Claudia Marsicano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Claudia Marsicano (Napoli, 9 gennaio 1992) è un'attrice italiana, vincitrice dell'edizione 2017 del Premio UBU.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si trasferisce a Milano all'età di 14 anni. Lì frequenta il liceo artistico di Brera. Studia inoltre canto e si avvicina al teatro, diplomandosi presso il gruppo Quelli di Grock.

È nota per gli spettacoli teatrali R.osa di Silvia Gribaudi, candidato nel 2017 al Premio UBU come miglior spettacolo di danza e portato in tour anche all'estero, Socialmente e Tropicana della compagnia milanese Frigoproduzioni di cui è fondatrice insieme a Daniele Turconi e Francesco Alberici. Ha lavorato inoltre con la compagnia LeviedelFool in Heretico e Made in China, mentre con la Frigoproduzioni ha portato in scena Socialmente e Tropicana. Con la compagnia 3mar, composta dalla stessa Claudia Marsicano, Benedetta Marigliano e Giulia Marchesi, ha creato e portato in scena lo spettacolo Per tutte le caramelle del mondo e Adesso che non è buio.

Partecipa al film Mi chiedo quando ti mancherò, regia di Francesco Fei, attualmente in produzione [1]

Nel 2021 è stata scritturata da Cattleya per interpretare la parte di Caterina nella versione italiana della serie TV americana "This is us" che andrà in onda su Rai 1.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Socialmente, ideato e diretto con Francesco Alberici
  • Tropicana, ideato e diretto da Francesco Alberici
  • R.osa, di Silvia Gribaudi
  • Made in China, ideato e diretto da Simone Perinelli
  • Heretico, ideato e diretto da Simone Perinelli
  • Adesso che non è buio, di Compagnia 3mar
  • L'armata Brancaleone (2001)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 - Premio UBU
    • Premio migliore attrice under 35
    • Finalista miglior spettacolo di danza 2017 (R.osa)
  • 2017 - Premio Rete Critica
    • Finalista (R.osa)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mi chiedo quando ti mancherò, su cinematografo.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]