Enzo Garinei

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Enzo Garinei in Banana Joe (1982)

Enzo Garinei, all'anagrafe Vincenzo Garinei (Roma, 4 maggio 1926Roma, 25 agosto 2022[1]), è stato un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello del noto commediografo e regista teatrale Pietro Garinei e padre di Andrea Garinei (1966-2016, attore anch'egli), Enzo Garinei è stato un prolifico attore teatrale, televisivo e cinematografico, nonché uno dei principali caratteristi del panorama italiano. Esordisce al cinema nel 1949 in Totò le Mokò e nel corso di quattro decenni partecipa, in ruoli secondari, a numerose commedie musicali e film, rallentando le proprie apparizioni solo a partire dagli anni novanta. Nel teatro leggero ha partecipato a numerosi spettacoli di Garinei e Giovannini.

Nel 1997-1998 ha recitato, a fianco di Delia Scala e Gerry Scotti, nella serie televisiva Io e la mamma. Nel 2008-2009 è stato fra i protagonisti di Facciamo l'amore, a fianco di Gianluca Guidi e Lorenza Mario, e di Aggiungi un posto a tavola, sempre a fianco di Gianluca Guidi e con Marisa Laurito. Nella stagione teatrale 2017-2018 ed ancora nella stagione 2019-2020 è ritornato in tournée con la nuova edizione di Aggiungi un posto a tavola, interpretando dal vivo "la voce di Dio", ottenendo un tributo d'affetto da parte del pubblico.

Fino al 2008 è stato anche, saltuariamente, doppiatore: il personaggio più noto da lui doppiato è probabilmente quello di George Jefferson (interpretato da Sherman Hemsley) della sitcom I Jefferson (1975-1985). Doppiò anche Stan Laurel in alcune comiche e film. Nel luglio 2009 ha vinto il riconoscimento speciale Leggio d'oro.[2]

Muore nella sua casa di Roma il 25 agosto 2022 all'età di 96 anni.[3]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Enzo Garinei con Anna Maria Ferrero in I delfini (1960)
In una scena de Il nemico di mia moglie del 1959

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Enzo Garinei e Delia Scala

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Leggio d'oro
  • 2009 – Leggio d'oro "Alberto Sordi"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morto Enzo Garinei, una vita tra teatro, cinema e tv, su repubblica.it. URL consultato il 25 agosto 2022.
  2. ^ Il Palmarès 2009, su leggiodoro.it. URL consultato il 15 aprile 2015 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2015).
  3. ^ Fulvio Fulvi, Lutto nello spettacolo. Morto Enzo Garinei. Per lui il palcoscenico era la vita, in Avvenire, 25 agosto 2022. URL consultato il 28 agosto 2022.
  4. ^ a b L'attore non è coinvolto in scene di sesso.
  5. ^ EGAFD, su egafd.com.
  6. ^ AntonioGenna.net presenta IL MONDO DEI DOPPIATORI - EXTRA: VIDEOGAMES "Atlantis - L'impero perduto", su antoniogenna.net. URL consultato il 20 maggio 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le teche Rai
  • Gli attori, Gremese editore, Roma 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN311612355 · ISNI (EN0000 0005 0180 8922 · SBN TSAV230519 · GND (DE1061334945 · BNE (ESXX6092236 (data) · BNF (FRcb17938878c (data) · WorldCat Identities (ENviaf-311612355