A sua immagine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A Sua immagine
Logo del programma
Paese Italia Italia
Anno 1997 - in corso
Genere informazione religiosa
Durata dai 60 ai 120 min.
Produttore padre Gianni Epifani, Laura Misiti, Daniela Piccioni
Presentatore Lorena Bianchetti; don Davide Banzato per il commento al Vangelo Le ragioni della speranza
Regia Marco Brigliadori e Gaia Valeria Rosa
Rete Rai 1
Sito web www.asuaimmagine.rai.it

A sua immagine è un programma televisivo a sfondo cattolico condotto da Lorena Bianchetti, nato nell'ottobre del 1997 sulla scia delle rubriche religiose presenti nel palinsesto della Rai dal 1954[1][2].

Produzione e Crediti[modifica | modifica wikitesto]

Il programma nasce dalla collaborazione tra la Rai e la Conferenza Episcopale Italiana, e va in onda su Rai 1 ogni sabato alle 17.10 e ogni domenica alle 10.30. Il programma offre al pubblico numerose storie riguardo alla vita di persone comuni, che attraverso la loro fede portano avanti desideri, passioni, opere per la comunità. Il programma varia nei due giorni di programmazione.

Conduttori di A Sua immagine[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1997 ed il 1999 la conduttrice era Arianna Ciampoli mentre dal 1999 al 2005 era Lorena Bianchetti, dal 2005 al 2008 il programma è stato presentato da Andrea Sarubbi, eletto poi parlamentare nelle liste del Partito Democratico. Dal 2008 al 26 gennaio 2014 la conduzione passa a Rosario Carello per poi tornare nuovamente nelle mani di Lorena Bianchetti a partire dal 1º febbraio fino ad oggi. Nel 2017 il programma ha rinnovato studio e scenografia, ma anche la struttura del formati con l'inserimento dei social in diretta e l'approfondimento di temi legati a fiction, film, libri, programmi televisivi e documentari[3]. La sezione del sabato pomeriggio è stata rinnovata nel 2014 passando dal classico commento del Vangelo alla trattazione quasi in real time con conduttori consacrati definiti preti di strada[4]. Attualmente il commento del Vangelo è affidato a don Davide Banzato.

Elenco conduttori:

Redazione[modifica | modifica wikitesto]

Il programma è a cura di padre Gianni Epifani autore e produttore per la Conferenza Episcopale Italiana[5] e Laura Misiti per la Rai con la collaborazione in qualità di autori di Lorena Bianchetti e don Maurizio Patricello, Salvatore Izzo, Aurelio Mole’, Carmela Radatti, Lorenza Rossi, Gida Salvino, Marta Tornillo, Vincenzo Faccioli Pintozzi, Roberto Fittipaldi. Produttore Esecutivo Daniela Piccioni. Registi di studio Marco Brigliadori e Gaia Valeria Rosa. Registi programmisti per i servizi esterni: Barbara Borgiotti, Maria Amata Calo’, Gabriele Caruba, Lucio Cocchia, Danila Filippine, Andrea Schneider, Salvatore Tomai, Mauro Albanesi. Assistenti al programma : Manuela Buontempi, Francesca Colantoni, Giovanna Di Carlo, Francesca Lo Bianco.

Puntata del sabato[modifica | modifica wikitesto]

Nel programma del sabato ci sono due parti. Nella prima vengono ospitati in studio personaggi che durante la loro vita hanno avuto esperienze che hanno esaltato la loro fede cristiana. Nella seconda parte c'è la storica rubrica Le ragioni della speranza dove ogni settimana è spiegato il Vangelo della domenica.

Conduttori di Le ragioni della speranza[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni si sono susseguiti diversi conduttori dello spazio pomeridiano dedicato al commento del Vangelo:

Puntata della domenica[modifica | modifica wikitesto]

La domenica è presente sempre il collegamento in diretta con la Santa Messa e con la recita dell'Angelus da parte del Papa. Conduce Lorena Bianchetti temi di attualità, spiritualità, storie di fede. La rubrica del breve notiziario illustrante eventi della vita cristiana è stato condotto in passato da Francesca Fialdini e attualmente da Giulia Nannini[14].

Speciale del Venerdì Santo[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 aprile 2011, Venerdì Santo, in uno speciale del programma, Papa Benedetto XVI rispose ad alcune domande poste dai fedeli[15].

Alcuni mesi prima, il pontefice aveva accettato la proposta fattagli da Rosario Carello di comparire in televisione e rispondere alle domande del pubblico; delle tremila domande inviate da tutto il mondo al sito internet della trasmissione, ne furono selezionate sette. Gli argomenti riguardavano[16]: il male, la malattia, le persecuzioni dei cristiani, la pace, la morte e risurrezione di Gesù e Maria.

L'intervento del papa era stato registrato una settimana prima della messa in onda, che fu seguita da un milione e mezzo di telespettatori[17].

A Sua Immagine Settimanale[modifica | modifica wikitesto]

Dal gennaio 2013 viene pubblicata A Sua Immagine Settimanale, rivista ufficiale della trasmissione. Contiene esperienze di fede e testimonianze di vita cristiana, il commento quotidiano delle Sacre Scritture e varie rubriche[18]. La dell’omonima trasmissione di Rai Uno è realizzata dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana. A Sua Immagine Settimanal è diretto da don Gianni Epifani e prodotta con Edizioni Master[19].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]