Il mondo della luna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il mondo della luna
Autore Carlo Goldoni
1ª ed. originale 1750
Genere Libretto d'opera
Sottogenere Dramma giocoso
Lingua originale italiano
Personaggi Ecclitico, finto astrologo;
Buonafede;
Clarice, figlia di Buonafede;
Flaminia, altra figlia di Buonafede;
Lisetta, cameriera di Buonafede;
Ernesto, cavaliere;
Cecco, servitore di Ernesto
Altri personaggi Scolari di Ecclitico, cavalieri, paggi, servi, gente della Luna

Il mondo della luna è un dramma giocoso in tre atti scritto da Carlo Goldoni per essere musicato da Baldassarre Galuppi, il quale lo rappresentò per la prima volta il 29 gennaio 1750 a Teatro San Moisé di Venezia. Successivamente il libretto fu ripreso da altri compositori, tra i quali Giovanni Paisiello e Franz Joseph Haydn, che lo musicò nel 1777 in occasione di una festa di nozze dei principi Esterházy.[1]

Il testo narra di un astrologo truffaldino, Ecclitico, che mette in scena un'elaborata farsa con finti abitanti della Luna per sposare una delle figlie di Buonafede e far sposare l'altra figlia con l'amico Ernesto.

Compositori che utilizzarono il libretto[modifica | modifica wikitesto]

La data e la città si riferiscono alla prima rappresentazione:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Goldoni, Il mondo della Luna dramma giocoso per musica di Poliseno Fegejo pastore arcade da rappresentarsi nel Teatro delle Grazie di Vicenza, l'autunno 1750. Dedicato al sublime merito di sua eccellenza Bertucci Contarini podestà, e vice capitanio di Vicenza. – In Verona : per Dionisio Ramanzini libr. a S. Tomio. – 60 p. ; 12°

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]