Mimmo Borrelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mimmo Borrelli in Malacrescita
Considerato il più grande drammaturgo italiano vivente (riportando tale pensiero da articoli di Renato Palazzi, Franco Quadri e molti altri critici in merito) [1]

Mimmo Borrelli (Napoli, 7 maggio 1979) è un drammaturgo, attore e regista teatrale italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato il più grande drammaturgo italiano vivente (riportando tale pensiero da articoli di Renato Palazzi, Franco Quadri e molti altri critici in merito)[1], è originario di Torregaveta. Si avvicina alla scrittura creativa in giovane età, grazie al supporto del suo insegnante di italiano e latino, Ernesto Salemme, fratello del celebre commediografo Vincenzo Salemme, e scoprendo presto il mondo del teatro.[2] Nel 1994, all'età di 15 anni, inizia già da autodidatta a studiare drammaturgia e a conseguire già diversi premi, seppur in ambito scolastico; viene successivamente adocchiato dal regista italiano Nello Mascia, e prende parte alla sua compagnia. Dopo aver frequentato per un anno l'Accademia di Teatro di Napoli diretta da Antonio Ferrante e Marzio Honorato, entra a far parte della Compagnia degli Sbuffi di Castellammare di Stabia, girando l'Italia e raccogliendo testimonianze della tradizione popolare italiana che influenzeranno fortemente la sua scrittura.

Tra il 2003 e il 2005 concepisce il suo primo lavoro drammaturgico: 'Nzularchia, con il quale, nel 2005, all'età di 26 anni, vince per la prima volta il Premio Riccione, venendo definito dal presidente di giuria Franco Quadri come «uno scrittore furibondo, fluviale, forte, già importante»[3]. Nel 2007, con il suo secondo lavoro 'A Sciaveca, diretto dal regista Davide Iodice, vince il Premio Tondelli. Nel 2010, il suo terzo lavoro: La Madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimma, rivisitazione del mito di Medea, prodotto dal Teatro Mercadante di Napoli, con lo stesso Borrelli alla regia, riceve un grandissimo consenso di critica e l'assegnazione del Premio Testori.

Nel 2011 per la Ubulibri di Franco Quadri, pubblica la prima sua raccolta di testi teatrali con le opere 'Nzularchia e 'A Sciaveca: l'edizione viene introdotta da una pregevole prefazione di Gianandrea Piccioli.

Nel settembre 2012 la sua opera-oratorio Napucalisse apre la stagione del Teatro San Carlo di Napoli, musicata dal compositore Giorgio Battistelli[4]. Negli stessi anni, l'attore italiano Toni Servillo legge in tutta Italia alcuni passi delle sue opere all'interno del reading Toni Servillo legge Napoli. Nel 2014 il regista Paolo Boriani realizza per Sky Arte HD il film-documentario 'A sciaveca[5][6] sull'opera e sull'immaginario creativo di Borrelli. Nel 2014 è autore e regista dello spettacolo Opera Pezzentella, testo drammaturgico di ricerca antropologica sul culto napoletano delle "anime pezzentelle", rappresentato nella Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco[7].

Nel 2015 collabora con lo scrittore Roberto Saviano in Sanghenapule, spettacolo inserito all'interno della rassegna 2015/2016 del Piccolo Teatro di Milano[8].

Nel 2017 in concorso alla Biennale di Venezia nell'ambito della Mostra internazionale d'arte cinematografica debutta al cinema da protagonista con il lungometraggio L'equilibrio di Vincenzo Marra, nel quale interpreta con spessore il dramma e la spiritualità di un sacerdote che si scontra nella drammatica realtà della Terra dei fuochi. Al suo debutto alla Biennale di Venezia 2017 vince il Premio Nuovo Imaie come miglior attore emergente della rassegna cinematografica.

Nel 2018 mette in scena al teatro San Ferdinando di Napoli La Cupa, spettacolo con il quale sconvolge sia pubblico che critica (Franco Cordelli lo definisce uno dei capolavori del teatro napoletano assieme a La Gatta Cenerentola e Filumena Marturano) e arrivando ad essere considerato un punto di riferimento importate dell'intero teatro italiano[9].

Nel giugno dello stesso anno Goffredo Fofi gli conferisce il Premio Lo Straniero-Gli Asini per lo spettacolo La Cupa, con questa motivazione: "Nutro immensa e profonda ammirazione e stima di fronte a Mimmo Borrelli che è una delle rarissime vere novità che il teatro contemporaneo ci ha regalato. ... Tra i rarissimi poeti del teatro di oggi, il suo ultimo e trionfale spettacolo è LA CUPA che tutti gli spettatori italiani dovrebbero vedere."

Nota linguistica[modifica | modifica wikitesto]

La lingua utilizzata da Mimmo Borrelli è un misto di dialetti dell'area dei Campi Flegrei, parlati soprattutto nelle zona compresa fra, Torregaveta, Cappella, Bacoli e il Monte di Procida, rivisitati in chiave poetica e drammaturgica. In poco più di un decennio l'autore ha prodotto opere per totale di oltre 50.000 versi.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

1998: Premio Endenlandia regionale di teatro scolastico 1º classificato con Inferno di Mimmo Borrelli e Ernesto Salemme

1998: Premio Romeo Collalti nazionale di teatro scolastico 1º classificato con ''Inferno'' di Mimmo Borrelli e Ernesto Salemme

2005: Premio Riccione per la drammaturgia con 'Nzularchia.

2007: Premio Tondelli per la drammaturgia con 'A sciaveca.

2008: Premio Gassman come "Miglior giovane autore" con 'Nzularchia.

2008: Premio E.T.I. Gli Olimpici del Teatro come "Miglior spettacolo d'innovazione" con 'Nzularchia.

2009: Premio Nike come "Miglior autore" con 'A sciaveca.

2009: Premio Girulà per la drammaturgia con 'A sciaveca.

2011: Premio Nike per La Madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimma.

2011: Premio Landieri per La Madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimma.

2012: Premio Landieri come "Miglior rassegna campana" per il Mirabilis Festival.

2012: Premio della Critica Teatrale come regista, autore e attore.

2013: Premio Testori per La Madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimma.

2015: Premio Hystrio per la drammaturgia.[10]

2015: Premio Concetta Barra per la drammaturgia.

2016: Premio Miseno come regista, poeta, attore, drammaturgo.

2016: Premio Annibale Ruccello alla drammatugia e regia.

2017: Premio Nuovo Imaie - 74 Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia al miglior attore emergente con il film L'equilibrio.

2018: Premio La cerasa d'oro - 33 edizione del Festival delle cerase al migliore attore emergente con il film L'equilibrio.

2018: Premio Lo Straniero - Gli Asini come poeta, attore e regista dello spettacolo LA CUPA

2018: Premio Le Maschere del Teatro Italiano (ex Premio E.T.I. Gli Olimpici del teatro) come Migliore novità Italiana per LA CUPA

2018: Premio San Gennaro come attore, regista e drammaturgo.

Teatrografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 'Nzularchia (2007), testo di Mimmo Borrelli regia di Carlo Cerciello.
  • Il verso dell'acqua (2007), testo di Mimmo Borrelli regia di Davide Iodice.
  • 'A sciaveca (2008), testo di Mimmo Borrelli regia di Davide Iodice.
  • SEPSA - Spettatori all'esequie di passeggeri senz'anima (2010), testo e regia di Mimmo Borrelli[11].
  • La Madre: 'i figlie so' piezze 'i sfaccimma (2010), testo e regia di Mimmo Borrelli.
  • Malacrescita (2011), testo e regia di Mimmo Borrelli.
  • Napucalisse (2012), testo e regia di Mimmo Borrelli.
  • Opera Pezzentella (2014), testo e regia di Mimmo Borrelli.
  • Cante e Schiante (2014), testo e regia di Mimmo Borrelli[12].
  • Sanghenapule (2016), di Mimmo Borrelli e Roberto Saviano, regia di Mimmo Borrelli.
  • ll sommo poeta del Petraro (2017), di Mimmo Borrelli, Michele Sovente, Ernesto Salemme, regia di Mimmo Borrelli.
  • La Cupa. Fabbula di un omo che divinne un albero (2018), canti, opera, versi, drammaturgia e regia di Mimmo Borrelli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ teatrostabilenapoli.it, https://www.teatrostabilenapoli.it/evento/la-cupa/.
  2. ^ Vita e teatro di Mimmo Borrelli: «Colleziono voci di una terra triste» - Corriere del Mezzogiorno, su corrieredelmezzogiorno.corriere.it. URL consultato il 30 giugno 2015.
  3. ^ 'Nzularchia di Mimmo Borrelli, dramma.it
  4. ^ In scena NAPUCALISSE, su napolitoday.it. URL consultato il 2 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2012).
  5. ^ 'A sciaveca - Scheda http://www.cinemaitaliano.info/asciaveca
  6. ^ Epica mediterranea. Tra cinema e teatro. http://arte.sky.it/temi/epica-mediterranea-cinema-teatro/
  7. ^ Administrator, Opera Pezzentella, su www.dramma.it. URL consultato il 30 giugno 2015.
  8. ^ SANGHENAPULE, su http://www.piccoloteatro.org. URL consultato il 30 giugno 2015.
  9. ^ pressreader.com, https://www.pressreader.com/italy/corriere-della-sera-la-lettura/20180422/282187946619546.
  10. ^ Premio Hystrio - http://www.premiohystrio.org/
  11. ^ UlixesNews » Blog Archive » COMUNICATO STAMPA, su www.ulixesnews.it. URL consultato il 30 giugno 2015.
  12. ^ Mimmo Borrelli – Performance in lettura “Cante e schiante” – Anime in Transizione_4apr2014_h21,00 | Purgatorio ad Arco, su www.purgatorioadarco.it. URL consultato il 30 giugno 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]