Andy Luotto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andy Luotto
Andy Luotto.jpg
Andy Luotto nel 2008
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Italia Italia
Genere Pop
Italo disco
Funk
Periodo di attività musicale 1979-1989
Etichetta CGD, Cinevox, Discomposer Records, Golden Sound
Album pubblicati 2
Studio 2

Andy Luotto, pseudonimo di André Paul Luotto (New York, 30 luglio 1950), è un attore, cantante, conduttore televisivo e cuoco statunitense naturalizzato italiano, attivo nella televisione italiana fin dalla metà degli anni settanta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi nel 1969 all'Università di Boston in cinematografia, negli anni seguenti lavorò come doppiatore in alcun film italiani distribuiti negli Stati Uniti[1]. Scoperto da Renzo Arbore in un mercatino rionale, ha partecipato ad alcuni programmi di successo fra cui, per la RAI, L'altra domenica (1976) e Quelli della notte (1985). In quest'ultima trasmissione egli interpretava il personaggio di Harmand, un meteorologo musulmano, il cui eloquio venne considerato offensivo da alcuni esponenti della comunità islamica che lo minacciarono di morte: a seguito di ciò, Luotto abbandonò lo show[2].

Nel decennio 1979-1989 ha intrapreso anche la carriera di cantante, pubblicando due album (L.P. nel 1985 e To be tubi del 1989) e cinque singoli. Per qualche anno si allontana dal mondo dello showbiz, lavorando come istruttore subacqueo e uomo immagine del WWF[3].

Nel 1995 tornò sul piccolo schermo, precisamente a Odeon TV, partecipando al programma Oh... sesso!. In seguito si è diplomato all'Istituto Alberghiero di Civita Castellana e ha aperto un ristorante a Sutri. Nel 2011 ha riconfermato la sua passione per la cucina pubblicando un libro, il ricettario in chiave divertente Faccia da chef (edizioni Anteprima, Torino).

È stato il protagonista di spot pubblicitari di diversi prodotti. Nel 2012 partecipa alla serie televisiva incentrata sul personaggio di Nero Wolfe, nel ruolo del suo cuoco personale. Nel 2013 pubblica Padella Story, le mie cucine, che raccoglie aneddoti di vita e di cucina, con fotografie di Iuri Niccolai. Nel 2014 fa da capo giudice al programma televisivo Giass (Canale 5) e interpreta il ruolo del Conte Armand nella miniserie televisiva La bella e la bestia. Nel 2016 ha fondato la società Luotto Factory e aperto il suo Ristorante "Là" nel cuore di Roma a Piazza Venezia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 1985 - L. P.
  • 1989 - To be tubi

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1979 - He's, Too Young To Fly / 'Bbuono, No 'Bbuono (con Silvia Annicchiarico)
  • 1982 - Tenebre / Giarrettiere & Rock'N Roll
  • 1982 - Giarrettiere & Rock'n Roll / Pizza Fritt
  • 1984 - Everybody's Breakin'
  • 1985 - Eat La Pizza Pie

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Faccia da chef, Torino, Anteprima, 2011.
  • Padella Story, le mie cucine, 2013.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Enrico Lancia, Roberto Poppi, Gli attori, Gremese Editore, 2003.
  2. ^ Dopo le minacce degli arabi Andy Luotto lascia "Quelli della notte", La Repubblica, 12 giugno 1985.
  3. ^ La seconda vita di Andy Luotto, Corriere della Sera, 1º aprile 1998.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN31720346 · SBN: IT\ICCU\LO1V\299289 · GND: (DE1061883965 · BNF: (FRcb14201089w (data)