film The Truman Show.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sin da ragazzo ha un grande amore per la musica ed il canto. All'età di 9 anni si trasferisce a Pescara, poi a Roma, dove vive tuttora. Inizia la sua carriera da doppiatore ufficialmente il 20 ottobre 1980.

È noto specialmente per essere la voce ufficiale di Kevin Spacey (tra i più noti, Americani, I soliti sospetti, American Beauty, Superman Returns e Margin Call), Jim Carrey (Batman Forever, The Truman Show, Man on the Moon, Yes Man), Ralph Fiennes (Schindler's list - La lista di Schindler, Quiz Show, Red Dragon e Scontro tra titani) e Javier Bardem (Non è un paese per vecchi, L'amore ai tempi del colera, Skyfall e Biutiful).

Inoltre ha doppiato Rupert Everett, Paul Bettany ne Il codice da Vinci, Patrick Swayze in Dirty Dancing - Balli proibiti e Donnie Darko, Val Kilmer ne Il Santo, Gerard Butler in 300 e Tom Hulce nel primo doppiaggio del film Amadeus - diretto da Fede Arnaud.

È stato voce protagonista nella trasmissione radiofonica Alcatraz di Rai Radio 2, andata in onda negli anni '90, nel ruolo immaginario del condannato Jack Folla, che costituiva il cuore della trasmissione. Tra gli attori doppiati in alcune pellicole vi sono poi Dwayne Johnson, Antonio Banderas, Gérard Depardieu, Kevin Bacon, John Malkovich e Alec Baldwin.

Roberto Pedicini è la voce del personaggio della Disney Pippo, e di Gatto Silvestro della Warner Bros.

Nei film d'animazione e nelle serie, Pedicini ha interpretato Il capitano Febo in Il gobbo di Notre Dame e Il gobbo di Notre Dame II - Il segreto della campana, Mosè/Dio ne Il principe d'Egitto (nell'interpretazione originale la voce è di Val Kilmer), Gaston ne La bella e la bestia, e Gatto Silvestro in Space Jam e Looney Tunes: Back in Action, Timon in vari cartoni, che però nel primo e nel terzo film de Il re leone aveva invece la voce di Tonino Accolla, Jet McQuack in DuckTales - Avventure di paperi e Darkwing Duck e il Genio in Aladdin (solo nelle serie animate, poiché nei film la voce è invece di Gigi Proietti). Dei Looney Tunes ha doppiato, oltre a Silvestro, Taz in The Looney Tunes Show e nei film Space Jam e Looney Tunes: Back in Action.

Ha inoltre dato la voce a Jango Fett di Star Wars: Episodio II, interpretato da Temuera Morrison nella versione originale; nello stesso film e nel successivo Episodio III è sua anche la voce dei Clonetroopers della Repubblica Galattica.

Nelle serie televisive attori doppiati da lui sono Timothy V. Murphy in Criminal Minds, Neal McDonough in Desperate Housewives, John Wesley Shipp in Dawson's Creek, Billy Zane in Streghe e Tom Wopat in Hazzard. Nel 2012 viene scelto per doppiare David Morrissey nella serie TV The Walking Dead, nel ruolo del Governatore.

È stato attivo in radio per alcuni sceneggiati, tra cui Tex-Mefisto in cui è Mefisto, oltre al già menzionato Jack Folla - Un DJ nel braccio della morte, storia di un DJ condannato a morte a cui viene concesso di trasmettere per radio la musica della sua vita, e di esibirsi in monologhi ed aforismi.

Nel luglio 2008 ha vinto il premio Leggio d'Oro per la migliore interpretazione maschile di quell'anno.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Narratore della scheda in C.S.I. Milano a Radio 105
  • Voce della pubblicità sui "Very Normal People" di RTL 102.5
  • Voce di Jack Folla per Radio2
  • Voce dei promo dei programmi di Radio Deejay

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Audiolibri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Palmarès 2008 su www.leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]