Maurizio Battista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maurizio Battista, a sinistra, con Massimo Marino durante il backstage di Uno anzi due (2015)

Maurizio Battista (Roma, 29 giugno 1957) è un attore, conduttore televisivo, comico e regista italiano.

Tra i più noti comici di cabaret, molto spesso la sua satira prende di mira i comportamenti delle donne negli aspetti della quotidianità, portandoli all'eccesso. In molti suoi sketch ironizza su bizzarri articoli di giornale o annunci, tutti realmente pubblicati.

Fa parte della ItalianAttori.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel quartiere di San Giovanni, dove tuttora abita, da ragazzo ha lavorato nel bar della sua famiglia, di origini ciociare (suo padre Antonio era di Arce). Ha iniziato a fare teatro nel 1978, e ha esordito in televisione nel 1989 partecipando come comico alla decima edizione di Fantastico affiancando Massimo Ranieri, Anna Oxa e Giancarlo Magalli.

All'inizio degli anni novanta Pippo Baudo lo vuole come comico nel programma Partita doppia in onda su Rai 1. Dopo questa esperienza abbandona la televisione e comincia la carriera di attore, prendendo parte al film TV Caramelle (1995). È tornato in televisione nel 1996, riscuotendo un buon successo con la partecipazione al Dopofestival di Sanremo.

Nel 1999 è approdato all'emittente privata Europa 7, partecipando allo show satirico Seven Show. Nello stesso anno riprende l'attività teatrale. Dal 2001 inizia a fare teatro col suo primo show, Vatte a fidà, al Teatro Sistina a Roma. Dal allora la sua carriera si divide fra teatro e programmi televisivi.

Nel 2003 è tornato in televisione su LA7 nel programma comico Assolo. Nel 2004 va in onda su Rai 2 il suo one-man show Era meglio da piccoli in due puntate, che raccoglie un buon successo, facendo registrare circa 3 milioni di telespettatori[senza fonte]. Nel 2004, a Mediaset, partecipa al programma satirico Colorado, rimanendovi sino al 2007. Nella stagione 2006/07 ha condotto un'edizione di Buona Domenica su Canale 5. Nello stesso anno è tornato in Rai, prendendo parte al programma Quelli che il calcio per due edizioni, sino al 2009.

Dal 2009 al 2011 ha condotto su Rai 2 per tre edizioni il suo show Sempre più convinto. Nel 2010 ha preso parte ai programmi Voglia d'aria fresca, sempre in veste di comico, e Ballando con le stelle come concorrente. Nel 2012 ha condotto per quattro puntate Il mio secondo matrimonio in onda su Rai 2. Nel 2013 è tornato con lo show Tutte le strade portano a... in quattro puntate in onda su Rai 2. A settembre 2014 conduce Striscia la notizia insieme a Leonardo Pieraccioni, per una settimana. Nel 2018 partecipa alla terza edizione del Grande Fratello VIP come concorrente dove si ritira ufficialmente il 13 ottobre.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Vatte a fida', Teatro dei satiri in Roma (2001)
  • Che faresti se morissi, Teatro dei Servi in Roma (2002)
  • Chi ha toccato le ciambelline (con Nadia Rinaldi), Tour (2003)
  • Era meglio da piccoli, Teatro Alfellini Nuovo Teatro Spazio Zero di Roma (2004)
  • Brothers, Teatro sala Umberto Roma (2004)
  • News, Teatro dei Satiri in Roma (2005)
  • L'isolato, Teatro sala Umberto Roma (2006)
  • È tutta una guerra, Roma (2006)
  • Qualcuno dovrà pur dirglielo, Teatro sala Umberto Roma (2007)
  • Faccio tutto da solo dalla A alla L, Teatro sala Umberto Roma (2008)
  • Cari amici miei... come giochi, giochi male!, Teatro Olimpico di Roma (2008)
  • Sempre più convinto, Teatro Olimpico di Roma (2009)
  • Sempre più convinto... dalla cantina al Sistina, Teatro Sistina in Roma (2010)
  • Sempre più convinto... anzi convintissimo, Tour (2011)
  • Io e voi, Teatro Sistina in Roma (2012)
  • Il mio secondo matrimonio, Teatro Sistina in Roma (2012)
  • Oggi non è giornata, Teatro Sistina in Roma (2013)
  • Una serata unica, Teatro Sistina in Roma (2013-2014)
  • Combinati per le feste, Teatro Brancaccio di Roma (2013-2014)[1]
  • Ero felice e non lo sapevo, Auditorium Conciliazione di Roma (2015)
  • Allegro? Si si...ma non troppo (2015)
  • Che sarà? Bo! (2016)
  • Scegli una carta... (2017)

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Combinati per le feste, presentazione dello spettacolo sul sito del Teatro Brancaccio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]