Chiara Baffi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Chiara Baffi (Napoli, 1 gennaio 1979) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 è la voce bambina dell'"Hai fai" che Pasquale Scialò registra per la RAI, e, nel 1987, di “Cicalata dei musici erranti” per la regia radiofonica di Giuseppe Rocca.

Il suo debutto in palcoscenico è nel 1997, nel ruolo di Sonia in Delitto e castigo - Sotto processo duemillesima puntata, da Fedor Dostoevskij, per la regia di Adriana del Duca.

Nel 2000 è in scena ne “L'idiota” di Fedor Dostoevskij, regia di Gigi Dall'Aglio e “Oreste” di Euripide, regia di Piero Maccarinelli.

Nel 2001 l'incontro con il Teatro de Los Sentidos di Enrique Vagas prendendo parte alla grande avventura di “Oracoli”, e con lo straordinario regista rimane legata, con profonda amicizia, partecipando al “Laboratorio permanente di ricerca di teatro sensoriale” al Polverin di Barcellona.

Nel 2002 è in “Elettra” di Euripide, regia di Piero Maccarinelli, e '“Ifigenia in Aulide” che Giuseppe Sollazzo mette in scena da Euripide, in “La palla al piede” di Georges Feydeau, regia di Armando Pugliese, con Luca De Filippo con cui sarà ancora in scena l'anno successivo, e fino al marzo del 2006 in “Napoli milionaria“ per la regia di Francesco Rosi.

Nel maggio del 2004 in “Oro” per la regia di Antonello Cossia, Raffaele Di Florio e Riccardo Veno, partecipa al “Progetto Pasolini“ di Mario Martone per lo Stabile di Napoli; per tre anni, dal 2005 al 2007 partecipa al “Progetto Museum“ curato da Renato Carpentieri in “La sala delle macerie, omaggio a Heiner Muller”, regia di Enzo Salomone, “La sala del pallone aerostatico, omaggio a Nadar”, regia di Lello Serao, “La sala dell'irrequietezza, il giovane Holden”, regia di Giovanna Facciolo, “L'acquisto dell'ottone” di Bertolt Brecht, regia di Renato Carpentieri.

È poi in “Prove d'autore” di Harold Pinter, regia di Antonio Capuano, “Libere” di Cristina Comencini, regia di Carlotta Cerquetti, “Faust o della bella vita”, regia di Sara Sole Notarbartolo, al Napoli Teatro Festival Italia, “Lei, cinque storie di Casanova” regia di Luca De Fusco, “Dignità autonome di prostituzione” di Luciano Melchionna.

Dal 2007 al 2001 è in scena in “Trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni, regia di Toni Servillo che la vorrà ancora al suo fianco in “Le voci di dentro” di Eduardo De Filippo.

Nicola Piovani la chiamerà a dare voce alla sua Molly ne “I viaggi di Ulisse”, per la regia di Luis Pasqual è in "La casa di Bernarda Alba" prodotta dal Napoli Teatro Festival Italia e dal Teatro Stabile di Napoli.

Con “Chiòve” di Pau Mirò, regia di Francesco Saponaro, di cui è applauditissima protagonista dall'ottobre del 2006 continua ad ottenere un costante ed entusiastico successo nei tatri italiani ed europei, ricevendo numerosi riconoscimenti tra cui: il premio UBU 2008 come miglior attrice under 30, il premio “Eleonora Duse” 2008 come migliore attrice emergente, il premio Girulà XXIII edizione come miglior attrice emergente 2006-2007; è finalista al Premio ETI-Gli Olimpici del Teatro 2007/2008 e 2003-2004 come miglior attrice emergente, finalista del Premio Virginia Reiter 2009 come miglior attrice under 35.

Lo spettacolo “Chiòve“ vince inoltre il Premio Olimpico 2009 come “miglior spettacolo d'innovazione“, il Premio dell'Associazione Nazionale dei Critici di Teatro 2008 come “miglior spettacolo-rivelazione“ e il Premio Nike 2012 come miglior spettacolo dell'anno.

Un breve percorso cinematografico e televisiva la vede nella registrazione per Palcoscenico di RAI 2 di “Varietà Viviani”, regia di Gigi Dall'Aglio, (2001), in “Anime nere” cortometraggio, regia di Claudio Gargano (2006), nella videoinstallazione di Giuseppe Stellato e Matilde De Feo “The mothers' place” (maggio 2007), dal 2002 al 2007 in numerosi episodi de “La squadra“di RAI3 (serie 3 - 4 - 5 - 6 – 7) nel ruolo di Patti Campitelli, protagonista dell'esperimento di “film in diretta“ in “Chiove”per la regia di Francesco Saponaro (ottobre 2007), ed ancora in “Pandemia”, regia di Lucio Fiorentino (2008), “La prima linea”, regia di Renato de Maria, al fianco di Giovanna Mezzogiorno e Riccardo Scamarcio (2009), ed in “Nottetempo”, regia di Francesco Prisco, con Giorgio Pasotti, Gianfelice Imparato e Nina Torrisi (ottobre 2012).

Particolarmente applaudite le sue “letture drammaturgiche“, tra cui la “Vita di San Francesco da Giotto a Dante“ una lezione di Massimo Cacciari nel Duomo di Casertavecchia (ottobre 2012), “Abiti” tratto da “Matrimonio combinato” della scrittrice indiana Divakaruni, al museo del costume di Napoli (novembre 2006), “L'esecuzione” di Maurizio Torrealta, Giorgio e Luciana Alpi (luglio 2004), “Viaggio nel Mediterraneo” di AA.VV. allo Studio Parisio di Napoli (febbraio 2007).

I suoi studi nel campo teatrale la vedono partecipare ad incvontri didattici, corsi di perfezionamento, laboratori e seminari, tra cui: “Professione cinema” diretta da Roberta Poiani (Roma), con Giulio Scarpati, Nora Venturini, Silvia Luzzi, Giovanna Mori e Nicola Romano, Scuola di mimo corporeo diretta da Michele Monetta (Napoli), Laboratorio Teatrale Permanente del Teatro Garibaldi (Santa Maria Capua Vetere), diretto da Enrico Ianniello e Tony Laudadio, Corso teatrale dell'Associazione Infabula (Napoli), Laboratorio di educazione della voce condotto da Alan Woodhause al Centro La Cometa (Roma), Laboratorio “Romeo e Giulietta” condotto da Lorenzo Salveti (Roma), Laboratorio “Studio per l'attore” condotto da Hassane Kassi Kouyaté (Roma), Laboratorio “Studio su monologhi cinematografici” condotto da Leonor Loman (Roma), Laboratorio “Zanni e Capitani” condotto da Michele Monetta (Napoli), Laboratorio “Deformazioni del corpo e della voce” condotto da Antonello Cossia, Raffaele Di Florio, Riccardo Veno (Napoli), Laboratorio per lo spettacolo “Le troiane” di Euripide condotto da Andrea De Rosa (Napoli), Laboratorio “La commedia dell'arte e le maschere” condotto da Flavio Albanese (Napoli), Laboratorio “Improvviso dell'Ohio-Catastrofe-Commedia studio su Beckett” condotto da Tony Laudadio (Santa Maria Capua Vetere), Laboratorio “Festa” condotto da Spiro Scimone (Napoli), Laboratorio “Il teatro di Raffaele Viviani” condotto da Pierluigi Tortora (Napoli), Laboratorio “L'anima sotto le pietre” condotto da Davide Iodice (Napoli), Laboratorio “corpo vocale, corpo energetico” condotto da Yves Lebreton (Napoli), Laboratorio di narrazione condotto da Laura Curino (Napoli), Laboratorio di invenzione scenica condotto da Cesar Brie (Napoli).

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]