I migliori anni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I migliori anni
I migliori anni 2016.png
PaeseItalia
Anno2008-2011, 2013, 2016-2017
Generevarietà, game show
Edizioni8
Puntate76 (al 26 maggio 2017)
Durata160 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreCarlo Conti con Anna Tatangelo
IdeatoreCarlo Conti, Emanuele Giovannini e Leopoldo Siano
RegiaStefano Vicario (2008)
Maurizio Pagnussat (2008-2017)
Casa di produzioneEndemol Italia
Rete televisivaRai 1

I migliori anni è un varietà televisivo italiano trasmesso in diretta su Rai 1 dal 12 gennaio 2008, con la conduzione di Carlo Conti affiancato da vari partner. La trasmissione prende il nome dalla canzone di Renato Zero del 1995, I migliori anni della nostra vita.

Il programma è considerato dalla quasi unanimità della stampa italiana, come uno dei punti forti del palinsesto di Rai Uno, poiché a distanza di anni ha mantenuto inalterato il suo successo ricevendo sempre alti ascolti, realizzando in numerose puntate i 7 milioni di spettatori, e raggiungendo punte anche di 9 milioni di spettatori[1]. Il format prodotto da Endemol è stato esportato in molti paesi nel resto del mondo.[2]La regia è affidata a Stefano Vicario nella prima edizione e a Maurizio Pagnussat dalla seconda edizione.

Dal 2016 è trasmesso anche su Rai 1 HD.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Il programma nasce da un'idea di Carlo Conti, Emanuele Giovannini e Leopoldo Siano nel 2007.[3] Il format della trasmissione (come precisato dal conduttore alcuni giorni prima dell'inizio della trasmissione) è del tutto italiano ed è prodotto da Endemol Italia. I brani musicali sono accompagnati dall'orchestra diretta dal maestro Pinuccio Pirazzoli, mentre le coreografie sono eseguite un corpo di ballo di circa 40 elementi tra ballerini e ballerine suddivisi per i vari decenni diretti dal coreografo Fabrizio Mainini.[4]Il programma ha lo scopo di rivivere gli anni più belli della nostra vita attraverso una selezione degli anni più significativi del dopoguerra italiano, con la partecipazione di numerosi ospiti nazionali e internazionali, dimostrando però che (come dice anche il conduttore) la memoria non è nostalgia.

In ogni edizione vi è una gara tra vari decenni (dagli anni sessanta agli anni novanta) con la partecipazione di numerosi ospiti musicali, ed era spunto per rievocare fatti storici e personaggi famosi apparsi nella televisione dell'epoca. Le esibizioni venivano quindi giudicate da una platea di cento diciottenni, ma ciò che decretava la vittoria della serata era il televoto, per cui nell'ultima puntata veniva celebrato il decennio musicale vincitore. Nelle prime due edizioni la gara in ciascuna puntata avveniva con un confronto ad eliminazione di un decennio contro un altro; dalla terza alla quinta edizione in ogni puntata gareggiavano invece tutti i decenni. Durante le varie edizioni sono stati ospiti diversi personaggi di fama internazionale quali Alain Delon, Dionne Warwick, Kelly LeBrock, Sylvester Stallone, Arnold Schwarzenegger, Chuck Norris, Roger Moore, Mick Hucknall e Omar Sharif.

Durante la sesta edizione il format è stato stravolto: il programma riporta in vita lo storico programma RAI Canzonissima la gara era fra dieci cantanti fissi che eseguivano una cover mentre ognuno di loro (uno a settimana) poteva cimentarsi con un inedito. Le esibizioni erano votate da tre giurie: una giuria demoscopica composta da cento diciottenni, un campione di cinquanta "telespettatori tipo" in collegamento ogni puntata dalla sede Rai di un'altra città (diversa ogni settimana) e infine coloro che esprimevano il voto sul sito internet ufficiale del programma. Questi ultimi avevano un'intera settimana di tempo per votare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il programma parte sabato 12 gennaio 2008: il conduttore Carlo Conti in questa prima edizione è affiancato dalle vallette dei vari decenni in gara Pamela Camassa e Maria Elena Vandone e dal comico Nino Frassica che sarà protagonista di varie gag comiche insieme al presentatore. La sigla è la celebre canzone di Renato Zero del 1995, I migliori anni della nostra vita mentre la regia è di Stefano Vicario. Lo show vede anche la presenza di ospiti di richiamo come Sylvester Stallone, Chuck Norris e Amanda Lear. Questa prima edizione va in onda per otto puntate sino al 23 febbraio 2008 ed ottiene un buon successo di ascolti, tanto che al Premio Regia televisiva viene selezionato tra i dieci migliori programmi dell'anno vincendo persino il premio come "programma dell'anno". Grazie al successo ottenuto, la Rai decide di riproporre il programma nell'autunno dello stesso anno questa volta in onda il venerdì.

La seconda edizione vede un cast completamente rinnovato ad eccezione di Frassica, su tutte il cambio di regia affidata stavolta a Maurizio Pagnussat. Questa edizione riscuote un successo ancora maggiore, con una media di oltre 6,5 milioni di telespettatori e il 27,61% di share, riuscendo a vincere sempre la sfida contro il varietà Fantasia condotto da Barbara d'Urso, e scontrandosi poi con un competitor ben più forte come Paperissima. Il varietà ha comunque messo a dura prova lo show di Canale 5 e mentre le prime puntate sono state vinte dalla satira di Paperissima, le ultime tre hanno visto il sorpasso del varietà di Rai 1, che è riuscito a battere il competitor, arrivando al record di oltre 7 milioni di telespettatori nella penultima puntata. In seguito al successo ottenuto, Endemol Italia ha annunciato che il format è stato venduto anche in molti altri Paesi dove ha riscosso anche qui uno strepitoso successo. La terza edizione va in onda nell'autunno 2009 dal 18 settembre al 18 dicembre. Il programma si confermò una vera e propria garanzia per la Rai: chiude dopo 14 puntate con una media di oltre 6 milioni di telespettatori e il 26,07% di share. Il picco assoluto della trasmissione si registrò il 9 ottobre 2009 durante l'apparizione di Alain Delon in cui toccò il record di 9.203.000 spettatori e il 34,7% di share, in assoluto l'ascolto più alto della storia del programma.[5] La quarta edizione va in onda come di consueto nell'autunno 2010; la novità principale è l'abbinamento alla Lotteria Italia. Ci sono alcune novità anche all'interno del cast: per la parte comica torna Nino Frassica, dopo una stagione di pausa, che insieme a Francesco Scali e Luigi Leoni danno vita allo show Dis-Factor parodia del talent canoro X Factor. L'ultima puntata avviene il 6 gennaio 2011 con l'estrazione dei premi vincenti della Lotteria.

Il 16 settembre 2011 inizia la quinta edizione del programma e anche stavolta ci sono alcune novità: il programma non è più abbinato alla Lotteria Italia mentre torna ad essere trasmesso dagli Studios (ex De Paolis) come nella prima edizione. Nel cast non c'è più Nino Frassica che viene sostituito dal comico Dado. Questa edizione però non ha il successo delle precedenti, nonostante la presenza di ospiti come Renato Zero, Kelly LeBrock, Zucchero, il calo di ascolti rispetto all'edizione precedente è molto alto. Il finale della quinta edizione sembra sancire la fine definitiva del programma. Il 17 dicembre Carlo Conti ha riproposto una puntata con il meglio di tutte e cinque le edizioni. Questo fece intendere la possibile chiusura dello show.

La sesta edizione infatti sarebbe dovuta andare in onda nell'autunno 2012 ma è stata posticipata nel gennaio 2013, a seguito del successo ottenuto da Tale e Quale Show sempre condotto da Carlo Conti. Per recuperare il calo di consensi, il format della trasmissione viene stravolto e integrato a quello della storica trasmissione RAI Canzonissima. In questa edizione c'è stato il ritorno per la parte comica di Nino Frassica e di Pamela Camassa valletta della prima edizione. Il programma si è scontrato con la quarta edizione del talent di successo di Canale 5 Italia's Got Talent. Il varietà di Rai 1 non riuscirà mai a battere il competitor, ma si dimostra comunque in grado di recuperare gli ascolti in calo della quinta edizione. Lo show si conclude con ottime critiche e una media di 4,4 milioni. Il conduttore Carlo Conti, in una videochat per il TG1 a cura di Vincenzo Mollica, ha dichiarato che il programma si fermerà per la stagione 2013-2014. La settima edizione, come rivelato dal conduttore in un'intervista a TV Blog nel novembre 2014, andrà in onda nella stagione 2015-2016.[6] Il 23 giugno 2015 il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, alla presentazione dei palinsesti della stagione 2015-2016, ha confermato il ritorno del programma nella primavera 2016.[7]

Il programma torna con la settima edizione a partire dal 29 aprile 2016 per cinque puntate dopo una stagione di pausa. Ad affiancare Carlo Conti ci sono Anna Tatangelo, che ogni sera omaggia una diva internazionale con un medely della sua carriera artistica, e Ubaldo Pantani cimentatosi in svariate imitazioni. Viene inoltre ripristinato il format originale dello show, mentre tra gli ospiti spiccano nella seconda puntata per la prima volta i Ricchi e Poveri nella formazione a due: si conclude il 27 maggio 2016 con rinnovato successo di ascolti con quasi 5 milioni di telespettatori e il 22% di share. Torna in onda nella primavera 2017 con l'ottava edizione sempre condotta da Carlo Conti e Anna Tatangelo in coppia confermando il successo del programma.

Format[modifica | modifica wikitesto]

Il format è stato realizzato completamente in Italia dalla Rai e Endemol Italia, ed è ideato da Carlo Conti, Emanuele Giovannini e Leopoldo Siano (su uno spunto di Andrea Palazzo e Pasquale Romano). Per le prime cinque edizioni del programma - 59 puntate dal gennaio 2008 al dicembre 2011 - gli autori stabili del programma sono Carlo Conti, Massimo Giacomazzi, Emanuele Giovannini, Ermanno Labianca, Ivana Sabatini e Leopoldo Siano. A questi, si affiancano per le prime quattro edizioni Domenico Baldini e Andrea Palazzo, per tre Alessandra Bisegna (3ª, 4ª e 5ª) e Pasquale Romano (1ª, 2ª e 3ª), per una Ernesto Marra (1ª).

La sesta edizione, che vede l'idea originale della trasmissione cambiare e fondersi con una gara in stile "Canzonissima", il gruppo autori cambia. A Conti, Giovannini, Sabatini e Siano si aggiungono Mario D'Amico, Andrea Lo Vecchio, Marco Luci e Francesco Valitutti.

La regia è stata affidata a Stefano Vicario nella prima edizione, mentre dalla seconda in poi è stata di Maurizio Pagnussat. Il programma è andato in onda per le tutte le edizioni (ad eccezione della quarta, Auditorium Rai Foro Italico di Roma) dagli Studios di Roma (ex studi cinematografici De Paolis).

Il format è stato esportato anche in Spagna, ed è stato condotto per una stagione da Carlos Sobera su TVE 1. Nel gennaio 2009 il format è sbarcato anche in Messico e in Francia, anche qui con grande successo[2].

Il 5 novembre 2009 il format è stato acquistato anche in Turchia. Il 16 settembre 2010 il format è stato venduto anche in Romania[2].

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Inizio Fine Puntate Giorno Conduzione Presenze fisse Location Telespettatori Share
12 gennaio 2008 23 febbraio 2008 7 Sabato Carlo Conti Nino Frassica, Pamela Camassa e Maria Elena Vandone Studios (ex De Paolis) 5.542.000 28,56%
19 settembre 2008 28 novembre 2008 11 Venerdì Nino Frassica, Benito Urgu, Sofia Bruscoli e Roberta Giarrusso 6.499.000 27,91%
18 settembre 2009 18 dicembre 2009 14 Benito Urgu, Roberta Morise, Sara Facciolini, Elena Ossola e Angela Tuccia 6.124.000 26,24%
17 settembre 2010 6 gennaio 2011 14 Nino Frassica, Benito Urgu, Francesco Scali, Luigi Leoni, Roberta Morise, Sara Facciolini, Elena Ossola e Angela Tuccia Auditorium Rai del

Foro Italico

4.997.000 22,25%
16 settembre 2011 9 dicembre 2011 11 Dado, Roberta Morise e Sara Facciolini Studios (ex De Paolis) 4.242.000 17,96%
19 gennaio 2013 23 marzo 2013 9 Sabato Nino Frassica e Pamela Camassa Dear Nomentano 5 4.398.000 18,64%
29 aprile 2016 27 maggio 2016 5 Venerdì Anna Tatangelo e Ubaldo Pantani Teatro 15 di Cinecittà 4.811.000 21,76%
28 aprile 2017 26 maggio 2017 5 Anna Tatangelo Studios (ex De Paolis) 4.018.000 18,69%

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione del programma è andata in diretta dal 12 gennaio al 23 febbraio 2008 per sette puntate, in prima serata al sabato su Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti e la partecipazione di Nino Frassica con Pamela Camassa e Maria Elena Vandone nel ruolo di madrine dei decenni in gara.

Puntata in diretta Ascolti Share Ospiti
1 12 gennaio 2008 5.379.000 26,83% Gina Lollobrigida, Ricchi e Poveri, Sandy Marton, Gipsy Kings
2 19 gennaio 2008 5.548.000 28,97% Ezio Greggio, Paola Cortellesi, Amanda Lear
3 26 gennaio 2008 5.408.000 27,83% Gloria Gaynor, Dalila Di Lazzaro, Yvonne Elliman, Alan Sorrenti
4 2 febbraio 2008 5.846.000 29,05% Al Bano, Tracy Spencer, Bobby Solo, Spandau Ballet
5 9 febbraio 2008 5.358.000 27,5% Florinda Bolkan, Enrico Ruggeri, Los Locos, Maria Grazia Cucinotta
6 16 febbraio 2008 5.735.000 29,45% Sylvester Stallone, Paul Young, Riccardo Fogli
7 23 febbraio 2008 5.678.000 29,86% Chuck Norris, Marcella Bella, Patrick Hernandez

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione del programma è andata dal 19 settembre al 28 novembre 2008 per undici puntate con la conduzione di Carlo Conti e la partecipazione di Nino Frassica, Benito Urgu con Sofia Bruscoli e Roberta Giarrusso nel ruolo di madrine dei decenni in gara.

Puntata in diretta
1 19 settembre 2008
2 26 settembre 2008
3 3 ottobre 2008
4 10 ottobre 2008
5 17 ottobre 2008
6 24 ottobre 2008
7 31 ottobre 2008
8 7 novembre 2008
9 14 novembre 2008
10 21 novembre 2008
11 28 novembre 2008

Terza edizione[modifica | modifica wikitesto]

La terza edizione del programma è andata in onda dal 18 settembre al 18 dicembre 2009 per quattordici puntate con la conduzione di Carlo Conti e la partecipazione di Benito Urgu con Roberta Morise, Sara Facciolini, Elena Ossola e Angela Tuccia nel ruolo di madrine dei decenni in gara: in ogni puntata venivano confrontati tutti e quattro i decenni, ognuno capitanato da una valletta. In quest'edizione vi è l'assenza di Nino Frassica, come spalla comica, che tuttavia tornerà nella stagione successiva.

Puntata in diretta
1 18 settembre 2009
2 25 settembre 2009
3 2 ottobre 2009
4 9 ottobre 2009
5 16 ottobre 2009
6 23 ottobre 2009
7 30 ottobre 2009
8 6 novembre 2009
9 13 novembre 2009
10 20 novembre 2009
11 27 novembre 2009
12 4 dicembre 2009
13 11 dicembre 2009
14 18 dicembre 2009

Quarta edizione[modifica | modifica wikitesto]

Puntata in diretta
1 17 settembre 2010
2 24 settembre 2010
3 1º ottobre 2010
4 15 ottobre 2010
5 22 ottobre 2010
6 29 ottobre 2010
7 5 novembre 2010
8 12 novembre 2010
9 19 novembre 2010
10 26 novembre 2010
11 3 dicembre 2010
12 11 dicembre 2010
13 17 dicembre 2010
14 6 gennaio 2011

Quinta edizione[modifica | modifica wikitesto]

Va in onda non più dall'Auditorium Rai, ma dagli Studios a Roma. Al via da venerdì 16 settembre 2011, il programma non è più abbinato alla Lotteria Italia e non vede la presenza delle quattro madrine, ma ci sono Roberta Morise e Sara Facciolini.

Puntata in diretta
1 16 settembre 2011
2 23 settembre 2011
3 30 settembre 2011
4 14 ottobre 2011
5 21 ottobre 2011
6 28 ottobre 2011
7 4 novembre 2011
8 18 novembre 2011
9 25 novembre 2011
10 2 dicembre 2011
11 9 dicembre 2011

Sesta edizione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I migliori anni (sesta edizione).

La sesta edizione del programma ingloba Canzonissima ed è andata in diretta dal 19 gennaio al 23 marzo 2013 per nove puntate con la conduzione di Carlo Conti. Inizialmente previsto fino al 30 marzo e per dieci puntate, vede la partecipazione di Nino Frassica e Pamela Camassa. I cantanti che si sfidano in ogni puntata con una cover e un brano inedito a testa sono: Alexia, Luca Barbarossa, Karima, Marco Masini, Mietta, Paola & Chiara, Povia ed Enrico Ruggeri. Il vincitore di Canzonissima è Marco Masini con il brano Cosa resterà degli anni '80. Il programma in questa edizione si scontra con la quarta edizione di Italia's Got Talent, mentre il 16 febbraio il programma non è andato in diretta lasciando spazio all'ultima serata del Festival di Sanremo 2013. Evento particolare di quest'edizione fu inoltre, nella puntata del 9 marzo, l'ultima apparizione prima della morte di Little Tony.

Settima edizione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I migliori anni (settima edizione).

La settima edizione va in onda dal 29 aprile al 27 maggio 2016, con la conduzione di Carlo Conti affiancato da Anna Tatangelo e Ubaldo Pantani.

Ottava edizione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I migliori anni (ottava edizione).

L'ottava edizione del programma andrà in onda su Rai 1 dal 28 aprile 2017 con la conduzione di Carlo Conti, affiancato per il secondo anno consecutivo dalla cantante Anna Tatangelo.

Puntate speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Alla fine di ciascuna delle prime quattro edizioni c'è sempre stata una puntata intitolata "il meglio di".
  • Il 17 dicembre 2011, nell'ambito della maratona Telethon, Carlo Conti, affiancato da Sara Facciolini e Roberta Morise, ripropose in una puntata il meglio delle prime cinque edizioni della trasmissione: questo speciale fece intendere la possibile chiusura e l'arrivo di una lunga pausa per il programma (notare che la sesta edizione, inizialmente prevista per l'autunno 2012, è stata spostata al gennaio 2013 apposta per garantire una pausa alla trasmissione al fine di poter recuperare gli ascolti in calo durante la quinta edizione).

Compilation legate al programma[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso degli anni sono state messe in vendita varie compilation legate al programma ed esse furono:

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Conti: i migliori anni è un successo enorme
  2. ^ a b c Copia archiviata, su carloconti.net. URL consultato il 20 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2014).
  3. ^ I migliori anni torna su Rai 1
  4. ^ (pdf) regolamento del televoto
  5. ^ Alain Delon fa volare I migliori anni
  6. ^ Hit, Carlo Conti a Tv Blog: Tale e Quale è artigianato e professionalità. Torna il prossimo anno, in TV Blog, 30 novembre 2014. URL consultato il 13 gennaio 2015.
  7. ^ Carlo Conti torna a Sanremo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione