Laura Marinoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Laura Marinoni (Milano, 28 maggio 1961) è un'attrice e cantante italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi classici, durante un corso di recitazione nella Scuola di Danza di Luciana Novaro a Milano, viene notata da Mario Ferrero, che diventa il suo primo maestro all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico di Roma, nella quale poi si diploma.

Debutta giovanissima in televisione in una serie di commedie in diretta per la RAI e inizia la carriera teatrale nell 1984 con Giuseppe Patroni Griffi, che la dirige tra l'altro nei Sei personaggi in cerca d'autore di Luigi Pirandello, (Premio E. Duse per l'interpretazione della Figliastra). Sempre con la regia del grande autore napoletano recita nella pirandelliana Trilogia del Teatro nel Teatro e in una decina di spettacoli di Čechov, Marivaux, Eliot, tra cui alcune commedie musicali accanto a Franca Valeri, Vittorio Caprioli, Mariano Rigillo, G. Crippa, Leopoldo Mastelloni e altri importanti interpreti.

Sono anni decisivi per la sua formazione, grazie all'opportunità di poter passare da ruoli drammatici ad altri decisamente brillanti, all'interno di una compagnia teatrale affiatatissima, numerosa e ricca di molti talenti. La sua carriera continua con i maggiori registi europei.

Giorgio Strehler la chiama al Piccolo Teatro di Milano per Il campiello di Carlo Goldoni e L'isola degli schiavi di Marivaux, in tournée in tutta Europa. Giorgio Albertazzi la dirige nel Cid di Corneille al Teatro Olimpico di Vicenza, ne La lezione di Eugène Ionesco al Festival dei Due Mondi di Spoleto e la vuole accanto a sé in molti recital di poesia.

Interpreta Orgia di Pasolini (regia di Massimo Castri), Come vi piace (Marco Sciaccaluga), Riccardo III (A. Schilling) e Il mercante di Venezia (S. Braunschweig) di Shakespeare, Antigone di Sofocle al Teatro Greco di Segesta, ma anche testi di autori contemporanei come Pinter, Williams, Palazzeschi, Pressburger, e Petruzzelli.

Gabriele Lavia è il regista dei pirandelliani L'uomo, la bestia e la virtù con Enrico Montesano e Il gioco delle parti con Umberto Orsini. Diretta da Luca Ronconi vince il Premio Ubu 2001 per Lolita di Nabokov e il Premio della Stampa 2002 al Teatro greco di Siracusa per il Prometeo incatenato di Eschilo. Sempre al Piccolo Teatro di Milano, nella Compagnia Ronconiana recita nel Candelaio di Giordano Bruno e nei Due gemelli veneziani di Goldoni. Per L'Opera da tre soldi di Brecht-Weill (regia di Pietro Carriglio) ottiene un successo personale anche come cantante, che le vale il Premio Internazionale Flaiano 2004.

Scrive con A. Caiani Giuliette, Musical per Voce Sola tratto da testi di Shakespeare e Fellini, in cui recita e canta dal vivo accompagnata da pianoforte, violoncello e fisarmonica. Con P. De Luigi incide la prima versione italiana di Enoch Arden, melologo per voce e pianoforte di Richard Strauss.

Nel 2005/06 lavora per il Teatro Eliseo di Roma, protagonista femminile di Tradimenti di Harold Pinter con Massimo Popolizio e Stefano Santospago e di Improvvisamente l'estate scorsa di Tennessee Williams con Rossella Falk. Nel 2007 è Petra ne Le lacrime amare di Petra von Kant di Fassbinder per la regia di Antonio Latella, spettacolo acclamato da pubblico e critica. Con lo stesso regista nel 2012 interpreta una convincente Blanche nello spettacolo Un tram chiamato desiderio di Tennessee Williams.

Finalista come migliore attrice ai Premi Olimpici, riceve sempre nel 2007 il prestigioso Premio E. Duse.

Ha girato vari film per la tv italiana tra cui La piovra 9 - Il patto, Morte di una ragazza perbene, Distretto di polizia e Una madre. In cinema ha partecipato a film con i fratelli Taviani (Le affinità elettive), Umberto Marino (Cominciò tutto per caso), Jean-Paul Rappeneau (L'ussaro sul tetto) e a molte produzioni francesi all'estero.

Negli ultimi anni si sta dedicando allo studio della vocalità, al perfezionamento degli stili del canto e all'approccio con la scrittura teatrale, iniziando tra l'altro un lavoro di traduzione e adattamento di molte canzoni del repertorio pop internazionale.

Controllo di autorità VIAF: (EN233347155 · SBN: IT\ICCU\RAVV\472965
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie