Giorgio Lopez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giorgio Lopez

Giorgio Lopez (Napoli, 16 febbraio 1947Roma, 10 agosto 2021) è stato un attore, doppiatore, direttore del doppiaggio e regista teatrale italiano.

Parallelamente a una lunga carriera teatrale, è stato il doppiatore principale di Danny DeVito, John Cleese, Pat Morita e, in particolare dopo la morte di Ferruccio Amendola (avvenuta nel 2001), Dustin Hoffman.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1969 si diplomò all'Accademia d'arte drammatica "Silvio D'Amico"e nel 1974 conseguì la laurea in Lettere all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".[1]

Accanto a una nutrita carriera teatrale come attore, regista e drammaturgo, interpretò alcuni ruoli in televisione, fra cui quello del commissario Salvi nella serie Professione fantasma con protagonista proprio il fratello Massimo, che poi diresse a teatro in uno spettacolo-concerto di grande successo: Ciao Frakie, un omaggio alla figura di Frank Sinatra, più volte replicato nell'arco di sei anni e portato in scena anche al Colony Theatre di Miami.[2]

Come doppiatore, Giorgio Lopez prestò la voce a importanti interpreti cinematografici, come Danny DeVito e John Cleese, ma anche Dustin Hoffman, che cominciò a doppiare in coppia con Ferruccio Amendola in Sleepers e Sesso & potere (in cui Amendola doppia Robert De Niro) e ad attori come John Hurt, Ian Holm, Bob Hoskins, Pat Morita nella celebre serie di Karate Kid e Groucho Marx in molti ridoppiaggi; doppiò inoltre il dottor Younan Nowzaradan nelle prime otto stagioni del reality show Vite al limite. Fu attivo anche come direttore di doppiaggio.

Dal 1996 al 2020 è stato il doppiatore principale di Paperon de' Paperoni, doppiandolo in quasi tutte le sue apparizioni e ha dato la voce a svariati personaggi nelle serie animate di Matt Groening Futurama, di cui ha pure diretto il doppiaggio e adattato i dialoghi, e I Simpson.

Nel luglio 2009 vinse il premio Leggio d'oro per la direzione del doppiaggio del film Houdini - L'ultimo mago[3] e nel 2015 ottenne il premio alla carriera al festival delle voci d'attore.

Malato da anni di diabete e di una cardiopatia che l'aveva costretto a vivere con quattro bypass,[4] è morto a Roma il 10 agosto 2021, all'età di 74 anni.[5]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Fratello maggiore di Massimo Lopez, era padre dei doppiatori Gabriele e Andrea Lopez avuti dal primo matrimonio. Sposò in seconde nozze la collega Rossella Celindano.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

  • Fra le ali della notte (1986, 1989)
  • Cosa ti spinge a far questo? (1990, 1993-1994)
  • Miserere di Giorgio Lopez (1995)[26]
  • Inaudito (2000, 2015)
  • Considerazioni di uno scampato (2005-2011)
  • Ciao Frankie, con Massimo Lopez, musiche eseguite dalla Big Band Jazz Company diretta da Gabriele Comeglio (2005-2011)[2]
  • Il poeta e lo stregone (2007)
  • Oh, Romeo di Ephraim Kishon (2006-2010)[19][27][28]
  • Varie-Età (2013)
  • Canzoni, poesie, stornelli all'osteria romana (2014)
  • Eduardo, Totò, Trilussa (2016)
  • Tracce (2017)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Tra l'incudine e il martello (varietà, Rai Radio 2, 1988)
  • Koo e Papà DNA in Domino (sceneggiato, Rai Radio 2, 1998)
  • Sherlock Holmes: Uno studio in rosso (sceneggiato, 1999)

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Reality Show[modifica | modifica wikitesto]

Direzione del doppiaggio[34][modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Dialoghi italiani[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Leggio d'oro alla miglior direzione del doppiaggio: Houdini - L'ultimo mago.
  • Premio alla carriera al Festival delle voci d'attore 2015.
  • Premio alla Carriera Maschile al Gran Galà del Doppiaggio - Romics 2017.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a GIORGIO LOPEZ (2012) | enciclopediadeldoppiaggio.it. URL consultato l'11 agosto 2021.
  2. ^ a b cfr. Modesto Panizza, Ciao Frankie, tributo a Sinatra dal poliedrico Massimo Lopez, su ilcittadinomb.it, 8 dicembre 2010.; Ciao Frankie, su teatro.it.; Paola Ciaramella, Ciao Frankie: Massimo Lopez omaggia Sinatra, su music.fanpage.it, 24 gennaio 2010.
  3. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2009, su leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015.
  4. ^ Filmato audio Doppiatori Italiani, Giorgio Lopez ospite a Il Doppiattore, su YouTube, 22 aprile 2019, a 7 min 53 s. URL consultato il 25 agosto 2021.
  5. ^ È morto l’attore e doppiatore Giorgio Lopez: era la voce italiana di Danny DeVito e Dustin Hoffman, su corriere.it, 10 agosto 2021. URL consultato il 10 agosto 2021.
  6. ^ Le prove felici dell'Accademia d'arte drammatica, in Il dramma, n. 5, maggio 1970, p. 5.
  7. ^ a b Madre Courage e i suoi figli, su luigisquarzina.it.
  8. ^ Il tartufo, ovvero vita amori autocensura e morte in scena del signor di Molière nostro contemporaneo, su luigisquarzina.it.
  9. ^ a b Giulio Cesare - Luigi Squarzina, su luigisquarzina.it.
  10. ^ a b 8 settembre, su luigisquarzina.it.
  11. ^ L'ultimo anno del principe - Teatro Stabile d'Abruzzo, su teatrostabile.abruzzo.it.
  12. ^ Teatri a gestione pubblica - Teatro Stabile dell'Aquila, in Il dramma, n. 1-2, gennaio-febbraio 1977, p. 98.
  13. ^ a b Ripreso al Teatro Argentina di Roma con un coro d'attori parzialmente diverso rispetto alla prima, già svoltasi presso il Teatro Stabile dell'Aquila, è stato poi trasmesso dalla Rai nella nuova versione, cfr. Nel cuore della foresta ci si nasconde per poco, in l'Unità, 12 gennaio 1978, p. 9.
  14. ^ A piacer vostro - Teatro Stabile d'Abruzzo, su teatrostabile.abruzzo.it.; A piacer vostro - ripresa - Teatro Stabile d'Abruzzo, su teatrostabile.abruzzo.it.
  15. ^ Stefania Di Carlo, Catalogo delle opere teatrali italiane ispirate al Don Chisciotte di Cervantes: 1916 - 2016, Università di Torino, p. IV, ISSN 1594-378X (WC · ACNP).
  16. ^ Aggeo Savioli, Riccardo III è un regista di storia, in l'Unità, 23 dicembre 1979, p. 11.
  17. ^ Aggeo Savioli, Soffia sull'Operetta il vento della Storia, in l'Unità, 15 novembre 1980, p. 11.
  18. ^ Antonella Marrone, Teatro, in l'Unità, 18 novembre 1988, p. 21.
  19. ^ a b Cattolica: mercoledì al Teatro Regina 'Oh Romeo' con Massimo Lopez, su newsrimini.it, 8 gennaio 2007.
  20. ^ Stefania Chinzari, Teatro, in l'Unità, 10 novembre 1989, p. 21.
  21. ^ 1993, su stefanomarcucci.com.
  22. ^ Antonella Marrone, Teatro, in l'Unità, 27 marzo 1994, p. 27.
  23. ^ Annalisa Ciuffetelli, Speciale 50 anni TSA: una serata d'onore, su teatro.it, 31 ottobre 2013.
  24. ^ Mary Ferrara, E se Dio parlasse in Vernacolo? 'Io sono Dio' al Teatro Petrolini, su teatro.it, 21 ottobre 2015. URL consultato il 18 gennaio 2023.
  25. ^ TEATRO DELL'ANGELO - Teatro e musica a Roma 2015-2016, su temi.repubblica.it.
  26. ^ l'Unità, 3 maggio 1995, p. 24.
  27. ^ Monica Cirillo, Oh Romeo... finalmente qualcosa di nuovo su Giulietta e Romeo!, su teatro.it, 4 dicembre 2006.
  28. ^ Alessandra Miccinesi, Shakespeare chiama Lopez per rianimare Romeo e Giulietta, su ilgiornale.it, 27 novembre 2007.
  29. ^ Teatro 1978-1979, su teche.rai.it.
  30. ^ IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "I Simpson", su Il mondo dei doppiatori, antoniogenna.net.
  31. ^ IL MONDO DEI DOPPIATORI - ZONA ANIMAZIONE: "Futurama", su antoniogenna.net.
  32. ^ Chicken Little, su Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 1º agosto 2021.
  33. ^ Fable III, su antoniogenna.net. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  34. ^ Giorgio Lopez, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. Modifica su Wikidata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233282103 · SBN LO1V358147 · WorldCat Identities (ENviaf-233282103