Gaetano Amato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gaetano Amato (Castellammare di Stabia, 5 giugno 1957) è un attore e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È famoso soprattutto per le sue numerose partecipazioni a serie televisive di successo (La squadra, Il Grande Torino, L'uomo sbagliato, L'ultimo padrino, Crimini, Il coraggio di Angela). Amato lavora indifferentemente tra cinema, televisione e teatro. Vincitore di numerosi premi (il premio Charlot per il cabaret, la Grolla d'oro per Il Grande Torino, premio qualità televisiva per La squadra, Mirto d'oro per attore dell'anno).

È anche autore di romanzi, tra i quali Il testimone del 2009 (finalista al Premio Bancarella). Scrive inoltre per il cabaret, per il teatro e per il cinema.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1984, ancora sconosciuto al grande pubblico, partecipò come concorrente alla trasmissione di Canale 5 Zig zag condotta da Raimondo Vianello, restando campione per due settimane.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Miles gloriosus, di Tito Maccio Plauto regia di Mario Ferrero (1984)
  • L'istinto, da brani di Edgar Allan Poe, Harold Pinter, Bertolt Brecht, regia di Mario Ferrero (1985)
  • L'ultimo scugnizzo, di Raffaele Viviani, regia di Ugo Gregoretti (1987-1989)
  • 'O Vico, di Raffaele Viviani, regia di Ciro Madonna (1988)
  • Via Partenope, di Raffaele Viviani, regia di Ciro Madonna (1989)
  • Caffè di notte e giorno, di Raffaele Viviani, regia di Ciro Madonna (1989)
  • Aida, di Antonio Petito, regia di Armando Pugliese (1990)
  • Cab e 'Mbrell, spettacoli con il gruppo dei Cab e 'Mbrell (1990-1992)
  • Tele... visioni, di Gaetano Amato, regia di Gaetano Amato (1992-1994)
  • Il piacere di essere... Amato, di Gaetano Amato, regia di Gaetano Amato (1995-1998)
  • Il piacere di essere... Amato - Il ritorno, di Gaetano Amato, regia di Gaetano Amato (1999-2001)
  • S.U.D., di Gaetano Amato, regia di Gaetano Amato (2002-2004)
  • Luci di tenebre, di Raffaele Esposito, regia di Raffaele Esposito (2002-2003)
  • Fuori l'autore, di Raffaele Viviani, regia di Nello Mascia (2005)
  • Cumpagne e care amice, di Italo Celoro e Ciro Madonna, regia di Italo Celoro (2006)
  • Io faccio 'o show, di Gaetano Amato, regia di Gaetano Amato (2007)
  • Questa casa non è un albergo, di Michele Caputo e Antonio D'Ausilio, regia di Paolo Magoni (2008)
  • Padroni di barche, di Raffaele Viviani, regia di Armando Pugliese (2009)
  • Ma non è per cattiveria, di Michele Caputo, Ciro Villano e Vincenzo Coppola, regia di Vincenzo Coppola (2009)
  • Il giudizio universale, da Cesare Zavattini, regia di Armando Pugliese (2011)
  • Napoli, chi resta e chi parte, di Raffaele Viviani, regia di Armando Pugliese (2011)
  • Casa di frontiera, di Gianfelice Imparato, regia di Gianfelice Imparato (2014-2015)
  • Miusicoll - Viaggio tra Bambenella e West Side Story, di Gaetano Amato, tratto da testi vari, regia di Gaetano Amato (2014)
  • Uno sguardo dal ponte, di Arthur Miller, regia di Enrico Lamanna (2016-2017)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN266677765