Marco Pozza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marco Pozza (Calvene, 21 dicembre 1979) è un presbitero, giornalista e conduttore televisivo italiano.

Don Marco Pozza (ph: Gigi Abriani)

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scrive su Il Mattino di Padova, Ilsussidiario.net e lavora per TV2000. Ha fondato e gestisce un sito internet, definito una parrocchia virtuale, nel quale commenta i brani del Vangelo e i fatti di cronaca e dove gli utenti registrati possono intervenire e porre spunti di riflessione. Ha scritto, inoltre, alcuni libri sia di narrativa sia di divulgazione religiosa.

È ordinato sacerdote il 6 giugno 2004 dal vescovo di Padova Antonio Mattiazzo. Dopo l'ordinazione, diventa vicario parrocchiale presso la parrocchia della Sacra Famiglia, a Padova. Durante questo periodo, colpito dall'assenza di fedeli durante le celebrazioni eucaristiche, decide di trascorrere buona parte del suo tempo libero incontrando durante l'ora dell'aperitivo ragazzi e studenti direttamente nei locali della "movida" padovana: per questo motivo viene soprannominato "Don Spritz".

Grazie alla sua opera di evangelizzazione presso i giovani, nel 2007, è protagonista di una puntata del Testimone, su MTV, dal titolo La vocazione, nella quale si parla dei giovani consacrati, della loro vita nel mondo moderno e di crisi della religiosità nella società. In quell'occasione, è picchiato da un barista padovano mentre sta realizzando il servizio, insieme col conduttore televisivo Pierfrancesco Diliberto, in arte "Pif".

Appassionato sportivo e maratoneta amatoriale, incentra i suoi libri sullo sport (oltre alla maratona, il ciclismo), dal quale prende spunto per porre delle riflessioni sulla vita.

Dal 17 settembre 2011, è cappellano presso il carcere di massima sicurezza "Due Palazzi" di Padova e tiene conferenze e incontri in tutta Italia, in particolare nelle scuole e nelle parrocchie[1].

L'11 dicembre 2013, sotto la guida del gesuita irlandese padre Michael Paul Gallagher, ha conseguito il dottorato in Teologia Fondamentale alla Pontificia Università Gregoriana di Roma. Tema della tesi: il rapporto tra letteratura, teologia e immaginazione a partire da Cittadella di Antoine de Saint-Exupéry.

Nel giugno 2016, il suo nome figura tra i premiati, quale menzione speciale, nell'ambito del Premio internazionale di Giornalismo "Biagio Agnes"[2][3].

Il 6 novembre 2016, domenica del Giubileo dei carcerati, dopo una telefonata a sorpresa, è ricevuto privatamente dal papa Francesco a Casa Santa Marta in Vaticano, con un gruppo di detenuti padovani.

Nel 2017 è stato conduttore a Rai 1 della rubrica Le ragioni della speranza nel programma A sua immagine in alternanza con don Davide Banzato e don Maurizio Patriciello, curando lo spazio dedicato al commento del Vangelo per la C.E.I.[4].

Il 13 luglio 2017 è stato annunciato nei nuovi palinsesti di TV2000 il programma Padre Nostro condotto da don Marco Pozza[5].

Il 13 ottobre 2017 è stata annunciata l'uscita del libro scritto col papa Francesco ispirato al programma di TV2000 Padre nostro dove il Papa stesso è protagonista in una intervista. Nel libro il Santo Padre commenta la preghiera che Gesù ha donato ai suoi discepoli insieme a don Marco Pozza ed è edito da Rizzoli e Libreria editrice vaticana[6].

Dal 20 aprile 2018 è presente, in tutte le librerie, il libro Il contrario di mio - Sfumature randagie sul Padre Nostro, edito per la San Paolo.

Il 19 giugno 2018 è stato testimone di solidarietà nell'evento Con il cuore - Nel nome di Francesco in diretta dal sagrato della Basilica di San Francesco d’Assisi condotta da Carlo Conti in prima serata di Rai 1[7].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Asini dalle matite colorate; prefazione di Alex Zanardi; ISG 2010
  • Dire Dio. Tra cocktail, graffiti e canto gregoriano; prefazione di Giancarlo Maria Bregantini; ISG 2010
  • Penultima lucertola a destra. La sconfitta è l'arma segreta dei vincitori; prefazione di Magdi Allam; Marietti Scuola, Novara 2011
  • Contropiede. La vittoria è impossibile solo per chi non crede nei propri sogni; prefazione di Alex Schwazer; San Paolo, Milano 2012
  • L'odore del gregge. Squarci di misericordia sul far della sera; Edizioni CVS, Roma 2013
  • L'imbarazzo di Dio; San Paolo, Milano 2014
  • L'agguato di Dio; San Paolo, Milano 2015
  • Il pomeriggio della luna; Aracne, Roma 2016
  • L'iradiddìo; San Paolo, Milano 2017
  • Padre nostro; Rizzoli e Libreria Editrice Vaticana, 2017
  • Il contrario di mio - Sfumature randagie sul Padre Nostro; San Paolo, Milano 2018

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311454970 · ISNI (EN0000 0004 4004 2408